Sydney Sibilia, regista di “Smetto Quando Voglio”, ospite di Nico Casale su Radio Bussola 24, oggi dalle ore 17

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Sydney_Sibilia_RADIODalle 17 di oggi sarà ospite negli studi di Radio Bussola 24, Sydney Sibilia, il regista del film “Smetto Quando Voglio” pellicola ispirata alla cruda realtà del precariato. L’esordiente regista, salernitano di origine e romano di adozione, intervistato da Nico Casale, parlerà del film che sta spopolando in questi giorni nelle sale, superando, negli incassi, film del calibro di Robocop  e The Wolf of Wall Street.   “Lo spunto è arrivato dalla cronaca, da un articolo che raccontava di due netturbini laureati in filosofia. Ma tutte le storie di partenza dei protagonisti sono vere”.


Nel cast Edoardo Leo, Valeria Solarino, Neri Marcorè. L’antropologo si finge analfabeta pur di lavorare come sfasciacarrozze. I due latinisti fanno i benzinai in nero per un irascibile cingalese, il macroeconomista continua a perdere al poker clandestino, il neurobiologo è il lavapiatti di un ristorante cinese e l’archeologo assiste le trivellazioni urbane degli operai, scroccando loro il panino. “Solo in una società come la nostra i più intelligenti finiscono ai margini”, aveva detto il regista salernitano Sydney Sibilia, che sul paradossale riscatto di un gruppo di accademici borderline ha girato “Smetto quando voglio,” commedia citazionista e originale, con un cast azzeccato (prodotta da Fandango e Ascent).  I soliti, coltissimi, ignoti, ma anche Breaking bad e Romanzo criminale. “Ci ho messo tutto quello che mi piace al cinema e in tv, ma lo spunto iniziale è arrivato dalla cronaca. Un articolo su La Repubblica che raccontava di due netturbini laureati in filosofia che nell’alba romana dissertavano sulla Critica della ragion pura”.

 

“Smetto quando voglio” racconta di un ricercatore geniale di 36 anni, Edoardo Leo, fatto fuori dall’università a vantaggio del solito raccomandato. Non ha il coraggio di rivelarlo alla fidanzata (Valeria Solarino) e arruola un gruppo di colleghi competenti quanto emarginati in una banda che sintetizza e spaccia una nuova droga, eludendo l’elenco delle sostanze illegali pubblicato dal Ministero della Salute.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.