Vandali in azione in Piazza Libertà, il sindaco: “Individueremo i responsabili”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
49
Stampa
“È stato perpetrato un grave atto vandalico in Piazza della Libertà. È stato versato dell’olio per motori lungo il corrimano della balaustra della passeggiata a mare”. A denunciarlo, in un post pubblicato anche sul proprio profilo Facebook, è stato il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli. Che poi ha aggiunto: “Un’approfondita pulizia della zona vandalizzata è stata già svolta in queste ore. L’amministrazione comunale sporgerà denuncia affinché le indagini permettano di individuare i responsabili. Esprimiamo ferma condanna dell’atto vandalico che ha rischiato di danneggiare una piazza che ha subito conquistato l’ammirazione e l’entusiasmo di migliaia di concittadini e visitatori. Un episodio squallido che indigna la Salerno onesta ed amante del bello. Un atto vandalico fomentato probabilmente anche da una vergognosa e meschina campagna d’odio alimentata da una sparuta minoranza di astiosi detrattori”.
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

49 COMMENTI

  1. XxxAnonimo 30 Settembre 2021 at 10:05

    Solita malafede spropositata.
    Tocca all’amministratore rendicondare tutto e le sue scelte e non al cittadino salassato.
    È l’amministratore a tenere occultati al grande pubblico ed opposizione ed i giornali tali dati, ed come pure alla commissione trasparenza, facendosi perfino negare agli obblighi di presenza i responsabili dirigenti e tecnici di presentarsi in commissione, non presentandosi ne come amministrazione e maggioranza ne come dirigenza e dipendenti pubblici.
    I possessori di tali dati che li occultano al pubblico pretenderebbero che il pubblico li fornisse?

    “Ma mi faccia il piacere!……” disse il grande Totò a quel trombone di papino mentre il deluchino piccolino prepara in parlamento lo scudo legislativo di impunità per i danni erariali provocati da sindaci e presidenti di regione.

  2. X Anonimo 30 Settembre 2021 at 10:05
    Per il solito prenditore del Crescent e della piazza.
    Lei sa bene che con l’impregnante l’olio sarebbe restato in superfice e facile da asportare.

    Parlare poi di ladri e derubati poi. Lei ha sbagliato gli indirizzi, perchè i derubati sono i cittadini, di tasse e beni. Gli imprenditori, per perdita di attività ed avviamento, cantieri ed immobbili. I lavoratori perdenti posti di lavoro storici. I salernitani, per l’aumentato rischio danni da esondazione torrente e perdita parco pubblico. Gli studenti, per perdita di istituto nautico pubblico. L’albergatore e dipendenti, per perdita albergo. I cittadini tutti di Salerno e non esercenti ecc. per rinuncia per 15 anni di pubblico parcheggio centralissimo economico ben più economico e grande di quello sotterraneo.

    I ladri i cittadini hanno capito chi sono, e sono tali solo coloro che da ù a malefatte ne traggono profitto, o dal fare male le cose.
    I vandali sono solo dei malati da curare. Non traendo profitto non sono ladri ed accusare costoro di essere colpevoli di sprechi o furti, incapacità o malafede amministrativa, omessa vigilanza, incuranza o omessa vigilanza sulla esecuzione di lavori ed appalti di vigilanza ad opera d’arte è davvero demagogia.

  3. x Anonimo 30/09 at 18:28
    x Anonimo 30/09 at 16:43

    Il fatto “spropositato” è stato che continuate a propagare cifre di svariati milioni rubati, tassati, distolti a danno dei cittadini e dando ad intendere che avevate assoluta certezza della loro entità e della loro errata destinazione.
    Richiesto di dare spiegazioni, ora dice di saperne poco e devono essere altre le fonti informative.
    Allora, se non le garba il termine “malafede”, si può dire che ha mostrato mancanza di “buonafede”?
    È una considerazione che vale anche per il lungo capitolo relativo alla ex spiaggia di Santa Teresa e insediamenti vari.
    Un intreccio di botte e risposte che, a me poco conoscitore, ancora non ha consentito di quantizzare la reale persistenza ed entità delle pregresse attività.

    L’anonimo che mi ricorda quale sarebbe stata la funzione dell’impregnante dice una cosa ovvia.
    La mia considerazione riguardava il fatto che esso comunque sarebbe stato danneggiato da un male intenzionato armato di barattoli di vernice o di arnesi per graffiare.
    Allora lei doveva reclamare non contro chi non aveva applicato le dovute mani di impregnante, ma contro quell’individuo maleducato (e speriamo che non ci siano imitatori) per un gesto infantile e irresponsabile.

  4. X Anonimo 1 Ottobre 2021 at 12:53

    Lei continua ad obbiettare a considerazioni ovvie e visibili come la luce e il sole ed mostruosamente enormemente occupanti ex beni pubblici e di altri privati dei salernitani.

    E fa perfino ridere quando ci dice di ignorare quel che continua difendere e di non voler pretendere la quantizzazione dagli amministratori del patrimonio e delle tasse, ma dai legittimi proprietari e cittadini salernitani, difendendo nel contempo amministratori che ci nascondono questi dati.

    Che lei, per caso, chiede al condomino affittuario di appartamento o al proprietario dello stesso, conto di cosa ha alienato del condominio l’amministratore e come ha speso, sempre l’amministratore, le quote condominiali?

    Non è l’amministratore a dover rendere conto pubblicamente delle sue attività alienazioni e uso dei soldi, ai condomini?

    Se il suo amministratore non lo facesse non lo denuncerebbe?
    Si rende sempre più ridicolo arrampicandosi sugli specchi.

    E non chiederebbe conto all’amministratore se non avesse messo telecamere ed avesse pagato 18.000 €/mese delle quote condominialie per vigilanza di un condominio, in presenza di vandalismo o furti? Ed ancor di più se avesse omesso di vigilare tutto il condominio facendo vigilare solo il suo appartamento?

    E se l’amministratore avesse pagato ad impresa il doppio del valore del lavoro e si scoprisse che non hanno messo neanche l’intonaco a protezione dei muri, ne verniciato i balconi e le serrande in legno?

    Salverebbe l’amministratore e l’impresa e se la prenderebbe con il vento la pioggia il sole o i ragazzini che danneggiano una struttura difettosa, incustodita, non completata e non vigilata? Anche se invece l’amministratore vigilanza e lavori li avesse pagati coi nostri soldi non controllando ne se ne come sono stati effettuati?

    Non si faccia ridere dietro! La metta di contarci ste storielle a noi salernitani! Noi non portiamo l’anello al naso!

  5. X Anonimo 02/10 at 00:52

    Non difendo nessuno, né pubblico né privato.a te
    Lei sta travisando.
    È chiaro che sia l’Amministratore a rendicontare le spese del Condominio.
    Se però un condomino, non legittimato, diffonde cifre per evidenziare ruberie nella gestione, costui è obbligato a dare spiegazioni precise e dimostrative in ogni dettaglio.
    Altrimenti, è come se giocasse a “Passaparola”: si parte da una c voce e si finisce ad una completamente diversa è improbabile.
    Ha fatto così, e continuate a fare, con il Crescent e l’ex Spiaggia S.Teresa.
    Dunque.
    Noi apparteniamo al Condominio Salerno.
    L’Amministrazione delibera un importante intervento urbanistico. Sorgono legittime opposizioni, ma le vertenze vengono risolte nei modi di legge. L’opera arriva a conclusione.
    Lei ed altri insorgete ed esponete con assoluta certezza cifre milionarie spese male, carpite ai cittadini, elargite a favore di estranei, nonché ruberie e altre malefatte.
    Giustamente qualcuno (ad esempio io) vuole saperne di più, ritiene di avere a che fare con gente informata e preparata e pone qualche domanda più esplicita.
    Sorpresa!!
    Commette una eresia, vuole sviare il tema, si risponda da solo!!!

    Chi allora si comporta da “ridicolo”?? e irresponsabile nel sostenere verità apprese forse per sentito dire e non verificate di persona?

  6. Continua ad essere sempre più ridicolo.
    Tutto parte da un inadempiente, che ha i dati in mano e che ne all’opposizione, ne ai cittadini li fornisce, se non li avesse sarebbe grave, poichè avrebbe alienato speso sparso regalato senza neanche sapere cosa è quanto.

    Omissione dell’amministratore di condominio di rendicondazione a opposizione e condomini.

    I condomini non possono che stimare che se sui loro beni qualcuno ha venduto appartamenti per centinaia di milioni, i loro beni valevano ben questi centinaia di milioni a cui vanno aggiunti gli oneri e tasse per espropri risarcimenti abbattimenti deviazione fiume distruzione parchi parcheggio istituto nautico pubblici albergo cantieri attivià private acquisto demanio, mancati introiti per quindici anni dal più grosso parcheggio pubblico di Salerno perdita di centinaia di posti di lavoro.

    È palese che il costo di costruzione a mq degli immobbili è poco variabile se si costruisce in sperduta campagna o in zona a più ambita in assoluto in una città con prezzi già esagerati. La differenza la fa solo il valore della superfice per collocazione e pregio. Anzi sarebbe perfino più oneroso costruire in luoghi senza servizi senza urbanizzazione senza strade e senza elettricità ma con valore della superfice irrisorio.

    Ma lei continua a pretendere che l’amministratore non rendiconti questi fatti ai condomini.

    Scusi perchè lo fa? È lei l’amministratore? È il suo avvocato? Perchè non vuole vengano rese queste informazioni ai condomini pubblicamente? I condomini potrebbero ribellarsi a questo scempio?

  7. X Anonimo 03/10 at 14:04

    Mio malgrado, mi costringe a dire che lei è proprio di coccio!!

    Quante volte devo ripeterle che non difendo nessuno, sia nel pubblico che fra i privati, e neanche posso attingere informazioni in altre direzioni.

    Ho letto quanto lei ha continuato a scrivere su vari blog, citando cifre di milioni spesi per attività illecite o poco chiare e dando informazioni su comportamenti scorretti, penalmente perseguibili, di amministratori pubblici e imprenditori privati, giunti da fuori.

    Accuse gravissime!!

    Incuriosito, mi sono rivolto a chi diramava quelle informazioni – cioè lei – per saperne di più.
    Non immaginavo risposte stizzite, a volte inutilmente sopra le righe.

    Nel caso specifico, io non sono tenuto a guardare al comportamento, giusto o scorretto, dell’Amministrazione, – altri sono legittimati a farlo – ma mi rivolgo ad un condomino che di tale comportamento dice “peste e corna”.

    Due allora sono le conclusioni:

    a) o quello che dice costui è tutto vero e allora ha il dovere e l’obbligo di dimostrare al cento per cento e senza esitazione l’autenticità di quello che ripete senza alcuna esitazione;

    b) oppure è falso, frutto di voci o dicerie, non verificato da nessuna parte e, ciò nonostante, divulgato con una certa leggerezza e/o inconsapevolmente.

    Ebbene costui è lei, che fra l’altro mi attribuisce erroneamente la volontà di coprire l’Amministrazione e di difenderla affinché non faccia trapelate gli altarini.

    Lei è completamente fuori strada!

    Come me, molti altri lettori si sono imbattuti nelle sue elucubrazioni.
    Ha dato in pasto a molti dei dati su cui doveva tornare per spiegarne origine e composizione.

    Ogni suo rilancio, che non risponda esclusivamente a questo appunto, sarebbe inutile.

  8. X Anonimo 3 Ottobre 2021 at 19:45

    Ogni cosa che lei dice è semplicemente una barriera fumogena con cui lei tutela chi nasconde i dati e accusa chi legittimamente prete de di conoscerli di essere uno che come cittadino pagante tasse non ha nessun diritto di conoscere le informazione che lei non vuole ne pretendere ne obbligare ne richiedere benché dovute dall’amministratore di condominio or bene come è possibbile vendere ciò che non vale nulla alle cifre che tutti conosciamo e se invece io per comprare un appartamento al Crescent dovrei spendere milioni di euro come è possibbile che almeno il 50% di detta cifra non sia mai arrivata al comune cioè a noi? Se invece è vero il contrario che aspetta l’amministratore di condominio a comunicarci il pagamento e se ciò non è successo perchè ce lo nascondono?

    E lei se inquisisce me che traggo la semplice conseguenza del valore di ciò che abbiamo regalato per il semplice fatto c’è ciò che abbiamo regalato è stato venduto ai prezzi che tutti conosciamo, e che a ciò che abbiammo regalato gli vanno aggiunte tuttele spese rinunce e mancati introiti espropri risarcimenti. Perchè ne si scandalizza ne pretende questi dati dall’amministratore di condominio come li pretende invece da me. Almeno per poter avere la soddisfazione di dirmi che ciò che è ovvio è palese è inoppuggnabbile è contraddetto dagli introiti che il comune ha avuto in pagamento per far costruire l’affare megaspeculativo privato Crescent?

    Se poi vi sono voci e dicerie, come se i costi a m/q pretesi dal costruttore fossero nascosti e sconosciuti.
    La colpa è solo dell’amministratore di condominio che non li comunica ufficialmente ai condomini.

  9. Continuano a censurare quanto è contro il Crescent facendo passare solo quello che anonimo Anonimo 3 Ottobre 2021 at 21:33 consente che venga pubblicato.

  10. X Anonimi del 04/10
    at 13:40 e at 13:33

    Al secondo Anonimo, assicuro che non ho alcun potere per bloccare la pubblicazione di commenti contro il Crescent.
    Ne leggo invece tanti contrari e di tutti i colori!!
    Quali terribili verità contengono i suoi, per cui denuncia continue censure??

    Al primo invece devo far notare che la “fumosità” si ha quando si tenta di nascondere qualcosa di cui si è a conoscenza e che non si vuol far trapelare.
    Conosce il detto riferito a “quello che tira la pietra e nasconde la mano”??

    Sono stanco di ripetere, in chiaro e “senza fumo”, che non conosco cifre riguardanti l’operazione Crescent, e neanche la reale situazione preesistente a S.Teresa e insediamenti vicini.

    Ne ha cominciato a parlare lei, dando l’impressione che avesse informazioni dettagliate, certamente più di quelle che avrei potuto raccogliere io.

    Mi meraviglio che definisca “fumo” quelle mie richieste, volte ad approfondire il tema e rivolte a chi le citava per denunciare irregolarità varie e gravi comportamenti di personaggi pubblici e privati.

    Ora chi ha cominciato a stendere fumi oscuranti e devianti è stato proprio lei.
    Invece di integrare i dati prima forniti, ha detto che andavano cercati in altre direzioni!!

    Poi ha tirato fuori il caso poco calzante dell’amministratore di condominio reticente.
    In realtà si trattava di numeri e notizie, sviscerati da un condòmino, che destavano giustamente la curiosità di saperne di più proprio da chi sdegnatamente ne parlava.
    Ma lei mai ha risposto a tono.

    Io non ho alcuna intenzione di inquisire nessuno, da nessuna parte esso stia.

    In primo piano mi piace porre la verità, specie quando si verificano fatti e vicende di rilevante importanza.
    Ma è un processo difficile e delicato, da affrontare con attenzione e acquisendo tutti gli elementi in gioco.
    Senza analisi complete e approfondite, si fanno solo elucubrazioni non verificabili, ancorché sussurrate da qualcuno.

  11. X Anonimo 4 Ottobre 2021 at 23:39
    I fatti che lei nega sono di una banalita esco certant3.
    L’amministratore di condominio ritiene che attività di privati non abbiano senso continuinino nel condominio le chiude risarcire i proprietari con i soldi dei condomini rinuncia alle quote condominiali degli esercenti dette attività ed dei lavoratori per dette attività, rinunciacia anche per 15 anni ai parcheggi del condominio che usati dai condomini ed esterni gli producevono introiti condominiali notevoli, dopo di ciò usa i soldi delle quote condominiali per espropri abbattimenti e risarcimenti di dette attività perdite avviamento e mancati introiti futuri di detti imprenditori ed ancora usa i soldi dei condomini per abbattere gli edifici di dette attività e realizzare infrastrutture di urbanizzazione, anche dell’edificio adibito ad albergo fa alle stesse cose, lo stesso fa anche dell’edificio adibito a scuola a servizio dei condomini e dei figli e del parco a servizio dei condomini. Nel frattempo aumenta le quote condominiali a carico dei condomini di quattro volte. Giustificando col fatto che tutto ciò non ha più alcun valore regala tutto ciò ad un suo amico, il quale vi costruisce sopra un edificio privato che toglie la vista ai restanti condomini e lo vende ci ricava centinaia di milioni.

    Il tutto è di una banalità assoluta l’amministratore a spese del condominio ha regalato beni del condominio spendendo per far ciò le quote dei condomini ad tizio che ha no h a regalato ma venduto il tutto guadagnando ci centinaia di milioni.

    Non vi è nulla di nascosto è tutto mostruosamente vero è mstrusamente visibile, la quantizzazione precisa la ha solo l’amministratore che non vuole venga resa pubblica.
    Ma la stima la possono fare anche gli analfabeti decine di milioni in più o in meno.
    Poco in porta se invece di essere 500.000.000 siano 150.000.000 o 800.000.000 quando anche fossero solo 100.000.000 o 200.000.000 non cambierebbe molto, sono comunque soldi e beni sottratti a i salernitani e regalati ad un privato.

    Lei si scandalizza che non si riesca a sapere quanti sono poichè son soldi pubblici? Io di più.
    Di fatto lei mi accusa di non sapere la cifra esatta, ma non può negare il fatto.
    E per me che siano stati regalati 200.000.000 o 800.000.000 di nostre tasse o beni, cambia poco in relazione alla gravità del fatto. Ancor meno cambia il fatto che ciò non sia penalmente punibile e se anche il clan de lucra, grazie al delucrino riuscirà a far approvare lo scudo contro i danni erariali arrecati dai sindaci e presidenti di regione, lo stesso la cosa non cambierà in relazione alla responsabilità morale ed all’aumento delle tasse imposte ai Salernitani.

  12. XxxxAnonimo 4 Ottobre 2021 at 23:39

    “In primo piano mi piace porre la verità, specie quando si verificano fatti e vicende di rilevante importanza.”

    Vorrei risponderle a tono, come lei pretende dai suoi interlocutori, ma non ci riesco.

    Sto schiattando dal ridere leggendola.

    Queste sarebbero argomentazioni? Mi perdoni, vado a leggere un po’ di cronaca calcistica, la troverò sicuramente argomentazioni più attinenti all’affare Crescent.

  13. x Anonimi 5 Ottobre 2021 at 10:10 e at 11:43

    Il secondo Anonimo ha saggiamente deciso di smistarsi su temi sportivi, a lui più congeniali.
    Mi auguro che non trovi argomenti per parlare male della conduzione della Salernitana e chiamare poi ridicolo chi invece la pensa diversamente.
    Non si preoccupi se risponde a tono o meno.
    Capita spesso :*Vorrei, ma non posso*

    Mi compiaccio con l’Anonimo che alle 10:10, pur ribadendo il suo giudizio complessivo, si è sforzato di abbandonare il cliché del *copia e incolla* e ha argomentato con toni diversi, senza tuttavia proporre elementi sostanzialmente nuovi.

    Mai ho disconosciuto la obbligatorietà della trasparenza nella gestione di un Condominio privato o di una Pubblica Amministrazione.
    In entrambi i casi, chi deve dare conto del proprio operato è il responsabile in carica il quale è obbligato a fornire tutti i dati, i riferimenti, le necessarie informazioni, rispettivamente quando glielo chiede un condomino o se lo fa un cittadino amministrato.
    A maggior ragione quando le richieste venissero da Organi inquirenti, qualora emergessero comportamenti illeciti o poco chiari.

    Ciò premesso, io sto ribadendo – ma mi sembra che lei non voglia recepirlo – tutto quanto viene diffuso da altre fonti, sotto forma di cifre o di notizie o di informazioni o di circostanze attinenti a gestioni generali o di fatti particolari, non può avere il crisma della verità fino quando colui che ne parla non fornisca anche ogni necessarie spiegazioni che rendano credibili e inoppugnabili le sue affermazioni.
    Altrimenti si tratta di *banalità* , pronunciate a ripetizione.
    E anche se è vero che non sarebbe determinante, – ma comunque utile – quantizzare esattamente gli importi, andrebbe sempre e irrevocabilmente provata l’asserita, grave colpa riguardante *soldi e beni sottratti ai salernitani e regalati ad un privato*.

    Sono cose che chiunque, sotto sua responsabilità, può anche dire, purché prima si renda credibile e provi ciò che dice.

    Altrimenti, senza alcuna offesa, è una persona qualunque, che ignora che la stagione del Qualunquismo ebbe vita breve nell’immediato dopoguerra per inconsistenza di proposte e comportamenti.

    Effettivamente, i fatti da lei richiamati non sono stati sottostimati o ignorati da Organi ufficiali preposti a controlli sulla correttezza di tutti gli attori coinvolti nell’impresa Crescent: lunghissime indagini, udienze, processi … ma alla fine niente di concreto, per quanto risulta da notizie di stampa!
    E quindi? Tutti colpevoli, ma salvati e assolti in ogni sede da amici, parenti, personaggi responsabili di organi istituzionali, tutti conniventi o lassisti?,

    Mi lascia anche perplesso che lei attribuisca l’aumento della tassazione disposto dal Comune alla necessità di recuperare esborsi esorbitanti legati all’*affaire Crescent*.
    Fosse vero, dovrebbe indicarmi sotto quale voce è stata inserita nei registri dell’Ufficio Tributi il preciso riferimento a tale esigenza.
    Altrimenti, anche questa è, come si dice, una fakenews.

    Non sto facendo difese di qualcuno né sono il paladino di fatti avvenuti.
    Vorrei solo conoscere la reale portata delle cose che si dicono e non restare col dubbio che un intervento urbanistico così importante venga ricordato negli anni con un marchio infamante.

  14. X Anonimo 6 Ottobre 2021 at 17:58

    Le avrei risposto ma forse sono nuovamente stato censurato visto che è passato una giornata senza la pubblicazione della risposta.

  15. x Anonimo 07/10/21 at 20:05

    Scusi, lei non dice: “ho risposto ma mi hanno censurato”.
    Dice invece: “le avrei risposto … “

    Usando il condizionale, lei dà ad intendere che temeva la censura e ha desistito.
    Se invece ha realmente scritto ed è convinto che il suo scritto non ha superato l’ostacolo, ci riprovi.

    Intanto osservo che sto leggendo il suo intervento pubblicato alle 20:05 e lo commento alle 21:25.

    Esso contiene una giusta accusa, qualora scorrettamente le avessero impedito di far conoscere ancora la sua opinione su un tema importante.

    Se ritiene, non si arrenda e riproponga quanto le sta a cuore diffondere.

  16. x Anonimo 7 Ottobre 2021 at 21:43

    Solo adesso che è passato il messaggio successivo ho la certezza di essere stato censurato 10 volte lo stesso messaggio e visto che non era ne illeggittimo ne volgare ne conteneva notizie terrifficanti e scandalose ed era conforme alla policy, non ho alcuna intenzione di renderlo come voi lo volete per poterlo pubblicarlo. Io non sono disponibile ad atocensurarmi.

    Non ha alcun senso scrivere su questo blog dove voi scrivete e dettate agli altri quello che devono scrivere o non scrivere, ve la cantate e suonate da soli e noi dovremmo reggervi il moccolo per farvi pagare la pubblicità coi nostyri clik ma andate al ……….!

  17. x Anonimo 8 Ottobre 2021 at 08:22

    Sono proprio deluso per codesta sua dichiarazione di ritirata.
    Più che una giustificazione, mi sembra che voglia trincerarsi dietro il paravento della *censura* per non approfondire il tema nei termini da me presentati.
    Nessuno le ho dettato nulla, lei è stato libero di scrivere come e quanto riteneva giusto dal suo punto di vista, manifestandole sue opinioni, giuste oerrate che fossero.
    Mi ha contestato, a volte non proprio con correttezza di linguaggio, ma io ho seguito i suoi ragionamenti, prendendone in considerazione alcuni, ma su molti altri ho riscontrato delle incompletezze di informazioni, delle non rispondenze all’iattualità del tema trattato, a volte delle divergenze e delle contraddizioni rispetto ad affermazioni precedenti.
    Per questi motivi, in vari momenti e con diverse formulazioni, ho avanzato dei quesiti al solo scopo di avere da lei, e da altri, un quadro più preciso di situazione.
    Tuttavia, ogni volta che attendevo un riscontro ai miei quesiti, compariva lo spettro della *censura* che vi impediva di farmi conoscere le risposte chiarificatrici.
    Deve convenire che un tale stato di fatto non poteva e non può che insospettirmi.
    Eppure, anche se non ho alcuna necessità che qualcuno mi regga il moccolo, voglio venire incontro al
    suo desiderio, se ancora sussiste, di vedersi pubblicato il commento *fantasma* e faccio un appello a Salerno Notizie:
    “NON IGNORATE CIO’ CHE ANONIMO DEL 08/0921 HA DENUNCIATO NEL COMMENTO at 08:22”.

    A SUO DIRE NON CONTENEVA NOTIZIE TERRIFICANTI, NON ERA VOLGARE, ERA CONFORME ALLA
    POLICY, EDPPURE NON RISULTA PASSATO SUL BLOG.

    VERAMENTE ESISTE LA CENSURA A FAVORE DI QUESTO O QUELLO?

    URGE SMENTITA

  18. Dopo oltre 24 ore dal mio commento di ieri at 17:51, comincio a credere alla denuncia fatta da Anonimio del 8 ottobre at 08.22 e cioè che un suo intervento è stato censurato.
    Immagino che il responsabile di questa rubrica che ospita i commenti dei lettori si renda conto della gravità si tale situazione.
    Peraltro, si evidenzia anche una strana contraddizione.
    Mentre sembrerebbe che si bloccano commenti con i pareri e le opinioni dei lettori, vengono invece pubblicati, senza alcuna remora, quelli in cui si lamentano avvenuti interventi di censori, per impedire o alterare il contenuto dei commenti proposti..
    Una simile denuncia, se vera, rappresenta per la Redazione di un giornale, grande o piccolo che sia,
    una accusa imperdonabile, che attiene alla deontologia professionale della testata e di chi vi lavora,

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.