Parlamentari 5 Stelle, elezioni provinciali: abolito il diritto al voto dei cittadini non le province

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
m5s_parlamentari_grilliniLe province, a differenza della balla che si sente dire da chi ci governa, non sono abolite. Oggi è palese a tutti che l’unico taglio che la politica ha affrontato è stato quello dei cittadini votanti, un taglio netto al diritto di essere rappresentati, sancito dalla Costituzione. E ieri abbiamo assistito al ballo mascherato della peggior politica.

Nella prima elezione senza votanti della Provincia di Salerno, l’ha spuntata Canfora, sindaco di Sarno in quota PD, e, considerati i festeggiamenti del sindaco Vincenzo De Luca, già immaginiamo quale saranno gli equilibri da mantenere e lo stile di governo che si porterà avanti nei prossimi anni.

Cirielli, arrivato al capolinea politico insieme al candidato Romano, già assessore regionale, ha pagato l’atteggiamento autoreferenziale di chi prima si è fatto eleggere e poi ha usato la Provincia come un feudo.

Il Movimento 5 Stelle, che non si è mai presentato, nella sua storia, alle consultazioni provinciali, ritiene che la Provincia sia un ente inutile e che le competenze che oggi ad esso fanno capo siano assorbibili dagli altri livelli governativi.

Oggi è palese a tutti che l’unica cosa che è stata abolita è il diritto dei cittadini di votare per decidere da chi essere rappresentati .

Monitoreremo nei prossimi mesi tutte le spese della nuova Provincia per dimostrare ai salernitani che l’unico scopo di questa finta riforma era tagliare fuori i cittadini dalle decisioni.

Una curiosità ci sorge spontanea: ma ora che comune e provincia sono dello stesso colore sarà possibile riportare in vita il trasporto pubblico a Salerno? E anche come la metteranno con l’aeroporto, dalla cui gestione il Comune di Salerno si è tirato fuori anni fa lavandosi completamente le mani (ovviamente dopo il rifiuto di De Luca alla gestione Gesac)?

Per ora registriamo che il “gioco della poltrona” ha lasciato a piedi Cirielli, Iannone e tutto il carrozzone dei circa 40 assessori nominati nello scorso mandato.

Isabella Adinolfi

Andrea Cioffi

Silvia Giordano

Mimmo Pisano

Angelo Tofalo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. Adesso sono i 4 + 4 di Nora Orlandi
    I primi 4, quelli dell’Ave Maria, erano nella foto del tribunale.

  2. freschi e contenti e con la pancia piena delle minghiate vomitate dallo squilibrato genovese al circo massimo

  3. Quando diventerete maggiorenni e lavorerete per qualcosa seria e non da cabaret, forse potrete parlare fino all’ora studiate e state zitti che di problemi ne abbiamo già parecchi.

  4. Xpic
    E’ vero i problemi sono tantissimi.
    Ma una domanda te la sei pur fatta.
    Chi li ha creati i nostri problemi?
    Per caso sono i quattro sfessati?
    Non erano neppure nati.
    devi andare alla ricerca in altri orticelli probabilmente anche nel tuo.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.