Crescent, Legambiente: “Noi contrari all’opera fin da subito”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
38
Stampa
De_Luca_plastico_Crescent_5Alla luce degli avvenimenti dell’ultimo anno esprimiamo una nostra posizione sulla questione Crescent e Piazza della Libertà. Apprendiamo da fonti giudiziarie, oltre che da fonti giornalistiche, di lottizzazioni abusive dei suoi pubblici dell’area di cantiere di piazza della libertà dove si stava costruendo
l’edificio Crescent ed attualmente sotto sequestro da parte della
Magistratura. Ribadiamo che cinque anni fa la nostra prima contestazione al progetto fu l’uso di suolo pubblico per un interevento destinato soprattutto a interessi privati attraverso la realizzazione del condomino privato Crescent che non solo è caratterizzato da un forte impatto paesaggistico ma anche economico soprattutto alla luce dei diritti edificatori dei suoli della piazza.. e ci chiediamo e vi chiediamo se non sarebbe stato il caso di destinare risorse economiche così ingenti
per altri progetti tesi allo sviluppo sostenibile della città.

In questi giorni era previsto un tavolo tecnico tra Comune, e
Soprintendenza per i Beni architettonici e paesaggistici di Salerno per discutere dei punti criticati e sui quali anche la Giustizia si sta soffermando. Quando nel 2009, a pochi mesi dalla nostra costituzione di circolo che sanciva il ritorno attivo di Legambiente a Salerno, incontrammo il sindaco De Luca, il suo capo staff Di Lorenzo e l’Assessore all’Urbanistica De Maio ribadimmo la nostra idea che riqualificare un’area così importante della città, come quella di Santa Teresa , poteva essere sicuramente una svolta per la città ma non ritenevamo che si potesse fare ciò costruendo sopra il mare una piazza e attorniandola con un edificio così imponente come il Crescent.

Certo il cemento utilizzato ha ormai fatto un anno
ambientale indelebile ma si può e si deve pensar a rimediare al tale intervento impattante.

( Questo è il link del comunicato datato 20 luglio 2009 che sintetizzava il nostro incontro avuto con il Comune di Salerno : http://www.giovanisalerno.it/legambiente/blog/217-incontro-con-lamministrazione-comunale-sul-crescent)
Allora tentammo di convincere i nostri interlocutori con una proposta alternativa: prolungamento del Lungomare fino alla stazione marittima senza la realizzazione di una piazza così grande che doveva giustificare a sua volta, date le sue proporzioni e i suoi costi per la sdemanializzazione, la costruzione dell’edificio Crescent ; dicemmo che riqualificare era possibile sempre con dei finanziamenti europei per costruire piccoli edifici che potessero ospitare residenze universitarie o spazi museali, come il Museo del mare, biblioteche, luoghi di cultura che potevano e potrebbero essere affidati ad associazioni o cooperative di promozione eco turistica, dando un futuro a tanti giovani salernitani che sempre più vanno via da Salerno per fare bene altrove! Ribadiamo con forza che è questa la strada da seguire per ripensare in modo ragionevole la riqualificazione dell’area di S. Teresa auspicando allo stesso tempo una celere
risoluzione degli accertamenti amministrativi da parte della Giustizia.
Se ci si vorrà incontrare abbiamo delle proposte alternative poco costose che possano non stravolgere ma modificare il progetto Piazza libertà e del Crescent ovviamente dopo la conclusione di tutti gli atti giudiziari in corso.
Pertanto chiediamo di essere incontrati invitando anche i rappresentanti dell’associazione Italia Nostra (se vorranno accettare l’invito) che ringraziamo in ogni caso per essere stati attenti a tutti passaggi amministrativi ed aver avviato processi giudiziari che nel 2009 ritenemmo costosi e dispersivi. Chiediamo al Sindaco De Luca di fare un passo indietro e di non considerarlo come una sconfitta ma piuttosto una saggia e giusta riflessione per il Bene della città di Salerno e del suo futuro! Non vorremmo più sentir dire che il futuro di Salerno consiste nella costruzione di appartamenti ad uso residenziale, destinati a chi ha molti soldi perché costosi e di lusso, o la costruzione di parcheggi per auto che in questi anni hanno affogato ed inquinato la città abituando i cittadini all’utilizzo della auto anche per piccoli spostamenti.
Ci piacerebbe che l’Amministrazione della nostra città puntasse prima di tutto a valorizzare la risorsa Mare, quindi alla sua tutela e ad una sua migliore fruizione, senza appellarsi sempre alle responsabilità di altri Enti, ad aumentare il verde pubblico fruibile per tutti i cittadini che non deve essere inteso come verde attrezzato o arredo urbano che pur abbiamo apprezzato in questi anni ma che non riteniamo sufficiente. Chiediamo al Sindaco De Luca secondo lui perché nessuno ha mai contestato la realizzazione della stazione marittima.. noi diamo una risposta a questa domanda : perché è un’opera urbanistica davvero bella e di interesse pubblico che veramente può aiutare lo sviluppo turistico della nostra città con la speranza che sarà ultimata finalmente in tempi brevissimi!
Signor Sindaco abbiamo spesso apprezzato la sua tenacia e perseveranza su tanti fronti, le abbiamo sempre riconosciuto l’impegno lavorativo per la città che senza dubbio è migliorata rispetto a venti anni fa..
ma così come sulla raccolta differenziata dei rifiuti si è fatto convincere da chi da venti anni affermava che la raccolta porta a
porta poteva essere la svolta per migliorare la gestione dei rifiuti.. ora rifletta senza attaccare a muso duro chi non è
d’accordo con lei nel rispetto di una democrazia che spesso lei richiama nei suoi discorsi…
Stiamo stanchi di plastici, con o senza illuminazione, presentati alla cittadinanza come dei pacchetti già confezionati e da anni chiediamo alla sua Amministrazione un coinvolgimento di quelle Associazioni,come la nostra, pronte sempre a dare un proprio contributo costruttivo allo sviluppo di Salerno senza interessi economici o di parte.

Comunicato Circolo Legambiente Salerno “Orizzonti”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

38 COMMENTI

  1. Pure i puddici tenendo u ra freddure. Si ci facevano i musei cosi alle otto non c era più nessuno

  2. avete bloccato una città voi di legambiente e italia nostra qua si tratta del futuro di Salerno e un parcheggio da 700 posti auto x il vostro protagonismo di andare contro il nostro Sindaco dovete vergognarci SALERNO W PIAZZA DELLA LIBERTA’

  3. Un solo consiglio:IMBICCATEVI!!! per il bene della città. Sapete fare solo inutile disfattismo e dietrologia! incapaci e frustai ecco cosa siete!

  4. Sono sempre gli stessi soggetti. Una volta scrivono come legambiente, una volta come no-crescent, una volta come italia nostra… ma sono sempre loro, i CHIANCARELLARI.

  5. I costi per l’abbattimento, le clausole del contratto e l’ultimo inutile plastico a De Luca e a quelli che scriveranno a favore ed in difesa di questa lottizzazione abusiva per fini privati in danno al suolo pubblico,ai cittadini salernitani ed alle casse comunali.

  6. Non si è capito chi vi da l’autorità di proporre, progettare, riprogettare….candidatevi e se sarete eletti (utopia) parlerete….voglio piazza e crescent

  7. Branco e pseudo associazioni, come i sindacati, che hanno e stando rovinando, bloccando l’Italia!!!!! Grazie a loro nn si fa e può fare nulla!!! Se girassero il mondo e vedessero le bellezze, anche architettoniche, infrastrutturali realizzate ci dovremmo solo sparare!!! A confronto queste operette sono bruscolini e neanche riusciamo a farli grazie a questa gentaglia di NO in tutto! Hanno finito di affossare uno Stato già allo sbando!!!

  8. Voi volete legare tutto e tutti,andate a vivere nelle caverne ma non in quelle del Cilento perchè inquinate.Andate a pascolare cammelli nel deserto e vediamo se vi piace fare i mandriani o i smidollati da salotto.
    Cilentano selvaggio che preferisce il Crescent e palazzi da 450 piani.

  9. ma si rendono conto che è la città che lo vuole? O la loro cecità politica li fa delirare?

  10. ………….ma tutti sti filosofi addò stavano prima quando li c’era un ce…sso appilato … filosofi e luminari dei pifferi magici!

  11. E’ vero in democrazia tutti hanno diritto alla parola, ma alla fine bisogna tirar le somme e vedere chi fa la maggioranza.
    Parlare come fa Legambiente o Italia nostra, che rappresentano si e no il 2%, con ricatti ed estremizzazioni, mi sembra piuttosto velleitario.
    La colpa è anche dei giornali e dei giornalisti che dovrebbero dare uno spazio alle opinioni pari al consenso che hanno.
    Non si possono raffrontare due posizioni una al 75% e l’altra al 5% (in mezzo ci sono i soliti ”non so” – ”non mi interessa”) come se fosse ognuna al 50%. Imparate a dare il giusto rilievo alle notizie

  12. LEGGETE BENE LE OSSERVAZIONI DELLA MAGISTRATURA PIUTTOSTO! OLTRE ALLE QUOTE SNAI…. CIUCCI CHE SIETE! 78198

  13. Perchè non provate ha andare al lavorare veramente invece di rompere alla persone con queste vostre schizzofreniche affermazioni. Con le vostre Stro….te avete distrutto il turismo, le iniziative private e tante altre cose produttive in nome di cosa, lo sapete solo voi e la shizzofrenia che vi mangia.

  14. Ma dove lo vedete sto impatto ambientale ve lo siete creati per distruggere un bene della città,ma mettetevi sul lungomare all’altezza del Comune e spiegate che significa impatto ambientale,anzi io propongo che se ci potete illustrare dove si nota questa anomalia ma a fatti non a chiacchere,fate anche voi un plastico e mostratelo ai cittadini,se oggi uno parla è perche ha costatato coi propri occhi sul posto che tutte le insinuazioni che voi dite sono tutte strunzate,lo stesso appello lo rivolgo a quei 4-5 chiancarellari e a quelli di Italia nostra,fateci rendere conto sul posto dove riscontrate lo scempio,ma per fare questo ci vogliono le p….e.. .Fateci notare la visuale della costiera oscurata, io ho visto Vietri, Raito, Cetara,Benincasa, la Baia,tutta la via costiera,IL Castello, se per voi che non si nota un po di viadotto e impatto ambientale allora statv a casa o cambiate mestiere,io mi auguro che la Magistratura manda propri emissari a controllare dal lungomare e poi ad esito positivo condanni queste associazioni a pagare i danni arrecati

  15. Il dramma è che queste pseudo associazioni ambientaliste, sono composte da persone presuntuose e piene di se

  16. Cara Legambiente, a tutti noi sarebbe piaciuto realizzare residenze per gli universitari o i musei del mare o i laghetti con le paperelle ma poi, i soldi per sdemanializzare un’area già preda di abusi, degrado e cemento da sempre, chi ce li dava?

  17. Autogol di Legambiente che se ne viene solo ora a dire “lo avevamo detto nel 2009”. Facevamo meglio a tacere anche perchè hanno accostato il loro nome a quello di Italia Nostra *****

  18. si devono cominciare a boicottare i giornali che danno spazio a questi idioti, se li si ignora, moriranno di morte naturale, ormai si è capito qualche “giornalista” coperto da qualche foglio, ha degli interessi nella faccenda, IGNORIAMOLI

  19. si devono cominciare a boicottare i giornali che danno spazio a questi idioti, se li si ignora, moriranno di morte naturale, ormai si è capito qualche \”giornalista\” coperto da qualche foglio, ha degli interessi nella faccenda, IGNORIAMOLI

  20. il solo gatto che scrive ogni due minuti cambiando nick. ma qualcuno vi ha promesso 1 mq di lastrico solare sul crescent, o meglio sul gabinetto ? parlate di architettura ma non sapete il significato di tale parola, buon gusto non ne avete,a conoscenza di norme urbanistiche e giuridiche siete peggio di de luca ( altrimenti non sarebbe stato rinviato a giudizio s non erro) quindi io che appartengo al 75% degli elettori di de luca non ci sto. Forse perché capisco di architettura ? forse perché capisco di normative ? o solo perché non ho nessuno che mi imbecca ? più semplicemente sono un cittadino salernitano libero ed obiettivo……….

  21. Diecimila posti di lavoro, un milione di posti auto, solo il crescent fermera’ la crisi con la sua magnificenza , da far paura a qualunque industria, abballate abballate il palazzone privato fara’ tutti ricchi e benestanti HAHAHAHH SOGGETTONIIIIII

  22. salerno-reggio calabria hanno sventrato intere montagne (lega ambiente italia nostra chi l’ha viste)
    discarica campagna (lega ambiente italia nostra chi l’ha viste)
    fonderie pisano (lega ambiente italia nostra chi l’ha viste)
    Mi meraviglio che ancora non siano intervenuti sulla frana della cilentana affinché non si facciano i lavori ai viadotti altrimenti si deturpa il paesaggio.

  23. Architetto delle 10,46, certo che la tua presunzione si taglia a fette e datti una regolata, chiamare gabinetto un disegno di uno dei più grandi architetti mondiali ti rende ridicolo

  24. Wowowow!
    Opera d interesse MONDIALE, ma mondiale di che? Mondial casa con le sue caccavelle? ahahhhahah siete proprio dei megalomani esaltati, uscite un attimo dagli schemi del vostro provincialismo, che fate ridere i polli !!! 🙂

  25. Hai ragione usando un termine italianissimo lo devo chiamare cesso. Come lo hanno chiamato i più grandi critici del mondo.

  26. Archcitetto delle 10, 46, forse o diploma te lo sei comprato,ma hai capito chi lo ha progettato il Crescent,ma che ti credi che fosse nu strunz,tu ci arrivavi a pensare una cosa del genere,forse sei piu adatto a fare il direttore dei lavori quando ristrutturano un palazzo,e poi non ci interessa il tuo parere ,stiamo parlando di impatto ambientale ne capisci qualcosa,tu lo vedi,mo o Crescent ti puo piacere o no ,cosa che decideranno migliaia di visitatori,cioe quelli che lo vedranno finito,a proposito tu che ti ritieni di essere un architetto,ma finito ,non grezzo come ora ,per te che impressione ti fa ,non dirmi che è una schifezza,significa allora che vuoi fare solo il quaquaraquà.

  27. Per cortesia non faccia venire la lega ambiente nel Cilento,questi li chiamano ambientalisti e se vengono nel Cilento inquinano l’eden.
    Cilentano selvaggio

  28. queste associazioni ambientaliste rispondono ai loro sponsor di turno,mandiamoli nella Corea del Nord Comunista e vedranno come è dura vivere allo stato brado.Con la fame i coreani sono pronti a mangiarsi anche la carcassa degli attivisti verdi,i comunisti preferiscono il rosso.Voglio Cemento e città moderne

  29. Certo arriveranno le navi dal giappone, dagli stati uniti, dall australia e anche i magnanti russi, tutti a vedere il crescent, gioiello della tecnologia e dell’architettura, che fa impallidire i grattacieli di Dubai, oh povera manhattan ora che c’e’ il crescent il turismo mondiale affluirà al palazzone che brillera’ di luce propria e gli sceicchi arriveranno insieme ai capi del mondo che non vorranno piu’ fare un g8 in altre città al di fuori del crescent,nuovo palazzo delle nazioni unite ahahaahah salernidiota doc sei proprio un demente :DDDD ma che t hanno promesso, un assunzione a prendere la raccolta differenziata davanti alle porte degli appartamenti del palazzo ? 🙂

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.