A Sarno consiglio comunale monotematico sull’ospedale. La Senatrice Angrisani: tavolo tecnico per salvare il “Martiri del Villa Malta”

Stampa
Nella giornata di ieri ho preso parte al consiglio comunale monotematico sul futuro dell’ospedale di Sarno. Un’assise che ha aperto finalmente uno scenario di condivisione di intenti per la sorte del nostro nosocomio- dichiara la Senatrice di Alternativa, Luisa Angrisani. Si è raggiunta la consapevolezza che il futuro del Villa Malta è seriamente a rischio, con ulteriori tagli all’orizzonte, pertanto- continua la Angrisani- dobbiamo assolutamente evitarne un ulteriore depotenziamento. Nel mio intervento durante il consiglio comunale ho ribadito che

occorrono strategie sinergiche tra istituzioni locali, regionali e nazionali, ognuno deve assumersi le proprie responsabilità e fare la propria parte. Bisogna aprire un tavolo permanente, istituzionale e non, per arrivare ad una soluzione congrua che tenga conto innanzitutto che la salute dei cittadini non può essere soggetta a qualsiasi vincolo di bilancio. Abbiamo bisogno innanzitutto di un pronto soccorso di qualità e di rafforzare tutti i reparti presenti nell’ ospedale- afferma la Senatrice.

Per fare ciò occorre una visione più ampia e non opportunistica, quella che finora ha fatto in modo che l’ospedale di Sarno venisse declassato.

Il direttore deve essere slegato dalla politica, deve assumersi la responsabilità delle scelte in modo autonomo e se non raggiunge gli obiettivi prefissati deve essere rimosso. Non possiamo più permetterci di avere dirigenti sanitari legati o pronti a rispondere solo a logiche partitiche- chiosa la Senatrice di Alternativa.

Chi viene in ospedale deve trovare persone qualificate ed accoglienti, non stressate dalla mole di lavoro e da scelte che non dipendono da loro, ma imposte. Assurdo poi ieri avere la percezione, nei vari interventi delle parti politiche, che  nessuno di loro governasse, né in regione né a livello nazionale, una farsa, un’ipocrisia e uno scaricabarile di responsabilità senza alcun pudore. I cittadini non sono stupidi, sanno che le competenze e le responsabilità sono di Draghi, De Luca e di chi li appoggia. Come non basta all’opinione pubblica annunciare l’arrivo di qualche medico, che forse viene sottratto da qualche altro ospedale, per dare una parvenza di impegno, perchè la sanità, la salute dei cittadini hanno bisogno di una seria programmazione, non di interventi tampone.

Sarno è un nosocomio con una posizione logistica strategica sia per la posizione che per il bacino di utenza, quindi non possiamo permetterci di perdere l’opportunità di fare squadra e lavorare al di là del colore politico o delle divergenze per lo stesso obiettivo: la salute dei cittadini. Solo uniti vinceremo questa battaglia, resto vicina e a disposizione del comitato e di tutte le associazioni che lottano per la salvaguardia del “Martiri del Villa Malta”- conclude la Senatrice di Alternativa, Luisa Angrisani.

Commenta

Clicca qui per commentare

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.