Salernitana: Gregucci e Brini, destini incrociati

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Gregucci_e_BriniPassato e presente granata si intrecciano nel derby dell’Arechi. Da un lato l’attuale tecnico della Salernitana, ma nello stesso tempo ultimo allenatore della serie B della gestione Aliberti, dall’altro, sulla panchina dei sanniti, il trainer che ha festeggiato l’ultima promozione in cadetteria dei granata, nell’era Lombardi. Angelo Gregucci e Fabio Brini si sfidano in un match che si preannuncia fin da ora carico di emozioni. Salernitana – Benevento non sarà una partita come tutte le altre e non solo perchè è un derby, in cui in palio ci sono punti pesanti in chiave play off. Mister Gregucci, dopo aver collezionato tre successi ed un pareggio (in totale 10 punti in 4 gare), intende proseguire la striscia positiva e blindare ancora una volta l’Arechi. Discorso analogo per mister Brini.

Destini intrecciati per i due allenatori: l’avventura sulla panchina giallorossa per il tecnico di Porto Sant’Elpidio è iniziata con la vittoria per 3-0 contro il Pontedera, al 22^ turno di campionato, nella stessa giornata in cui esordiva anche Gregucci su quella della Salernitana, battendo il Barletta col lo stesso risultato (3-0). Da allora, pure Brini ha raccolto un bottino di 10 punti così come il collega pugliese, con l’unica differenza che una delle tre vittorie del Benevento è frutto del risultato a tavolino con la Nocerina. Anche l’allenatore dei sanniti, però, vuole far punti nello scontro di domenica. Il suo ultimo ricordo dell’Arechi non è particolarmente piacevole.

Brini salutò il pubblico granata il 18 settembre del 2009: era la quinta giornata di campionato e la Salernitana, ancora all’asciutto in classifica, perse 3-0 in casa col Torino. Brini fu esonerato il giorno dopo. Il tecnico marchigiano che, in quella stagione, per la prima volta iniziava un campionato a Salerno fin dal principio, senza subentrare, terminò così, e stavolta definitivamente, la sua esperienza in granata. Brini però ha anche piacevoli ricordi legati alla Salernitana, dalla salvezza conquistata in B, nel precedente torneo, quando sostituì Castori, alla promozione in cadetteria conquistata nel 2008, quando raccolse l’eredità di Agostinelli. Nei panni di “traghettatore”, in granata, non ha mai fallito e la storia racconta che è lui l’ultimo tecnico ad aver guidato la Salernitana ad una promozione in B. A Gregucci spetta ora il compito di emularlo e di retrocederlo a penultimo tecnico del salto in cadetteria. Chissà che l’Arechi non possa suggellare domenica il passaggio di testimone…

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.