Anziana uccisa in casa a Salerno, si chiude il cerchio: arrestato l’ex badante

Stampa
Si chiude il cerchio introno all’omicidio della 91enne Maria Grazia Martino ed il ferimento della sorella 86enne Adele ritrovate entrambe domenica mattina a terra nella cantina della casa di Via San Leonardo, al civico 164 riverse in una pozza di sangue. In casa c’era anche il terzo fratello, Isidoro allettato e chiuso nella sua stanza.

Le indagini della Squadra Mobile di Salerno hanno consentito di risalire all’autore del delitto: si tratta dell’ex badante delle due donne, Giuseppe Buono, 41 anni residente a Baronissi.

L’uomo ha confessato di aver ucciso Maria Grazia Martino e ferito gravemente la sorella colpendole con una mazza di ferro. Il movente sarebbe da ricercare in una ingente somma di denaro custodita dalle due sorelle.

Buono ha confessato di aver sottratto 3400 euro, provento del fitto di alcune proprietà della famiglia, soldi poi rinvenuti nella sua abitazione. L’ex badante ha scavalcato un muro ed è entrato nell’abitazione probabilmente intorno alle 13,30 di sabato mattina 9 luglio e come ha raccontato dopo aver chiuso l’anziano è stato sorpreso dalle due donne. Una volta che si è visto scoperto l’uomo ha perso la testa brandendo un bastone in ferro (l’arma ancora non è stata trovata ,forse gettata in un cassonetto) ed ha colpito le donne che, nel frattempo,  avevano tentato la fuga arrivando nella tavernetta.

I dettagli dell’omicidio sono stati snocciolati in una conferenza stampa che si è svolta presso la Procura del Tribunale di Salerno diretta dal Procuratore Capo Giuseppe Borrelli. Da quanto si è appreso il ladro non sapeva che in casa c’era un tesoro ben più ampio in quanto gli Agenti della Polizia hanno trovato circa 340.000 €. 

Determinanti per le indagini condotte dagli uomini del vice questore Giovanni Di Palma, le perquisizioni e la visione delle immagini delle telecamere di videosorveglianza presenti nella zona oltre alla comparazione dei rilievi eseguiti dalla Scientifica. Fondamentali infatti anche i rilievi eseguiti nell’immediatezza dei fatti.

Buono è stato incastrato anche dall’impronta di una scarpa comparata nella perquisizione domiciliare in cui è stata rinvenuta la scatola delle scarpe della marca che era stata rilevata dall’inchiesta. L’uomo è ora sottoposto a fermo per rapina impropria, omicidio e tentato omicidio.

3 Commenti

Clicca qui per commentare

  • Che imbecille…. omicida e manco i soldi aveva preso… che sia punito soprattutto per la sua imbecillità!

  • Mettete al sicuro l’altra anziana e il suo tesoretto, con questa notizia potrebbe esserci il replay.

  • L importante e aver chiarito che in casa ci sono altri 340.000€ bravi…..al prossimo furto, teneteci aggiornati

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.