Acerno piange don Alberto D’Urso: fu tra i fondatori della Consulta nazionale antiusura

Stampa
È morto, nel pomeriggio di ieri, don Alberto D’Urso: aveva 84 anni. Il 16 maggio del 1995 presso la Fondazione S.S. Nicola e S.S. Medici di Bari, insieme a padre Massimo Rastrelli, con le Fondazioni Antiusura di Napoli, Roma, Matera e Torino dette vita alla Consulta Nazionale Antiusura San Giovanni Paolo II, il primo organismo di lotta all’usura di matrice ecclesiale.

Molte altre diocesi d’Italia – come riporta oggi il quotidiano “Le Cronache” consultabile online – lo hanno seguito
negli anni. Oggi la Consulta in Italia consta 33 Fondazioni antiusura.

Era nato ad Acerno il 27 aprile 1938. Al suo paese natio è stato sempre profondamente legato frequentandolo ogni
anno (dal 1961) il 2 luglio, per la festa di S. Donato e un breve periodo di riposo e con più campi-scuola di ragazzi, giovani e adulti della comunità in cui ha operato a Bari.

Commenta

Clicca qui per commentare

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.