“Radici & Gemme”, Alfonso Pascale presenta il suo libro al Rodaviva di Cava de’Tirreni

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
locandina_Libro_radici_gemmeSi terrà alle ore 18.00 di venerdì 6 febbraio,presso il Bar Libreria Rodaviva di Cava de’ Tirreni (Sa), la presentazione del libro di Alfonso Pascale, “Radici & Gemme. La società civile delle campagne dall’Unità ad oggi” (Cavinato Editore International). Con l’autore interverranno Massimo Leone ed Ida Accarino, rispettivamente presidente e vice-presidente dell’associazione IfoRD, e Silvana Salsano. Le letture saranno a cura di Alessandra Ranucci. Con prefazione di Franco Ferrarotti, professore emerito di Sociologia presso l’Università “La Sapienza” di Roma, il testo «è un atto d’amore per l’agricoltura – afferma Alfonso PascaleIn esso si racconta la vita, il modo di pensare, i saperi e le attività dei suoi protagonisti, le loro relazioni con la natura».Il saggio ricostruisce fatti ed idee riguardanti i ceti rurali: contadini, proprietari, pescatori, artigiani, mercanti, piccoli industriali del settore alimentare, professionisti e tecnici. Un mondo variegato e fortemente intrecciato con i luoghi degli scambi e con la vita delle città, che ha saputo conquistarsi, in forme originali ed a volte contraddittorie, lo spazio politico e sociale per trasfondere nella contemporaneità i propri valori.

«Non si ripercorrono solo le tappe del processo di costruzione delle forme organizzative con cui si è manifestato il protagonismo rurale -spiega l’autore – ma anche quelle che hanno riguardato l’evoluzione delle culture, dei modi di pensare e della percezione delle trasformazioni socio-economiche che sono avvenute nelle campagne». Un’attenzione particolare è rivolta al rapporto tra uomini e risorse ed alle innovazioni tecnologiche e si dà conto dell’ampiezza del sapere tecnico ed esperienziale accumulato nelle campagne riguardante il lavoro dei campi, l’uso delle acque, l’adattamento del territorio, la cura delle piante e degli animali. «La tesi che si intende sostenere – continua Pascale è che per fronteggiare i problemi odierni, tra cui insicurezza alimentare, cambiamenti climatici, questione energetica e crisi finanziaria, l’agricoltura, nella sua dimensione non solo produttiva ma anche culturale, potrebbe svolgere una funzione essenziale, a patto però che recuperi la sua originaria funzione di generatrice di comunità».

Nel saggio si descrive il fenomeno della nuova ruralità – comparso in Europa tra gli anni Settanta e Ottanta del secolo scorso – e le forme peculiari con cui si manifesta nelle regioni mediterranee, in continuità con una tradizione che si caratterizza per una maggiore integrazione tra città e campagna, nonché per una diffusa presenza della pluriattività e dell’economia informale. «L’odierna ruralità mediterranea – continua l’autorenon è affatto “nostalgia del mondo rurale”, nuova “arcadia”, bensì rinnovata combinazione di attività in più settori e di soggetti sociali di diversa estrazione e provenienza, legati tra loro da relazioni di tipo collaborativo».

Nato a Tito (Pz) il 2 marzo 1955, Alfonso Pascale è vice-presidente dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Regioni Lazio e Toscana, nonché membro del Tavolo Permanente di Partenariato della Rete Rurale Nazionale in rappresentanza della Rete Fattorie Sociali. Dopo una lunga esperienza di direzione nelle organizzazioni di rappresentanza dell’agricoltura, ha promosso con altri l’associazione “Rete Fattorie Sociali”, di cui è presidente. Fa parte dell’associazione politico-culturale “Libertà Eguale” ed è socio di diverse organizzazioni: dell’associazione “Manlio Rossi-Doria” per studi e ricerche nel campo della politica economica, con particolare riferimento all’agricoltura, all’ambiente, al territorio ed allo sviluppo; dell’Istituto per gli Studi sui Servizi Sociali Onlus; dell’INSOR – Istituto Nazionale di Sociologia Rurale; dell’associazione “Alessandro Bartola” per studi e ricerche di economia e politica agraria.

Inoltre, è membro del comitato di redazione della rivista culturale “L’albatros” e collabora con l’Istituto Nazionale di Economia Agraria (INEA) e con le riviste “Le nuove ragioni del Socialismo”, “MondOperaio”, “Decanter”, “Ragioni Socialiste”, “La Rivista di Servizio Sociale”, “La Questione Agraria”, “L’Informatore agrario” e con i magazine on line “Agriregionieuropa” e “Teatro Naturale”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.