Scafati: Multe all’auto blu del Sindaco, scrutatori e pacchi alimentari: la replica del Comune

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Scafati_Comune_MunicipioRelativamente al ricorso prodotto dal Comune di Scafati avverso le multe elevate a carico dell’auto blu del Sindaco Pasquale Aliberti, nel tragitto compiuto dal primo cittadino per motivi istituzionali, il giudice ha ritenuto di rigettare tali verbali e di liquidare al Comune di Scafati le spese sostenute per produrre ricorso. Il ricorso, pertanto, ha avuto esito favorevole per l’Ente, Nessun onere, in questa vicenda, è da considerarsi a carico dell’Ente.

Polemiche sulla nomina degli scrutatori. Precisazioni del consigliere Formisano

Relativamente alla nomina degli scrutatori e alle modalità stabilite dalla Commissione elettorale composta dai consiglieri comunali Teresa Formisano, Alfonso Pisacane e Mario Santocchio, criticate aspramente da alcuni esponenti del Movimento Arancione e Movimento 5 Stelle, il consigliere Formisano replica e chiarisce quanto segue: “La polemica sollevata da alcuni esponenti dell’opposizione extra consiliare è assolutamente strumentale.  Gli scrutatori,  sono stati nominati dai consiglieri di maggioranza e opposizione, tenendo presente il requisito della disoccupazione e dell’età. Si tratta di una decisione unanime, che ha visto il parere favorevole di entrambi gli schieramenti. Una scelta compiuta anche sulla scorta delle difficoltà riscontrate l’anno scorso con la modalità del sorteggio, che non ha sempre  garantito affidabilità e competenza. La commissione ha svolto un lavoro impeccabile e non è certo la sola ad aver intrapreso questa strada, ovvero quella della nomina, comune alla maggior parte dei comuni italiani”.

Cibo avariato nei pacchi comunali: l’assessore Pisacane chiarisce l’accaduto.

 In merito alla denuncia ai Nas del consigliere comunale Michele Raviotta, relativa alla presenza di cibo avariato nei pacchi alimentari distribuiti  nel progetto ‘Lotta alla povertà’, l’assessore alle Politiche Sociali Annalisa Pisacane replica quanto segue: “Il materiale presente all’interno dei pacchi corrisponde ai requisiti di legge per la distribuzione ed è ampiamente al di sotto del periodo di scadenza. E’ accaduto, che qualche decina di confezioni di formaggio, pur non essendo scadute, a causa della rottura della pellicola di protezione, non presentavano le condizioni idonee al consumo alimentare. Per tale ragione, queste confezioni sono state restituite al Banco alimentare Campania, che ha provveduto alla loro sostituzione. Unitamente alla altre derrate alimentari, ovvero quelle eccedenti, saranno consegnate, per questo mese, al santuario della Madonna di Bagni, che provvederà alla distribuzione, tenendo conto del disagio sociale delle famiglie destinatarie”.

 

Fonte Comune di Scafati

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.