Covid, regola delle “2G” in Germania e in Austria: cos’è e come funziona

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Con l’aumento dei casi di Covid-19 in tutta Europa, alcuni Paesi ricorrono a misure ad hoc per i non vaccinati, per cercare di fermare la diffusione del contagio. L’Austria, in particolare, ha elaborato il modello “2G” e anche la Germania l’ha applicato, anche se per il momento solo in alcune zone. Ma di cosa si tratta? E come funziona?

Il modello si chiama “2G” perché prevede l’accesso ai luoghi pubblici – come cinema, teatri, piscine e così via – solo per chi si è vaccinato (geimpft) o per chi è guarito (genesen) dal Covid-19. Da precisare che esiste anche un modello “3G”, che sta invece per “geimpft, genesen oder getestet” (vaccinati, guariti o testati), che si usa a sua volta per specifiche situazioni.

In Austria il sistema “2G” è scattato l’8 novembre, poi, il 15 novembre, altre misure, ancora più restrittive, sono entrate in vigore in tutto il Paese. Le regole prevedono che chi non esibisce un certificato “2G” possa lasciare la propria casa solo per recarsi sul posto di lavoro, svolgere commissioni necessarie, svolgere attività motoria individuale e “soddisfare i bisogni religiosi fondamentali”.

Sul lavoro, in particolare, vale la regola “3G”: possono entrare anche le persone che esibiscono l’esito negativo di un tampone molecolare rapido e che indossano una mascherina Ffp2. Sono esclusi dalle restrizioni i bambini sotto i 12 anni. Le nuove misure – in vigore per 10 giorni – interessano circa 2 milioni di persone sugli oltre 9 milioni che vivono in Austria. Il ministro della Sanità Wolfgang Muckstein (Verdi) non ha però escluso ulteriori restrizioni se l’escalation del contagio dovesse proseguire.

Anche in Germania, con la crescita dei contagi, alcuni Land hanno già cominciato a introdurre il “2G” o il “3G”,  in modo da tagliare fuori dalla vita pubblica rispettivamente chi non è vaccinato o guarito, o chi non è vaccinato, guarito o tamponato. Intanto, a livello federale, è attesa una decisione che valga per l’intero Paese. In Baviera al momento è in vigore la regola “2G”, e la stessa scelta è stata adottata nel Nord Reno Westfalia.

Situazione simile in Sassonia dove è scattato il sistema “2G” in molti ambiti. A Berlino il “2G” ha preso il via il 15 novembre, in moltissimi locali e ristoranti, anche se la regola generale prevede ancora il “3G” e la decisione di introdurre restrizioni più severe è a discrezione dei proprietari di locali e ristoranti o palestre. Alternanza di “2G” e “3G” anche ad Amburgo e in Turingia.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.