Play Off: granata condannati a vincere

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Salernitana_Benevento_27_goal_genericaCondannati a vincere, un imperativo con tre punti esclamativi che da una parte toglie qualcosa in termini di serenità e dall’altra aggiunge qualcosa in termini di grinta. La Salernitana domani si gioca tutto: stagione, play off e futuro. Lontana dalla città ma non dal cuore dei tifosi la squadra che vedremo domani al Matusa è stata forgiata in allenamenti intensi. La partita è stata preparata nei minimi dettagli anche se non si percepiscono, in questa vigilia di calma apparente umori e sensazioni del gruppo. Serve una prestazione super, serve una vittoria per espugnare un campo finora inviolato ma non inviolabile. Serve vincere ma senza lanciarsi scriteriatamente all’attacco lancia in resta. Serve un atteggiamento talmente equilibrato da sembrare cinico, lo stesso ammirato ed apprezzato nella gara di circa 40 giorni fa al Matusa.

Il Frosinone ha in organico giocatori di categoria, buoni pedalatori, qualche esperto nelle randellate e anche un paio di elementi capaci di fare la differenza. Ha un centrocampo robuso ed un attacco da paura con il pericoloso Ciofani. In difesa, però, non sono affatto impenetrabili, soprattutto se presi in velocità. Serve la Salernitana che ha vinto contro Benevento e Pisa e che ha tenuto testa alla capolista Perugia. Serve la Salernitana che ha già messo sotto, tra coppa e campionato per tre volte i ciociari e che può tranquillamente farlo anche domani. Serve la presenza della società sugli spalti, quanto mai opportuna in una gara che mette in palio tutto e forse anche di più.

Il Matusa sarà un catino incandescente, per fortuna avrà uno spicchio colorato di granata e non è poco: la tifoseria salernitana è trainante e farà la sua parte nonostante divieti e paletti che hanno finito per disorientare e scoraggiare anche i più affezionati. Al resto dovranno pensarci i giocatori. Una squadra orfana di Foggia ha dalla sua tante valide alternative da Gustavo a Mounard, da Mendicino a Ginestra. E poi l’uomo del girone di ritorno Volpe ma anche delle giocate decisive quel Mancini, che assieme a Montervino e Pestrin,  garantiranno sostanza e qualità alla Salernitana a caccia del pass per la semifinale play off.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.