Granata tra illusione e delusione, ridimensionata la Salernitana

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Salernitana_sconfittaIl Prato ha calpestato la Salernitana. Registrati picchi soltanto in basso per una squadra che ha cancellato con un colpo di spugna quanto di buono aveva fatto vedere nelle ultime due settimane. La Salernitana di Gregucci ha scelto di farsi del male, un masochismo ingiustificato che l’ha fatta scivolare nuovamente ai margini della zona play off. Da Prato si torna con due certezze: la prima è che alcuni elementi di questa rosa sono insostituibili vedi i vari Pestrin e Montervino per fare un esempio. La seconda certezza è che la Salernitana, probabilnmente,  vale quella posizione per quanto fatto vedere in questa stagione.

Parlare di motivazioni ed approccio sbagliato a tre giornate dal termine e con un campionato che mette ancora in palio il miglior piazzamento nella griglia degli spareggi promozione è esercizio stucchevole. Non regge. La Salernitana ha fallito la partita che non avrebbe dovuto e potuto sbagliare. Ha preso tre gol da una squadra che non segna quasi mai e che aveva incssato 13 reti nelle ultime quattro gare condite da altrettante sconfitte. I granata si  si sono intrufolati in un tunnel buio da subito, con trame alla ceca e incredibili amnesie – simili a quelle morali di Varrelliana memoria –. Orrendi svarioni che hanno agevolato il facile successo dei toscani. Gioco di squadra zero, lampi di genio dei singoli, men che zero: Tuia e compagni completamente in bambola là dietro e con Fofana che  continua a macchiare il suo cammino in granata con prestazione del tutto insufficiente.

Un triplo salto all’indietro, per una squadra che aveva dispensato buoni motivi per stare allegri e forse anche illusioni dopo il match di Frosinone e la vittoria con il Pisa e che invece si ritrova con una inattesa battuta d’arresto. Eppure le avvisaglie di questa involuzione erano state largamente denunciate dlalo stesso Fabiani che aveva minacciato di far giocare la Berretti contro il Monza nella finale di Coppa Italia in caso di ko. Lo faccia Fabiani, dimostri di avere coraggio e metta in pratica quanto annunciato per dare una scossa ad una squadra che, probabilemnte non ha ancora capito il valore e l’importanza di questo torneo. Nel calcio si può vincere e perdere, le sconfitte fanno parte del gioco ma è umiliante perdere senza scendere in campo. Da Prato vien fuori una squadra ridimensionata anche nelle prospettive play off. La speranza è che questo passo falso sia l’ultimo. Inutile fare drammi daccordo ma non serve nemmeno far finta che tutto va bene…

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Volevo solo ricordare al nostro allenatore Gregucci, che al suo arrivo aveva detto che mai più voleva vedere i tifosi andare via prima della fine delle partite.
    Ieri non solo sono andati via prima della stadio, ma abbiamo anche spento il televisore!!!!

  2. a zozzoni ma dove volevete annà er prato vi ha gonfiate de brutto vè rocca annà a giocà cor a lupa frascati

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.