Salerno: dopo lo stop al Crescent De Luca starebbe pensando a ricorso al Tar

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
23
Stampa
crescent_chiancarelle_8Controdeduzioni tecniche, nuovi rendering del progetto e, soprattutto, un possibile ricorso al Tar contro le presunte «lacune» contenute nel parere del soprintendente Gennaro Miccio. Sarebbe questa la strategia del Comune di Salerno per salvare l’opera stando a quanto scrive il quotidiano Il Mattino oggi in edicola.

A otto giorni dalla scadenza dei termini per presentare formale opposizione al diniego della Soprintendenza sul proseguimento dei lavori per la realizzazione della mezza vela di Bofil, De Luca – con i suo fedelissimi (scrive Il Mattino)  ha dettato ai suoi le contromosse non solo per «congelare» la relazione della Soprintendenza, ma anche per rilanciare il progetto del Crescent.

 

Nulla dovrà essere lasciato al caso, nemmeno l’ipotesi di fare ricorso al Tar».
Da palazzo di città, come da tradizioni, né conferme né smentite, un silenzio che potrebbe continuare ancora per qualche giorno, fino alla calendarizzazione del tavolo tecnico, convitato il ministero, chiamato a dire la sua sul Crescent di piazza della Libertà.

Fonte IlMattino.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

23 COMMENTI

  1. Ma basta……………………… !
    Ma questa soprintendenza che non serve a nulla se non ad intralciare i lavori li paga essa i danni per l’abbattimento dell’opera e per il risanamento della zona. Lo capisce anche un bambino che è troppo tardi per fare filosofia, ora l’opera si deve finire e basta. Speriamo che il governo intervenga subito in questa faccenda, l’Italia non ne può più di queste pusillanimerie.

  2. Qui non si parla di filosofofia ma rispetto delle regole.
    fino a quando si fanno i baba l’italia non andra da nessuna parte
    ed il detto hai vogli i mett rumm nu s……z nun divent mai babba

  3. Ottenebrato dal Crescent. Se si blocca escono fuori Babà di portata atomica.
    Le corse della metropolitane tagliate. Lo spazzamento delle strade, il ripristino di spazi della Città trasformati in cloache a cielo aperto, il rifacimento delle strade ridotte a groviera.. E ce ne sarebbero altre di di problematiche a cui pensare e,soprattutto, risolvere.
    Invece questo pensa ” ai fatterelli suoi” con il soldi dei Salernitani e gli spazi pubblici della Città

  4. Se è stato aperto un tavolo tecnico vuol dire che ci sono margini di trattativa per venire a capo di questa matassa sediamoci e ragioniamo x trovare una soluzione al problema! se poi il responso sarà negativo andremo avanti al tar pure al presidente della repubblica se serve perchè questi finti ambientalisti hanno rotto le scatole!

  5. Vedo che in molti hanno il gusto dell’orrido.Certo dipende da dove uno vive e e da quali posti frequenta e che idea ha della Legalità.Quest’Opera come viene definita nell’articolo,meriterebbe un’altro appellativo,potremmo chiamarla “diga”,atta ad impedire ai veri Salernitani un naturale sbocco verso il mare ed anche senza soldi in tasca, perlomeno sognare orizzonti lontani.Sembra poco ma nel nome dell’affare spesso,ultimamente quasi sempre,i cittadini vengono sempre più mortificati.

  6. questa storia è il simbolo dell’Italia: falsi ambientalisti, miscugli di interessi politico-condominiali, soprintendenti farsa, pusillanimi e contraddittori, palude burocratica e stasi economica. Quando ci sarà la possibilità per un soggetto (pubblico) che lavora di evitare che abbia 18/20 controllori?
    Povera Italia!
    “dum Romae consulitur, Saguntum expugnatur”

  7. Trovati un vero lavoro all’estero e ritorna a salerno tra 20 anni. Solo così ti sarai (forse) liberato da una mentalità di paese del sud Italia.

  8. Per rivalutare quella zona non c’era bisogno di costruire il crescent.
    Lo si poteva fare in un altro migliaio di modi.Le altre costruzioni alle spalle sono obsolete?E allora si intervenga in tutti i MODI per rifaquilicare quella zona.Ma non buttando cemento,usufruibile da pochi eletti,sottraendo spazio agli abitanti di questa città e facendo gli interessi di pochi.Aldilà di tutti i giochini burocratici,dei chiancarellari,e dei pro crescent,Salerno è dei SALERNITANI,e non di qualcuno che
    si crede padrone di un feudo(suo)per fare gli affari suoi.

  9. Solite balle, dietro al Crescent ci sono interessi, se si blocca escono i babà…sapete solo fermarvi alle chiacchiere da bar. Il vero problema è che un progetto enorme con altrettanto enormi ricadute economiche. La sua ultimazione consentirebbe di vendere appartamenti per decine di milioni di euro, di aprire decine di negozi di lusso ad uso dei croceristi e turisti in genere, di aprire decine di locali decongestionando il centro storico, di avere 700 posti auto e dare respiro alla viabilità. Dietro al Crescent ci sono milioni di euro dell’Unione Europea che dovevano essere spesi e che torneranno indietro, imprese che hanno investito e rischiano il crac, famiglie di operai che non hanno lo stipendio. Miccio ha fatto il suo onesto lavoro di azzeccagarbuglie ma i suoi proseliti sono degli imbecilli.

  10. Mi sa che questo miccio e un napoletano,e come tutti i napoletani ha paura dello sviluppo della nostra citta.

  11. La befana viene il 6 gennaio ed i bambini li porta la cicogna…
    Te ne accorgi(ce ne accorgiamo)Cosa succede fra ottobre e fine anno.
    un consiglio:non ti illudere e ritira i tuoi soldi dalle banche.
    Rispettosamente ti saluto

  12. La piazza, è una opera pubblica, con relativi parcheggi sotterranei per 700 posti.Tutto bene, peccato che la magistratura l\’abbia messa sotto sequestro, per il crollo che si è verificato.Il Crescent è privato,ma la cosa gravissima per cui chiedo una spiegazione è un\’altra cosa:Vi è una clausola che prevede il rischio d\’impresa a carico del comune di Salerno per 50 milioni di Euro, per cui se l\’opera fosse bloccata lungo l\’itinerario amministrativo per \”qualsiasi\” motivo la stazione appaltante deve ricevere dal comune di Salerno, cioè da noi cittadini i 50 milioni della clausola compromissioria.Mi chiedo: è giusto, è morale inserire una clausola del genere? Allora giuridicamente il rischio \”d\’impresa\” non esiste piu\’? vi chiedo è legale tutto cio\’?Poteva il responsabile del comune firmare un atto cosi\’ oneroso per la citta\’ a me la cosa non mi è chiara ANZI.

  13. ARRIVEREMO ALL’ABBATTIMENTO DELL’ ECOMOSTRO? ORMAI SEMBRA INELUTTABILE QUESTA FINE…..MA UNA DOMANDA CORRE SPONTANEA “ERA PROPRIO IMPORTANTE COSTRUIRE IL MOSTRO??” NON BASTAVA LA PIAZZA! , CHE POI E’ PROPRIO BELLA, SENZA EDIFICARE QUELL’ABORTO? I DANNI LI PORTERANNO IN DANNO A CHI? POVERA SALERNO IN CHE MAI SEI FINITA!!!! CALIGOLA ERA UN SIGNORE!!!!

  14. ARRIVEREMO ALL\’ABBATTIMENTO DELL\’ ECOMOSTRO? ORMAI SEMBRA INELUTTABILE QUESTA FINE…..MA UNA DOMANDA CORRE SPONTANEA \”ERA PROPRIO IMPORTANTE COSTRUIRE IL MOSTRO??\” NON BASTAVA LA PIAZZA! , CHE POI E\’ PROPRIO BELLA, SENZA EDIFICARE QUELL\’ABORTO? I DANNI LI PORTERANNO IN DANNO A CHI? POVERA SALERNO IN CHE MANI SEI FINITA!!!! CALIGOLA ERA UN SIGNORE!!!!

  15. JAMM CHE A GUAGLIUTELLA DI MIO FIGLIO VUOLE L”APPARTAMENTE VISTA MARE,JAM CHE CHE CIA’ ACCUVAMM A RET E LE BELLEZZE DELLA PIAZZA PE CE MANGIA TUTTO COSO

  16. sono salernitana doc per fortuna adesso vivo tra roma e napoli altra mentalita’ mica come questo paese di pecore che e’diventato salerno serva del cafone lucano

  17. Ora QUASI tutti i difensori del crescent andassero a lavorare visto che non avranno diritto al mq con ombrellino sul solarium…iat a faticà e rispettate le leggi,……………ABBATTIAMOLO……..

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.