Prezzi delle abitazioni, Salerno il capoluogo più caro della Campania

Stampa
Il mercato residenziale campano archivia il terzo trimestre del 2022 con un calo dell’1,5%. Ad affermarlo è un’analisi elaborata dall’Ufficio Studi di idealista, il portale immobiliare leader per sviluppo tecnologico in Italia, secondo cui comprare una casa in Campania costa in media 1.631 euro al metro quadro, solo lo 0,8% rispetto a 12 mesi fa.

Province

Valori in calo in tutte le province ad eccezione di Napoli che fa registrare una variazione positiva (0,8%). A trainare l’andamento negativo dei mercati provinciali campani troviamo Salerno (-2,1%), seguita da Avellino e Caserta (entrambe a -0,6%).

La provincia campana più cara dove acquistare un immobile è Napoli con 2.142 euro al metro quadro. La seguono Salerno (1.704 euro/m2) e Caserta (1.099 euro/m2). Con meno di mille euro al metro quadro chiudono la graduatoria le province di Avellino (864 euro/m2) e Benevento (881 euro/m2).

Capoluoghi

Per quanto riguarda i mercati cittadini, Napoli (3,4%) e Caserta (1,1%) sono gli unici due capoluoghi a fare rilevare variazioni positive nell’ultimo trimestre. Mentre Salerno (-2%), Avellino (-1,5%) e Benevento (-0,1%) hanno visto il loro prezzi abbassarsi negli ultimi tre mesi.

Sul fronte dei prezzi, Salerno (2.453 euro/m²) è il capoluogo più caro della regione, seguito subito dopo da Napoli (2.391 euro/m2). Con valori decisamente inferiori, troviamo Caserta (1.484 euro/m²) e Avellino (1.186 euro/m²). Infine, Benevento con i suoi 1.118 euro al metro quadro è la città campana più economica per l’acquisto di un’abitazione.

Secondo Vincenzo De Tommaso, Responsabile dell’Ufficio studi di idealista: “i prezzi delle abitazioni hanno registrato un andamento ribassista dopo i mesi estivi, che però è prematuro collegare direttamente all’aumento dei tassi sui mutui ipotecari.

 Tuttavia, dopo i livelli record raggiunti a cavallo tra la fine dello scorso anno e l’inizio del 2022, c’è una tendenza al rallentamento della domanda, mentre sul fronte dei prezzi si vede ancora un trend positivo nei principali mercati come Milano, Napoli, Bologna, Torino e Roma.

È plausibile che si torni a un mercato a più velocità, dove le zone caratterizzate da una pressione maggiore della domanda sull’offerta potrebbero ignorare i rialzi dei tassi poiché hanno una domanda tale da assorbire altri aumenti di prezzo, mentre in quelli in cui il rapporto tra domanda e offerta è più equilibrato, l’aumento dei tassi potrebbe fisiologicamente avere un impatto sulle quotazioni delle abitazioni”.

  • Il report completo è consultabile al link:

I prezzi delle abitazioni usate in Italia hanno registrato un calo dell’1% nel corso del terzo trimestre 2022, per un valore al metro quadro che si è attesta a 1.808 euro/m2. Secondo i dati dell’Ufficio Studi di idealista, le quotazioni delle case sono aumentate dell’1% negli ultimi 12 mesi.

Dopo l’estate i prezzi sono aumentati solo in 4 regioni: Veneto (0,8%), Sardegna (0,5%); Abruzzo (0,4%) e Sicilia (0,3%).  Le altre regioni si attestano su valori inferiori a tre mesi fa, con gli indici di ribasso maggiori nel Lazio (-1,9%), Basilicata (-1,8%%) Campania (-1,5%), Umbria (-1,3%) e Piemonte (-1%). Contrazioni più contenute nel resto delle regioni.

Trentino-Alto Adige (2.635 euro/m2) guida la graduatoria dei prezzi regionali, davanti a La Valle d’Aosta (2.598 euro/m2), e Liguria (2.488 euro/m2). Prezzi sopra la media nazionale di 1.808 euro al metro quadro anche la Toscana (2.340 euro/m2), Lazio (2.141 euro/m2) e Lombardia (2.013 euro/m2). Le regioni più economiche sono Calabria e Molise, rispettivamente con 914 e 865 euro/m2.

A dispetto della tendenza regionale, l’andamento positivo prevale nella maggior parte dei 107 capoluoghi osservati trainati dalla crescita di Mantova (6,5%), Monza (6,2%) e Frosinone (5,1%) mentre, dal lato opposto, Oristano (-4,4%), Rovigo (-3,8%) e Vercelli (-3,4%) segnano i cali maggiori.

Milano fa registrare ancora un incremento dell’0,8% nel secondo trimestre e è il capoluogo più caro d’Italia con un valore al metro quadro che si attesta a 4.868 euro/m2. I prezzi nel capoluogo meneghino sono aumentati di un ulteriore 6,7% negli ultimi 12 mesi, ai massimi da quando l’indicatore di idealista è stato creato (2012).

Roma presenta un prezzo medio di mercato di 3.009 euro al metro quadro, invariato rispetto a tre mesi fa. Le quotazioni nella Capitale sono in lenta ripresa, anche se lontani dai massimi toccati dal mattone romano. Il calo medio dei prezzi accumulato negli ultimi 10 anni è del 29,2%.

Napoli ha fatto segnare la performance tra i grandi mercati dopo i mesi estivi, che hanno segnato un deciso aumento delle quotazioni del 3,4%, a 2.391 euro/m2. Guardando all’evoluzione degli ultimi 12 mesi però l’andamento è piatto e il gap negativo rispetto ai massimi toccati dalle quotazioni nel capoluogo campano a maggio 2012, a meno 23,5%.

Quatto sono i centri che non hanno subito variazioni, tra questi Roma, l’unico dei grandi mercati con prezzi di richiesta invariati rispetto a tre mesi fa. Nello stesso periodo Napoli (3,4%), Torino (1%) e Milano (0,8%) hanno continuato a mostrare segni di miglioramento.

La lunga serie di rincari colloca Milano (4.868 euro/m²) al primo posto nella classifica delle città più care per chi deve sostenere l’acquisto della casa davanti a Bolzano (4.474 euro/m²), Venezia (4.423 euro/m²) e Firenze (4.010 euro/m²). Nella parte bassa della graduatoria la più economica è Biella con un prezzo medio di 691 euro/m².

 

 

 

1 Commento

Clicca qui per commentare

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.