Capaccio: Comune dichiara guerra alle zanzare, progetto per proliferare i pipistrelli

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

pipistrelliContenere il proliferare delle zanzare favorendo la diffusione sul territorio comunale dei chirotteri ovvero i pipistrelli: la Giunta comunale, su proposta dell’assessore all’Ambiente Eustachio Voza, ha approvato il “Progetto di sostegno alla diffusione dei chirotteri sul territorio di Capaccio Paestum. Il progetto è stato elaborato in collaborazione con gli esperti delle guardie ecozoofile di FareAmbiente.

Il progetto si pone l’obiettivo di concorrere, unitamente ad altri interventi, al contenimento del proliferare delle zanzare favorendo la diffusione sul territorio comunale dei chirotteri che sono i naturali predatori di questi insetti, anche al fine di limitare l’utilizzo di sostanze chimiche utilizzate per le relative disinfestazioni. Ciò avverrà attraverso la diffusione sperimentale di appositi rifugi, cosiddetti “bat box”, in luoghi pubblici e privati sul territorio comunale. Inoltre, nel contesto di un’efficace azione locale di protezione dei chirotteri e di sviluppo della conoscenza sul loro stato di conservazione si inquadra la scelta di fornire al prezzo agevolato di 15 euro un bat box per famiglia a cittadini residenti che ne facciano richiesta per collocarli nell’area di pertinenza della propria abitazione, fino ad un massimo di 20 rifugi all’anno per il 2014.

«Si tratta di una metodologia di lotta biologica senza impatti ambientali che è stata sperimentata con successo sin dall’inizio del XX secolo, sia in Italia che in altri Paesi. – spiega l’assessore all’Ambiente Eustachio Voza – Considerata la diffusione di zanzare nel nostro territorio, dovuta all’abbondante presenza di acqua, soprattutto nel periodo estivo e, oltre al fastidio per le punture anche al pericolo di infezioni che possono causare, riteniamo che questa possa essere una buona soluzione per ridurne il numero».

 

«La diffusione di zanzare, in particolare nei periodi caldi quando è maggiore l’affluenza turistica, rappresenta un problema che non va sottovalutato. – afferma il sindaco Italo Voza – I bat box consentiranno di combattere un maniera naturale un fenomeno da affrontare seriamente nel nostro territorio».

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.