Salerno: truffe e raggiri agli anziani, Questore e Procuratore invitano a tenere alta l’attenzione

Si è svolta presso l’Auditorium del Centro Pastorale della Chiesa di Santa Margherita del parroco Don Sabatino in via Guido Vestuti a Salerno la campagna “Non Ci Casco” dove è stato affrontato il delicato tema delle truffe, molestie e raggiri di ogni genere in danno delle fasce sociali più deboli. All’incontro, voluto dalla SPI Cgil ha visto l’intervento di autorevoli rappresentanti istituzionali quali il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Salerno Filippo Melchiorre, il Procuratore della Repubblica c/o il Tribunale di Salerno Giuseppe Borrelli ed il Questore di Salerno Giancarlo Conticchio.

“Le truffe agli anziani sono un reato oscuro che ha la capacità di colpire le persone più deboli – ha affermato il Questore Conticchio. Con questo incontro abbiamo voluto dare delle indicazioni di massa per tenere anche alta l’attenzione su un fenomeno che con la Pandemia e post Pandemia è aumentato in quanto stando a casa parecchie truffe sono state commesse anche attraverso internet”.

Il Questore ha poi un importante suggerimento per i familiari delle persone anziane: “Dico ai figli, ai nipoti di stare dietro ai loro genitori e nonni ed installare in casa anche delle telecamere che ci controllano i nostri cari. Non è una violazione di privacy ma con 20 euro si può avere un occhio vigile che ci permette di controllare anche a distanza la situazione prevendendo ulteriormente possibili raggiri”.

Anche il Procuratore Borrelli ha aggiunto:

“Molto spesso registriamo che i contatti avvengono tramite telefonate. Si tratta di soggetti deboli in particolare nell’interlocuzione a distanza. Parliamo di un fenomeno socialmente grave che tra l’altro è stato tenuto bene in conto dal legislatore il quale con la recente riforma che entra in vigore dal primo novembre ha escluso le truffe agli anziani dal novero delle truffe per le quali è necessaria la querela ai fini della procedibilità”.

“Un chiaro segno – aggiunge Borrelli – di consapevolezza sulla gravità di questo fenomeno criminale. La Procura dal canto suo segue con la doverosa sensibilità questo genere di crimini e riteniamo di aver anche efficacemente contrastato alcune vicende che sono venute alla nostra attenzione avvalendoci ovviamente della grande collaborazione delle forze di polizia giudiziaria, Carabinieri e Polizia di stato in primis”.

Filippo Melchiorre Comandante Prov. Carabinieri

“Bisogna essere assiduamente vicini agli anziani anche attraverso una attività di consiglio. Abbiamo redatto un vademecum con dieci regole d’oro attraverso una brochure che stiamo distribuendo a livello territoriale anche grazie alle parrocchie. Nessuno può chiedere soldi in contanti ad un anziano, non lo può fare un Carabiniere, non lo può fare un Poliziotto, un Avvocato. Non lo può fare nessuno”.

L’iniziativa è stata coordinata da Rosanna Ciuffi, SPI-CGIL Salerno. Sono intervenuti anche Arturo Sessa, Segretario Generale SPI-CGIL Salerno e Antonio Apadula, Segretario Generale CGIL Salerno. Le conclusioni invece sono state affidate a Franco Tavella, Segretario Generale SPI-CGIL Campania Napoli.

Commenta

Clicca qui per commentare

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.