Parco Scientifico Tecnologico, i sindacati chiedono costituzione tavolo programatico

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
parco_scientifico_tecnologicoCGIL, CISL e UIL Salerno, nel condividere le azioni di lootta intraprese dalle OO. SS. di categoria FIOM – CGIL e FIM – CISL, ribadiscono – in una lettera inviata al Presidente del Parco Scientifico e Tecnologico – la necessità di un intervento concertato di tutte le istituzioni per affrontare la preoccupante situazione dei lavoratori del Parco Scientifico e Tecnologico di Salerno e delle Aree Interne (PST) da mesi sono senza stipendio ed in cassa integrazione straordinaria.

Ritenendo opportuno salvaguardare il patrimonio di esperienze e di progettualità espresse in venti anni di attività dai lavoratori del PST, le scriventi organizzazioni sindacali chiedono di proseguire il percorso avviato con l’Università degli Studi di Salerno per la definizione di una piattaforma programmatica di ampio respiro sui temi dello sviluppo territoriale, dell’innovazione e del trasferimento tecnologico.

È indispensabile, infatti, verificare possibili scenari di sviluppo strategico e integrare le risorse del PST nel percorso di riorganizzazione regionale, previsto dalla legge n 15 del 31 ottobre 2013 per la salvaguardia dei livelli occupazionali.

CGIL, CISL e UIL Salerno, inoltre, convinte che non si debba disperdere l’offerta culturale e professionale anche a vantaggio del contesto produttivo provinciale in un’area che assiste quotidianamente ad un lento declino e alla perdita di posti di lavoro, chiedono agli amministratori del Parco di dare risposte immediate e concrete sulle prospettive della società e sul prossimo piano industriale.

È necessario attivare con urgenza tutti gli strumenti possibili per garantire ai lavoratori pari dignità, agendo nelle sedi opportune per reinserire nel novero della riorganizzazione regionale anche la società PST.

Non c’è più tempo: bisogna agire rapidamente per uscire dall’empasse e dare ina chance ai dipendenti che in questi anni hanno sviluppato iniziative di innovazione e trasferimento tecnologico, di incubazione e creazione di impresa, formazione e aggiornamento delle risorse umane, coinvolgendo a tutti i livelli gli stakeholder del contesto locale.

 

Le professionalità del PST rappresentano assetti strategici per favorire lo sviluppo imprenditoriale e la capacità innovativa delle imprese campane, come emerge anche dalle policy regionali e dalla nuova programmazione europea.

Nel ribadire la necessità di una sollecita attivazione di tutti gli organi societari nelle sedi competenti per non pregiudicare oltremodo il futuro dei lavoratori, Le porgiamo cordiali saluti.

 

Maria Di Serio
Segr. Gen. Cgil Salerno

 

Matteo Buono
Segr. Gen. Cisl Salerno

Gerardo Pirone
Segr. Gen Uil Salerno

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.