Processione caos, la Polizia apre una inchiesta

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
24
Stampa
San_Matteo_processione_2_MorettiIl caos che si è verificato prima, durante e dopo la processione di San Matteo avrà un seguito. La Questura di Salerno avrebbe aperto una inchiesta sui fatti accaduti ieri. Lo scrive il quotidiano Il Mattino oggi in edicola.  Si indaga sugli insulti all’Arcivescovo ma anche su altri episodi a cominciare dal battibecco cominciato in Cattedrale e proseguito nei pressi di Piazza Sant’Agostino quando i portatori si sono fermati in segno di protesta chiedendo di poter far passare la processione sul Lungomare. Durante la processione di ieri si è avuta la sensazione che tutto potesse essere sospeso ma poi ha prevalso il buon senso e ragioni di ordine pubblico garantito in modo eccellente dalle Forze dell’ordine impiegate ieri.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

24 COMMENTI

  1. sotto l’accorta regia del capo bastone Salerno si conferma indiscutibilmente Città Europea

  2. Devono assolutamente fare un albo per i portatori perché tutti possono partecipare, non come fanno questi signori che fanno quello che vogliono per un santo che è di tutti.
    UN CAMBIO GENERALE E TUTTI POSSONO PARTECIPARE.

  3. E se l’anno prossimo la processione venisse proprio cancellata!?! Che farete allora, ruberete il Santo per poter “onorare” la tradizione? Salerno in venti anni è cambiata… purtroppo!

  4. Ma chi sono questi portatori, hanno per caso vinto un concorso? No? Allora che la Curia facesse un albo dove tutti i cittadini si possono iscrivere e poi faccia delle selezioni. Non ci sono salernitani più salernitani di altri, ne devoti più devoti di altri. Ma solo piccoli masanielli che, purtroppo, tengono in oastaggio la manifestazione e rispondono ad una regia ben precisa.

  5. L’Europa è a Tiranaaaaaaaa dove i Chiancarelli si firmano sotto falsi nomi….Albaneseeee STRAAAAORDINARIO….

  6. Mi sei piaciuto bravissimo. Hai notato uno ancora non si è esposto aspetta di vedere dove tira il vento.

  7. Per me ha sbagliato il Vescovo, e i soliti noti, asfittici e farisei, che lo circondano. Questo non autorizza nessuno a prenderlo a male parole durante la processione, però io esprimo un’opinione e provo a spiegarvi l’errore. A) Monsignore è arrivato a Salerno in condizioni straordinarie, con scandali a iosa, e disse che nulla sarebbe stato come prima….è tutto peggio di prima….la ventata nuova e la rimozione di determinati personaggi non c’è stata, anzi, molti preti abituati a vivere nel Vecchio Testamento sono addirittura stati promossi!!; B) posso comprendere i tentativi di snellire e purificare la processione, che comunque è manifestazione di uomini, quindi imperfetta per definizione, ma non puoi, caro Vescovo, vietare la benedizione del mare e l’ingresso al Comune, a mare comparve il ns Patrono ai pescatori per difendere Salerno dai saraceni….nel gonfalone del Comune c’è l’effige del Santo che comunque è anche nel dna dei salernitani; si entra in Comune per rinnovare l’alleanza dei cittadini con il Santo, (non per adulare tizio o caio); a meno che tu, Vescovo, non voglia dare una lettura politica- distorta -dell’ingresso al Comune e a quel punto chi ti sta intorno dovrebbe illuminarti, ma siccome chi ti sta intorno è affaccendato in tutt’altre faccende….C) Tra i portatori, circa 180, ci sono buoni e meno buoni, proprio come i preti, i politici e certi giornalisti….; ma i portatori si confessano prima della processione (e ieri non c’erano preti a confessare!!) nel lasso di tempo in cui le statue si addobbano; si addobbano nel Duomo, non in mezzo al cortile di casa ….; e quando ti parlano, o Vescovo, non puoi dire se vi sta bene è così altrimenti esco solo io con il braccio!!!! E no, perché poi significa essere arroganti, e ti becchi le conseguenze…e mi fermo qua, per carità di patria, ma quando si analizza il fattariello occorre partire dall’inizio, non dalla fine.

  8. Io non sto assolutamente dalla parte di chi ha fischiato perché è un atto volgare e non andava fatto specialmente verso un rappresentante della chiesa ma come al solito la verità è sempre nel mezzo, un conto è chiedere una processione più sobria e solenne con più raccoglimento in preghiera e un altro conto e stravolgere tutto un percorso è l’uscita della stessa processione dal duomo che fanno parte di una lunga tradizione. Poi non capisco, questo cambiamento vale solo per Salerno? Per lavoro pratico Ravello e la le processioni sono rimaste immutate con tanto di banda al seguito e fuochi d’artificio finali.
    Detto questo, comunque conosciamo bene i nostri portatori e a quale categoria essi appartengano.

  9. Questa e la riprova da chi è con quali metodi viene amministrata questa città’ .Quando non vengono rispettati ruoli e funzioni allora prevale solo la forza della tracotanza e il buon Sindaco e il degno rappresentante.Auguro solo stima e graditudine alla Polizia di Stato che dia nel più’ breve tempo possibile le risposte democratiche che le persone oneste di questa città’ aspettano.grazie di cuore.

  10. si si si denunciate Tutti quelli che hanno fischiato e disapprovato la scelta del vescovo… ma andate a quel paese…. basta semplicemente mediare e Non dire si fa Tutto come dico Io… caro moretti chi è causa del suo mal…..

  11. Siete i soliti delatori che rispondono con le chiacchiere ai fatti concreti.
    Dove vedete la regia del capobastone? Se siete stati alla processione (e me lo auguro visto che ne parlate) avrete notato che a contestare era la quasi totalita’ dei presenti e che non ci puo’ essere nessuna regia se a ribellarsi ed a contestare era tutta la cittadinanza.

  12. Siamo arrivati veramente all’assurdo!!! Voglio ricordare che una città
    Straordinaria o europea come dir si voglia, viene fatta da persone corrette e non dagli incivili come qualcuno dei portatori !!
    La democrazia prevede che ognuno di noi la possa pensare e vedere in un modo ma non per questo se non piace la si trasgredisce.

    FUORI I CAFONI DA SALERNO!!!!

  13. Ieri a Telecolore un ospite ha detto che il vescovo e’ il capo assoluto e supremo della chiesa a Salerno e che quindi in quanto tale puo’ prendere qualsiasi decisione. Al mio paese un capo assoluto e supremo che prende decisioni senza consultarsi con i suoi collaboratori e senza considerare l’opinione del popolo si chiama dittatore, ed in dittatura e’ lecito attendersi manifestazioni di dissenso, anche estremo, da parte del popolo. Per quanto riguarda le indagini della questura faccio presente che il predecessore di Moretti e’ indagato per gravissimi reati finanziari e che fischiare per manifestare dissenso non mi risulta essere reato.

  14. c’è molta confusione sul dogma dell’infallibilità e sul ruolo di un vescovo…infallibile e onnipotente è solo NSGC….!!

    cavalluccio marino

  15. in questo BLOG sembra che si vogliano far passare “pernacchi per applausi”. Insomma e’ stata una figura di m……a che abbiamo fatto come citta’, PUNTO E BASTA.

  16. Salerno ha sempre presentato questa doppia faccia, egregiamente espressa dal quel detto popolare che si rifà alle due state di S.Matteo, ciascuna di spalle all’altra, presenti nella cripta del duomo: da un lato una città di persone per bene, che non fanno alcuna notizia, che sono sempre nell’ombra, che non fanno clamore, persone di un’umanissima eleganza e onestà (che ormai o si sono estinte col passare delle generazioni o hanno dovuto andarsene, perché la persona per bene a Salerno non trova le condizioni per vivere, è messo da parte, relegato in una posizione di anonimato, perché i cosiddetti guappi di cartone possano avere campo libero per esprimersi in tutta la loro volgare tracotanza) e persone – forse la maggioranza – caratterizzate da grande cafoneria, superficialità, indifferenza, menefreghismo, stupidità, aggravate da una tendenza forte alla soverchieria del prossimo. Quest’ultimo profilo ha sempre avuto grande protagonismo e successo tra i cittadini: è un atteggiamento – assai stupido, perché fondamentalmente autolesionista – che non ha mai portato nulla di buono e di positivo alla città. Anzi, è stata fonte di grandi guai, di grandi sofferenze e di grandi sconfitte per molti cittadini, per la qualità della loro vita. Salerno farebbe bene a smetterla una buona volta di avallare questo modo di vivere, di agire e di pensare: dovrebbe tornare ad essere una città di uomini e donne veri, autentici, capaci di stare al mondo, di bandire la cafoneria e la boria di questi personaggi, di questi soggetti che si atteggiano a sergenti, sceriffi, a giustizieri non richiesti, che concepiscono il loro potere come strumento di accrescimento del loro potere, della loro fama, del loro successo personale e non come un servizio. Matteo è stato un apostolo di Cristo, un uomo che si è messo alla sequela di Gesù e della sua via d’amore portando la croce, intessuta di povertà davanti agli uomini ma di ricchezza davanti a Dio, fino alla al dono della vita, per servire gli uomini e accompagnarli ad una relazione con Dio. Mi sembra uno spirito diametralmente opposto a quello poco evangelico mostrato da questi buffoni. Che Salerno cambi! Lo auguro con tutto il cuore!
    Da un cittadino ormai trapiantato in Toscana.

    Daniele Forte

  17. Oltre a questa polemica – a mio avviso- molto colorita( assistendo dall\’alto la processione ho notato che per ogni Santo stranamente scoppiava la discussione tra il primo e ultimo portatore… ), vorrei sottolineare che ancora una volta Salerno si è dimostrata inadeguata: bus ridotti al minimo, metro ingolfata, nessuna biglietteria, soliti 5 taxi…

  18. Solo due parole! Ma qualcuno se li ricorda gli sceriffi del passato che hanno distrutto Salerno con la speculazione edilizia affidata a qualche mastro di cucchiara? Ma forse sei troppo giovane per ricordarlo, basta visionare lo foto degli anni 60 e 70 e vedere come era ridotta questa città che allora era solo un paesone!

  19. mi saluti fiore, la porti un bacione e ci resti a lungo ….. qua nessuno nota la sua assenza, anzi, ce la spassiamo, prosit!

  20. ultime notizie. dall’anno prossimo non si festeggerà più san matteo ma san vincenzo. la processione partirà da via lanzalone e terminerà al palazzo di città che per l’occasione sarà rinominato palazzo venezia. L’unico abito consentito sarà una camicia nera e tutti i salernitani saranno obbligati a partecipare attivamente. Non è prevista una preghiera ma si obbliga tutti i cittadini/caproni a belare all’unisono piegati verso il basso a formare un angolo di 90 gradi. così è deciso. A noi!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.