Calcio violento: follia ultras in Eccellenza, calciatori picchiati a sangue – [GUARDA IL VIDEO]

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
Aggressione_GiuglianoUn nuovo gravissimo episodio macchia il mondo del calcio italiano, nello specifico quello campano. A fine primo tempo della partita tra Giugliano e Virtus Volla, valida per il campionato di Eccellenza, la rabbia dei tifosi della squadra di casa è esplosa contro i giocatori ospiti, che sono stati violentemente aggrediti. Un tifoso del Giugliano scavalca la recinzione ed entra in campo attaccando alle spalle l’attaccante del Volla, Scippa, e colpendolo con due pugni. E’ la molla che fa scattare la follia più incontrollata: in un amen una ventina di tifosi del Giugliano scavalcano ed aggrediscono i giocatori del Volla, si scatena una rissa terribile giocatori e tifosi, che attaccano utilizzando anche sedie, bastoni, mazze e altri oggetti contundenti.

Tre persone sono state arrestate dalla polizia per i disordini avvenuti nel pomeriggio di ieri allo stadio comunale ”Vallefuoco” di Mugnano dove si disputava la partita Giugliano-Volla (dilettanti). Alcuni tifosi del Giugliano, hanno aggredito un calciatore della squadra ospite, un commissario di gara ed il magazzinieri.

La partita è stata sospesa quasi al termine del primo tempo. Gli arresti sono avvenuti a meno di 24 ore dai fatti con un’indagine no-stop condotta dagli agenti del commissariato di Giugliano, diretti dal primo dirigente Pasquale Trocino. Gli investigatori hanno visionato attentamente alcune immagini riprese durante la partita e sono risaliti a tre dei presunti responsabili dell’aggressione che sono stati bloccati ed arrestati oggi.

Distrutto il presidente Sestile, in lacrime e fortemente scosso per l’accaduto: “Esprimo solidarietà alla società sportiva Virtus Volla, ai suoi collaboratori, al suo presidente e a tutti i suoi tesserati nonché alla città di Volla. Oggi è stata scritta una pagina amara per lo sport di Giugliano. Non ci sono parole per definire il vile accaduto. Come uomo di sport mi sento offeso e umiliato nei valori sportivi. Rinnovo con estrema sincerità la mia personale vicinanza insieme ai più stretti collaboratori della società Giugliano e dei cittadini giuglianesi. Rinnovo le scuse per l’accaduto. In questo calcio non mi identifico”.

GUARDA IL VIDEO DI TELEVOMERO

Il presidente del Volla Urbano invece ha commentato così: ”Faccio calcio da 20 anni. Questa è una cosa vergognosa. Mai capitato nella storia del calcio campano e mai una violenza così becera in tutta Italia. Il presidente Sestile ha assicurato che la squadra non giocherà più. I miei calciatori sono stati colpiti alla testa, è stata una guerriglia. Hanno picchiato i ragazzini e li hanno minacciati con pistole e spranghe. A Mugnano c’erano solo tre carabinieri che hanno avuto paura di agire contro cinquanta supporter gialloblù. La forza dell’ordine dov’era oggi? Un in bocca al lupo al commissario di campo che dovrà essere operato domani. Ci hanno aggrediti ed ammazzato di botte. Il presidente Sestile deve ritirare la squadra”.

Fonte TGCOM

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.