Giffoni, irriconoscibile il cadavere di Palmieri: necessario esame Dna, funerali rinviati

Stampa
Un ulteriore accertamento scientifico si è reso necessario in considerazione dell’avanzato stato di decomposizione in cui versa il corpo di Ciro Palmieri. Nei prossimi giorni sarà effettuato l’esame del Dna dal Ris di Roma.

Si dovrà attendere l’esito di questo test – come riporta il sito web ottopagine.it -prima di poter liberare il cadavere e restituirlo ai familiari per i funerali. Si tratta, chiaramente, di un atto dovuto ma necessario in quanto non è stato possibile riconoscere il cadavere.

Ieri i medici legali hanno comunque effettuato l’autopsia sul corpo del 43enne panettiere di Giffoni Valle Piana, che sarebbe stato ucciso dalla moglie Monica Milite, dal figlio ventenne Massimiliano e da un altro figlio di 15 anni nel pomeriggio del 29 luglio.

Commenta

Clicca qui per commentare

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.