Rubavano gasolio da bus della SITA, nei guai due persone a Tramonti

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa

Questa mattina i Carabinieri della Compagnia di Amalfi, agli ordini del comandante Umberto D’Angelantonio, hanno eseguito, a Tramonti, un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Salerno, su richiesta di questa Procura della Repubblica nei confronti di due indagati per i reati di furto aggravato e furto in abitazione.

L’attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica di Salerno e svolta dai militari della Stazione Carabinieri di Tramonti è stata avviata a seguito di alcuni furti che sono stati perpetrati in pochi mesi nel comune di Tramonti, le indagini hanno consentito di accertare le responsabilità di due persone, un uomo ed una donna conviventi, ai quali sono stati addebitati gli episodi delittuosi.

Gli accertamenti sono consistiti in testimonianze, acquisizioni e visione di riprese pubbliche e private, analisi di tabulati e perquisizioni domiciliari che hanno consentito di raccogliere un quadro indiziario univoco nei confronti dei due indagati. Uno degli episodi delittuosi è consistito nel furto di gasolio commesso su un autobus della SITA Sud, nello scorso mese di febbraio, parcheggiato in un’area di sosta del piccolo centro costiero, grazie alla visione dei filmati acquisiti delle telecamere di sorveglianza, è stato possibile riscontrare come il reo è giunto nei pressi del bus con la propria autovettura per commettere il reato.

Nel corso di una mirata perquisizione domiciliare, oltre a 9 grammi di marijuana, è stata rinvenuta nella sua disponibilità il materiale utilizzato per commettere il furto del gasolio (taniche, buste e tubi in gomma). Un altro episodio delittuoso è consistito nel furto in abitazione dalla quale asportavano vettovaglie, materiale da cucina, vestiti ed oggetti griffati nonché una collanina, parte di questo materiale è stato rinvenuto all’interno
della loro casa, nel corso della predetta perquisizione.

Agli indagati, vista la gravità dei fatti e la loro pericolosità sociale, sono stati disposti gli arresti domiciliari con l’ulteriore restrizione del braccialetto elettronico.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.