Salerno, De Luca a Radio Alfa: “Abbiamo anticipato di 20 anni la politica di Renzi”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
13
Stampa
PD_Bersani_a_Salerno_De_Luca_17E’ stato un vero terremoto politico. Cosi’ il sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca, intervenuto a Radio Alfa per S come Salerno, in onda ogni giovedì alle 12,45 parlando del risultato delle Europee del 25 maggio scorso. Per il sindaco si è notata la voglia di cambiamento degli italiani e di cambiare pagina. Un “risultato storico” ha detto De Luca sottolineando da una parte i toni troppo accesi della campagna elettorale, e dall’altra la capacità della politica di Renzi di rompere gli steccati dei partiti classici. “Ha rotto dei tabu'”. Ma De Luca ci tiene a sottolineare anche che ciò che ha rappresentato la carta vincente per il PD di oggi e dunque di Renzi, la trasparenza, la politica lontana da quella troppo politicante, i partiti troppo vicini alle ideologie e poco alla gente, in realtà è da almeno 20 anni la sua idea di fare politica e infatti il sindaco dice “a Salerno 20 anni fa non avevamo bandiere politiche e ideologiche”, ricordando che la sua prima campagna elettorale era stata fatta sotto il segno della lista civica “Progressisti per Salerno”.

“Chi ha votato in questo modo è per dinamizzare l’Italia e non lasciarla ingessata” , ha aggiunto poi De Luca facendo un concreto riferimento ai comitati che da tempo stanno combattendo contro la realizzazione del Crescent, “vogliono un’Italia paralizzata ma non si sa nemmeno perchè”.  Il sindaco ha poi ricordato anche Massimo Vignelli, il designer italiano che ha disegnato il logo turistico (la famosa “S”) della città, scomparso ieri e una prossima iniziativa che il comune farà nei prossimi giorni in onore di Vignelli. De Luca ha ricordato che molte persone accusarono il comune di aver pagato Vignelli, 300mila euro (chiamando anche Striscia la Notizia), che in realtà è la somma che l’Amministrazione Comunale destina a tutta la comunicazione. “Con le polemiche, le offese e le contestazioni, l’Italia muore”, dice De Luca.
Nel corso della puntata il sindaco parla anche dell’assemblea della Centrale del Latte, ritornando a dire che entro tre mesi, se le Centrale non viene venduta, sarà “svenduta” visto che il Governo è intenzionato a eliminare circa 7mila società partecipate.

Fonte Radio Alfa

ASCOLTA LA PUNTATA SU RADIO ALFA DEL SINDACO

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

13 COMMENTI

  1. 20 anni fa non c’era manco la SOGET……che pratica le estorsioni a danno dei cittadini…….aumentando gli interessi minacciando la riscossione coatta……..ah quante ve ne direi…non immaginate quante……bella cricca

  2. Ti segnalo, caro amico “Salernitano” che i vertici della SOGET sono già stati condannati dal Tribunale di Taranto. Peraltro già dal gennaio 2014 fu invitato a non aprire la porta agli impiegati della SOGET, in qunto il Comune è già in possesso di tutti i documenti degli immobili !

  3. La politica di Renzi non è niente di nuovo è solo quello che si è sempre promesso e poi…………. Ora non c’è più niente da rubare perchè bisogna solo lavorare. La crisi è dovunque e non ci si può tornare indietro se no saremo tutti a fare i conti con una rivoluzione. Bisogna solo remare tutti da una sola parte e che si trovi quel lavoro che manca ai giovani che stanno diventati “vecchi” senza futuro. Siamo fiduciosi per una vera ripresa. Buon lavoro a Renzi e a tutti i politici.

  4. Sta volta non ci sono cafoni, idioti o altri appellativi, cosè una revisione anche questa?.

  5. Infatti, si ispira a te da 20 anni.
    Ma piantala di fare il solito fariseo che se andava male ricominciavi a sparare sul PD.

  6. Quindi se ora pensi al supporto “delle anime morte”per la Regione fai il bravo, cospargiti il capo di cenere e chiedi per quegli insulti.
    Comincia a rispettare ruoli e persone e, soprattutto, abbassiamo petto e cresta e se vinci le primarie, se ne può parlare.

  7. Leggete cosa diceva De Luca di Renzi nel 2012:

    Arriva poi l’assalto a Renzi: «In che Paese viviamo? La Polverini si deve ancora dimettere, sono tutti ancora là. La Melandri è stata nominata Presidente del Maxxi di Roma: dal mio punto di vista è indecente che una figura politica sia nominata da un governo tecnico, senza nemmeno le dimissioni; cosa avrebbe detto il Pd se avessero nominato un esponente di un altro partito? Il massimo di rinnovamento politico è affidato a Renzi, che comunque fa politica da 20 anni ed è quindi anche lui dentro la “casta”. Peraltro nel suo caso siamo di fronte ad un’operazione mediatica costruita a tavolino: è tutto uno sceneggiato, tutta plastica. Mi chiedo come si faccia a fare il sindaco di Firenze avendo in testa altre cose già da due anni: da noi se non si lavora dalla mattina alla notte non si va avanti. Sarebbe giusto che un sindaco abbia rispetto per i cittadini che l’hanno votato: fare il proprio dovere sarebbe un elementar e gesto di correttezza. Spesso le istituzioni sono solo un palcoscenico per avere visibilità e poi puntare a Roma».

  8. iPOCRITA DICEMBRE 2012 A CHI PORTAVI? TI VANTASTI CHE BERSANI AVEVA AVUTO L’80% ORA SALI SUL CARRO DEL VINCITORE PER 2 GIORNI E POI TI ARROGHI IL DIRITTO DI ESSERE STATO TU UNO DEI PRIMI CHE SCHIFO E C’E’ GENTE CHE LO SEGUE ANCORA

  9. alla logica non c’e’ decenza…….meglio essere nessuno che come sta gente…..mamma ma’…….come vi schifo

  10. Questo fa già come se fosse il candidato in pectore per emanazione divina del PD.
    Ci divertiremo quando dovrà finalmente confrontarsi in dibattiti e confronti. Se vuole mettere il naso oltre Salerno, e’ finita l’epoca dei monologhi TV e l’acclamazione de suoi accoliti.
    Con le Primarie in Regione i Progressisti rimangono uno sparuto gruppo di supporters.

  11. Vergognatevi siete sempre gli stessi, ma prima o poi spero prima che poi, ci dovrete lasciare e che miseria.

  12. Amici del forum buongiorno. Volevo dirvi una cosa, sapete perchè questi signori sono sempre votati dal popolo? Vi spiego subito: mentre questi politici (definiti cosi in senso di disprezzo) fanno corsi di comunicazione per vendere chiacchiere a prezzo esagerato, chi li vota non impara a capire l’italiano. Buona giornata a tutti

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.