Vallo della Lucania: lo adescano in un bar per poi picchiarlo e derubarlo, due arresti

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
carabinieri_posto_blocco_I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Vallo della Lucania, hanno arresto due giovani del posto, già noti alle forze dell’ordine, resisi responsabili in concorso tra loro dei reati di rapina e sequestro di persona ai danni di un loro coetaneo. I due avevano avvicinato un uomo che si trovava all’interno di un bar e dopo averlo fatto uscire con una banale scusa, è stato costretto con la forza, a salire a bordo di un’auto usata dai malfattori per raggiungere l’aperta campagna.

Dopo aver aggredito il malcapitato con schiaffi e pugni al volto, i due complici si sono fatti consegnare il portafoglio con all’interno qualche euro.  Finito il pestaggio i due abbandonavano la vittima nei pressi della sua abitazione dove veniva soccorso da alcuni parenti e trasportato con ambulanza del 118 presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Vallo della Lucania. Giunto presso il nosocomio i medici provvedevano alle prime cure del caso ed immediatamente informavano i carabinieri di quanto accaduto. I militari arrivati sul posto, assumevano le prime dichiarazioni del giovane che era in un evidente stato di shock il quale riferiva i nomi e le indicazioni dei propri assalitori.

Subito venivano identificate le persone presenti nel bar, le quali, anche loro sentite dai carabinieri, davano una prima descrizione dei rei per poi riconoscerli mediante ad alcune foto  che gli venivano fatte visionare dai militari.  Avuti i riscontri, i due aggressori sono stati rintracciati presso i rispettivi domicili, nonché veniva rinvenuta l’autovettura che avevano utilizzato, con all’interno macchie di sangue ancora fresche.

 

Pertanto i due sono stati tradotti presso i rispettivi domicili, in regime degli arresti domiciliari,  in attesa del rito per direttissima, così come disposto dal Pubblico Ministero, Dott. Alfredo Greco, della procura della Repubblica del Tribunale di Vallo della Lucania, che da subito ha coordinato l’attività di indagine poste in essere dai carabinieri.

(Comunicato Ufficiale dei Carabinieri)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.