Lotito Re di Coppa, ma adesso serve vincere il campionato

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Salernitana_Monza_finale_coppa_Italia_2014 (46)Con la Coppa Italia di Lega Pro vinta mercoledì con la Salernitana, salgono a 6 in 10 anni i trofei conquistati da Claudio Lotito, nella sua carriera da presidente. Una statistica che ne fa un vero e proprio ‘re di Coppa’ Quattro i trofei vinti con la Lazio, due con la Salernitana. Ma nonostante queste vittorie in Coppa, le critiche all’indirizzo di Lotito non mancano, sia a Roma, sia a Salerno, e sono prevalentemente relative al campionato. Alla Lazio la contestazione è feroce e proseguirà anche domani contro il Torino: solo 3 mila circa i biglietti venduti, nonostante la promozione famiglia messa in piedi per provare a riempire l’Olimpico.

A Salerno il rapporto con Lotito prima era di odio – amore oggi si è trasformato in indifferenza con la conseguente ascesa di Marco Mezzaroma. Socio al 50 %, partito in sordina rispetto al cognato, Mezzaroma con stile e garbo è riuscito a scalare posizioni nella speciale classifica del gradimento. Mezzaroma ha anche mostrato una certa propensione all’ascolto. Non sono cadute nel vuoto le sollecitazioni sulla riapertura dei distinti così come l’iniziativa per ricordare Agostino Di Bartolemei con tanto di maglia celebrativa. A Lotito, invece, proprio per la sua maggiore esperienza parte dei tifosi rimproverano il non aver scelto, da subito, giocatori adeguati al progetto di rilancio, l’aver perso tanto tempo prima di capire che bisognava puntellare la difesa e rafforzare il centrocampo.

I tifosi non sono soddisfatti anche percè la Salernitana che si è privata a cuor leggero di Grassi e Guazzo adesso perde anche Fofana e Foggia nella fase cruciale della stagione. La speranza e che il Lotito re di Coppa abbia doti nascoste e riesca ad avere, in campionato le stesse fortune che ne accompagnano le prestazioni delle sue squadre in Coppa. Non vincere questo campionato con una riforma alle porte e con un gruppo di squadre temibili ai nastri di partenza della prossima serie C suonerebbe come una sconfitta durissima da digerire.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. squadre temibili di nome…poi boisognerà valutarne la consistenza…più che altro c’è il rischio…l’anno prossimo… di giocare ogni partita con tifoseria al seguito ridotta…tenuto conto di trasferte come Cosenza, Foggia, Caserta, Messina ecc ecc

  2. adesso il campionato nn lo vinciamo sicuro…o pensate che con codesta squadra incompleta in ogni repartopossiamo ambire a vincere i play off?…siete dei sognatori…piuttosto dite al re di coppa che iniziasse a guardarsi intorno gia da ora…x l’anno pross.le squadre si fanno a luglio nn a febbraio!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.