Mercato S.Severino: al Teatro Comunale secondo appuntamento Rassegna “Frontiere”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
agis_CINEMAGiovedì 12 febbraio, alle 21, continua presso il Teatro Comunale di Mercato S. Severino la rassegna “Frontiere” con “Ring”. La rassegna ha il suo nucleo generativo intorno alla poesia civile di Andrea Manzi, che entra “in un teatro che prova a parlare alle nostre disorientate coscienze di europei”, sostiene il regista Pasquale De Cristofaro, “in crisi profonda di identità e di democrazia”.

Una trilogia di spettacoli (“Mediterraneo”, “Ring” e “Blackout”), tutti firmati da Andrea Manzi, giornalista, scrittore e autore teatrale, e tutti, seppur prodotti in tempi diversi, uniti dallo stesso comune denominatore: la tragedia della libertà negata come tragedia dell’umanità.

Dai senza patria ai senza reddito, uno sguardo da lanciare oltre le “frontiere” geopolitiche, sociali ed economiche del mondo contemporaneo, per restituire la parola anche agli ‘ultimi’, oltrepassando i confini in pace e riuscendo ad unire sulla scena teatrale i diversi linguaggi dell’arte, dalla danza alla poesia. È questo in sintesi il senso più profondo della Rassegna Teatrale Frontiere, ideata dalla Fondazione Teatro-Città di Mercato San Severino, presieduta da Andrea Torre, in collaborazione con la società di produzione teatrale CommunicAction diretta da Carmine Giannella, che ha preso il via Venerdì 6 Febbraio con l’anteprima nazionale “Mediterraneo”.

Dopo l’anteprima nazionale di “Mediterraneo” di venerdì scorso, questo secondo testo di Andrea Manzi, con la drammaturgia e la regia di Pasquale De Cristofaro, propone uno spettacolo sulle difficoltà per il teatro, luogo della parola “incarnata”, di stare alla pari con la poesia e con il dolore del mondo. La trama è incentrata, infatti, sul dialogo/scontro tra due uomini – un poeta e un attore – chiamati a rivivere nel profondo le proprie frustrazioni e i propri scontenti. L’epilogo dell’avvincente trama è all’ombra di Pasolini, sulla cui scia la parola recupera la propria funzione civile.

Le musiche sono di Antonello Mercurio, la coreografia di Loredana Mutalipassi, le maschere di Antonio Di Maio, la regia di Pasquale De Cristofaro. In scena, con Paolo Aguzzi, Felice Avella. Pasquale De Cristofaro, Antonello De Rosa, Rosanna Di Palma, Simone Fredella, Gianni Pisciotta e Carmen Di Lorenzo.

Il terzo e ultimo spettacolo della rassegna “Frontiere” è in programma, sempre al Teatro Comunale di Mercato S. Severino, alle 21 di giovedì 26 marzo 2015: “Blackout”, dedicato a Miriam Makeba, con  Peppe Lanzetta, le musiche dal vivo di Paolo Cimmino e la regia di Pasquale De Cristofaro.

 

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.