Lotta agli abusivi: l’ANVA sarcastica su scelta degli immigrati di protestare insieme con gli ambulanti

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
immigrati_venditori_ambulanti“Apprendiamo, da una intervista rilasciata dal sindacalista della CGIL dott. Anselmo Botte, rappresentante anche degli immigrati, che le comunità del Senegal e del Bangladesh sono d’accordo con gli ambulanti italiani sulla lotta alla contraffazione, e che domani venerdì 18 luglio saranno anche loro in piazza per protestare contro chi commette questo commercio illegale. Ma mi sorge un dubbio!!! Ma sul lungomare a vendere la contraffazione vuoi vedere che sono gli italiani travestiti da senegalesi e bengalini? O forse sono sbarcati i marziani? Incredibile…..” E’ quanto si legge in una nota di Aniello  Ciro  Pietrofesa, Presidente Provinciale dell’ANVA (Associazione Nazionale Venditori Ambulanti).

“Forse se non se ne sono accorti – si legge – sia il dott. Botte che i rappresentanti delle comunità citate, a vendere in modo abusivo sul lungomare, prodotti di contraffazione sono proprio le comunità di immigrati sopra richiamati, e non gli italiani. Saremmo contenti se queste persone chiedessero scusa a chi fa commercio in modo regolare, e poi facessero un vero passo in avanti per colpire chi all’interno delle loro comunità non rispetta le regole e le leggi, allontanandolo e non proteggendolo. Cosa più grave e che vorrebbero anche approfittare della nostra manifestazione per avanzare il diritto di chiedere al Comune di Salerno che gli venga dato uno spazio nel sottopiazza al fine di lavorare.

E’ assurdo tutto ciò, strumentalizzare la nostra battaglia di civiltà e legalità, ricordiamo a questi signori che la probabile causa per cui il Comune non rinnova i permessi e da identificare dal fatto che il mercato etnico si è trasformato in un grande mercato della contraffazione a cielo aperto, nel centro città. Hanno fatto mille promesse e mille accordi con l’Amministrazione, mai mantenute, Amministrazione che ha dato loro ciò che a noi non ha mai dato, abbiamo evitato polemiche ed altro, al fine di sostenere un integrazione con un lavoro sicuro e dignitoso anche per loro.

Siamo pronti come Associazione – continua la nota dell’ANVA – ad aiutare gli immigrati che realmente sono lontani dal traffico di merce contraffatta, rispettiamo il lavoro di tutti, sosteniamo un integrazione reale tra le comunità ed gli ambulanti  italiani, ma il tutto deve avvenire nel rispetto delle leggi che gli stessi devono rispettare come le rispettano gli ambulanti italiani. All’Amministrazione Comunale spetta il diritto di indicare le zone dove può avvenire il commercio ambulante, mentre agli ambulanti, senza distinzione di colore, provenienza e religione, spetta il compito di rispettare le decisione prese dall’Amministrazione”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Da sindacato dei lavoratori ed impiegati a rappresentante di comunità di venditori abusivi. Botta ospiti nei corridoi della sua federazione le stuoie abusive con mercanzie contraffatte e non sul lungomare della nostra città. Solidali con CIRO ANIELLO PIETRO e con tutti i colleghi mercatali

  2. Per prima cosa a prescindere da chi è oppure non è un emigrante il comune puo’ emettere una delibera per vietare a TUTTI di vendere mercanzia.poi effettuare i controlli in borchese o con squadre miste.I sindacati manca solo che vanno al governo.

  3. ma nessuno protesta quando non fanno gli scontrini fiscali e quindi fregano tutta la collettivita? Finanza dove sei?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.