Crociere, Salerno in crescita con 175 mila croceristi in un anno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa
nave_crociera_porto_salernoAppuntamento a Napoli venerdì 24 e sabato 25 ottobre per l’industria crocieristica nazionale. La città partenopea ospiterà quest’anno la quarta edizione di Italian CruiseDay, l’evento di riferimento in Italia per tutti gli operatori del comparto crocieristico (compagnie armatoriali, realtà portuali, tour operator e agenti di viaggio, agenti marittimi e molti altri ancora) ideato e organizzato da Risposte Turismo – società di ricerca e consulenza a servizio della macroindustria turistica – quest’anno in collaborazione con la Camera di Commercio di Napoli e con il supporto e presso gli spazi di Terminal Napoli.

Alla conferenza stampa di presentazione dell’evento, svoltasi ieri presso la Sala
Consiglio della Camera di Commercio di Napoli, hanno partecipato Francesco di Cesare –
Presidente Risposte Turismo, Francesco Galietti – National Director CLIA Italy, Maurizio
Maddaloni – Presidente Camera di Commercio di Napoli, Bruno Russo – Direttore Generale
Terminal Napoli e Pietro Zanini – General Manager Sales Services Unit Italy Wärtsilä.
Come per le precedenti tre edizioni svoltesi, rispettivamente, a Venezia (2011), Genova (2012)
e Livorno (2013), anche quest’anno Italian Cruise Day si svilupperà come un momento di
confronto e dibattito sulle ultime tendenze, le dinamiche, i processi produttivi e le prospettive
future del settore, con un programma ricco di momenti di discussione.

Dopo l’intervento di apertura del Presidente Maurizio Maddaloni e dei saluti del Commissario Straordinario dell’Autorità Portuale di Napoli e del Direttore Affari Governativi CLIA Europe, Italian Cruise Day aprirà quest’anno con la consegna dei premi di laurea: il Premio di Laurea
Italian Cruise Day e il Premio di Laurea Assoporti. Oltre al riconoscimento del valore di 1.000 euro assegnato anche quest’anno da Risposte Turismo all’autore della miglior tesi dedicata alla produzione e/o al turismo crocieristici, anche Assoporti assegna dal 2014 un suo premio di
laurea del valore di 500 euro per la miglior tesi dedicata ai temi della portualità nel settore crocieristico.

A seguire l’evento entrerà nel vivo con la presentazione da parte di Francesco di Cesare – Presidente di Risposte Turismo – di Italian Cruise Watch 2014, il rapporto di ricerca di riferimento sul settore crocieristico in Italia curato da Risposte Turismo contenente i dati più aggiornati e rilevanti e le previsioni per il futuro del comparto. Le proiezioni relative alla chiusura del 2014, presentate in anteprima in occasione della conferenza stampa odierna, mostrano una contrazione rispetto ai dati a consuntivo registrati nel 2013 sia del numero di crocieristi movimentati dai porti italiani (-8,97% per un totale di 10,32 milioni), sia del numero di toccate nave (-9,36% per un totale di 4.676). In termini di movimentazione passeggeri (imbarchi, sbarchi e transiti), il dato che si preannuncia per il 2014 è il più basso degli ultimi quattro anni.

Tali dati sono il frutto delle stime fornite a Risposte Turismo da 40 porti crocieristici italiani che rappresentano, sul totale nazionale, il 99,5% del traffico passeggeri e il 96% delle toccate nave. A livello regionale le proiezioni elaborate da Risposte Turismo per il 2014 mostrano come la Liguria si appresti a diventare, per la prima volta, la regione leader in Italia per numero di passeggeri movimentati nei propri porti, leadership ottenuta in virtù di 2,34 milioni di passeggeri movimentati (pari al 22,7% del traffico crocieristico atteso), seguita dal Lazio (2,2 milioni), Veneto (1,75 milioni), Campania (1,29 milioni) e Sicilia (1 milione).

“Il prodotto crociera – ha commentato Francesco di Cesare, Presidente Risposte Turismo – è entrato nella sua fase di maturità anche nell’area mediterranea, come accaduto da tempo nei Caraibi. È pertanto normale attendersi, anche in Italia, degli andamenti e delle oscillazioni del traffico. Dopo una lunga fase di crescita ininterrotta, a partire dalla flessione del 2012 sul 2011 si sono susseguite variazioni annuali di segno opposto, conseguenza di fattori esogeni ed endogeni al comparto. Un’ulteriore conferma è data dalla ripresa attesa per il 2015, i cui dettagli sono contenuti nell’edizione 2014 dell’Italian Cruise Watch che presenteremo a Napoli il prossimo 24 ottobre.”

Analizzando nel dettaglio i risultati conseguiti dai singoli porti crocieristici, secondo le stime di Risposte Turismo nel 2014 Civitavecchia si confermerà al primo posto con 2,19 milioni di passeggeri movimentati (-13,8% sul 2013) e 837 toccate nave (-12,7%), seguita da Venezia con 1,74 milioni di passeggeri (-3,9%) e 489 toccate nave (-10,8%) e Napoli, poco oltre il milione di passeggeri (-13,2%) e 425 toccate nave (-3,4%). A Salerno saranno 52mila i passeggeri stimati in aumento per il 2014 (per un totale di 175mila crocieristi che arriveranno al porto), con una crescita del 19,2% delle «toccate navi»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. Ancora con la storia dei crocieristi… ma allora ci credete davvero al ciuccio che vola! Il termine dice tutto: crocierista, ossia colui che vive una crociera, sul mare ed a bordo di una nave. Non è un turista che arriva in una città, risiede in un albergo, mangia al ristorante e compra prodotti o souvenir del posto. E’ una persona che arriva in una città perchè la nave fa uno scalo tecnico che dura non più di sei – otto ore. Il crocierista, per quelli che lo ignorano ancora, è un pollo che va spennato a bordo dalla compagnia di navigazione.

  2. Caronte ti sbagli di grosso…te lo dice chi è tornato dalla crociera proprio ieri e io stesso quando sono sceso dalla nave ho speso in media 30 euro a terra e vedevo tutti che tornavano sulla nave con buste piene che prima di scendere non avevano…purtroppo Salerno non è ancora preparata a sfruttare queste occasioni…spero che la città e soprattutto i commercianti lo capiscano presto…

  3. Abbiamo incrementato cosi’ poco, in quanto noi di Salerno non abbiamo fatto niente per salvaguardare i nostri beni culturali tipo magazzini generali del porto. chiancarelle, scasso di don gaetano sul lungomare e cementificio nel centro quindi per questo l’incremento non e’ stato superiore .

  4. Per farvi un esempio, la settimana scorsa sono sceso dalla nave a barcellona e oltre ai souvenir comprati, io e mia moglie siamo andati a mangiare paella e sangria visto che sono prodotti tipici spagnoli, 50 euro….perchè un crocierista straniero non dovrebbe fare lo stesso a Salerno???

  5. Quando si sveglierà questa città?
    Quando si lavorerà tutti per lo stesso obbiettivo?
    Quando la finiranno di correre appresso al pallone?
    Quando la finiremo di farci fottere dai nordisti?
    Quando la finiranno di ostacolare ciò che pazientemente si è tentato di avviare e per quale scopo? La gloria.

  6. Ma se Palermo e Napoli sono le citta’ invase da navi da crociere,dove sta salerno ?????? a vedere cosa ? a lungomare ? u’duom ? se chill e’ nu’ duom? roba da pazzi
    Ci sono capitali del Sud come Napoli e Palermo che in una solo giorno portano 15 mila turisti,altro che saliern prrrrrrrrrrr

    http://tgs.gds.it/2014/09/29/palermo-giunti-in-pochi-giorni-oltre-12-mila-turisti_239957/

    Palermo : Sono oltre 12 mila i turisti che in questi giorni sono arrivati a Palermo. Sette grandi navi da crociera, provenienti da tutto il mondo negli ultimi tre giorni sono arrivate al porto del capoluogo siciliano. Il servizio di Sabrina Raccuglia

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.