fbpx

Neonato di un mese grave con il Covid. Salvato in Ospedale a Polla. Il grazie della mamma

Stampa
L’ospedale di Polla è spesso decantato per le sue carenze, vengono sottolineati il più delle volte gli aspetti negativi, poche volte viene premiato il lavoro di chi ogni giorno si prodiga per la salute del prossimo. A solo un mese dalla nascita il mio piccolo Gioele si è positivizzato al Covid, inizialmente non credevo che le sue condizioni si sarebbero aggravate al punto da doverlo portare al Pronto Soccorso, invece hanno preso il sopravvento la febbre alta e la tosse, mio figlio respirava in modo anomalo e non sapevo cosa fare. E’ arrivata subito un’infermiera, Irene, e dopo averle spiegato la nostra situazione, ha preso Gioele tra le braccia e l’ha fatto visitare dal medico. Le condizioni di Gioele erano gravi, ma non preoccupanti.

A quel punto Irene si è rivelata il nostro angelo custode, nonostante l’Usca ci abbia mandato un pediatra a casa per controllare Gioele, lei ci ha monitorati per tutto il tempo. Volevo portarlo all’ospedale di Napoli perché lì hanno tutti gli strumenti per i pazienti affetti da Covid così piccoli, però i medici sono rimasti sempre al nostro fianco e fortunatamente Gioele è stato meglio. Gioele è un piccolo guerriero, è venuto al mondo in anticipo poiché a causa di una caduta mi si è fratturato il bacino. Ancora una volta l’ospedale di Polla ci ha assistiti, in particolare il dottore Squitieri.

E’ stata dura per entrambi, ma vediamo «la luce in fondo al tunnel» e questo solo grazie all’aiuto e al costante sostegno che l’ospedale di Polla, con i suoi medici e infermieri, ha saputo darci. Immaginate me e il mio neonato soli a dover raggiungere come primo ospedale Potenza o Salerno, ad esempio. Grazie ancora a tutti i medici e sanitari dell’ospedale di Polla, ai reparti di Ginecologia e di Pediatria, al dottore D’Alvano che mi ha chiamata anche di notte per sapere di Gioele e grazie ad Irene che è rimasta con noi anche al di fuori dei suoi turni lavorativi.

Ecco la lettera aperta inviata alla redazione del sito Ondanews dalla signora Cinzia Di Candia di Teggiano

Commenta

Clicca qui per commentare

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com