Salerno: procedono spediti i Lavori a Santa Teresa, la scheda completa

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
15
Stampa
spiaggia_santa_teresa_1Procedono spediti i lavori per l’utilizzo, in estate della riqualificata spiaggia di Santa Teresa. A documentare lo stato dei lavori un video ed alcune foto scattate oggi. Il progetto, molto sobrio e funzionale, prevede la realizzazione di una spiaggia pubblica attrezzata, verde pubblico, sistema di illuminazione e dotazioni per lo sport e il tempo libero.

L’impostazione progettuale tiene conto delle geometrie del Lungomare e di Piazza della Libertà integrandole per creare continuità tra i due spazi urbani. La scelta formale, lineare e misurata, apre il Lungomare alla nuova Piazza. Il progetto prevede la realizzazione di un assito di teak che degrada dolcemente verso la spiaggia. Il primo livello dell’assito è stato collocato alla quota del Lungomare (3,30 slm), si passa così dal Lungomare al solarium senza gradini o ostacoli, le rampe e le gradonate diventano un’unica, piacevole e dolce passeggiata verso il mare con una lieve pendenza del 2,5 %. La larghezza delle gradonate consente anche che queste possano servire oltre che da seduta anche da solarium. Si passa, infatti, da una larghezza di 3,60 mt a un minimo di 0,70 mt con un’alzata costante di 0,36 mt.

spiaggia_santa_teresa_2Infine, la geometria sottesa al progetto determina una conformazione del sistema delle gradonate che consente alla spiaggia di essere utilizzata come piccolo anfiteatro per spettacoli acquatici o per spettacoli da tenere su piattaforme galleggianti oltre che per assistere al tradizionale campionato di calcetto. Il sistema strutturale, in legno Azobè e Ipè, è stato progettato in maniera molto semplice, presupponendo l’insieme di tre livelli di elementi portanti: a) travi principali di sezione 200×200 mm modulari, b) elementi secondari di sezione 40×60 sovrapposti alle principali; c) pavimentazione con listelli sovrapposti di Teak di spessore 60 mm. L’innesto trave principale palo verticale è stato studiato in maniera che tutte le travi convergenti sul palo possano essere poste in opera con semplicità ed istantaneamente entrare in esercizio. Il sistema ha anche il vantaggio di essere prevalentemente isostatico; questo comporta che le eventuali operazioni di manutenzione straordinaria ed eventuale smontaggio non coinvolgono elementi delle aree adiacenti.

GUARDA IL VIDEO

Area dei Servizi. La spiaggia è attrezzata con una serie di servizi minimi: servizi igienici, docce, fontanini, raccoglitori capienti per la raccolta differenziata dei rifiuti e piccoli cestini. La proposta progettuale concentra tutti i servizi in un’area denominata, appunto, in progetto “area dei servizi”. Si è evitato di disseminare tutto l’ambito di “cose” diverse e sparse. La concentrazione in un’area specifica consente una manutenzione più efficace e un livello elevato di videosorveglianza ai fini della sicurezza e contro gli atti di vandalismo. L’area in questione è stata individuata a ridosso del torrente Fusandola, si è formato un boschetto di palme con lo spostamento di quelle preesistenti ed è stata prevista una grossa pergola.

Sono previste le seguenti attrezzature: servizi igienici totalmente autopulenti, con requisiti funzionali anche per portatori di handicap, allestiti con due locali separati in un unico blocco prefabbricato rivestito di teak, porte di acciaio e pulsantiera/gettoniera per l’accesso controllato; quattro docce in acciaio inox AISI 316L con interruzione automatica del getto, un fontanino in acciaio inox AISI 316L, un blocco di quattro cassonetti (da lt. 240 l’uno) per la raccolta differenziata, sei cestini porta rifiuti e per la raccolta delle sigarette e due tavoli con sedute per il gioco delle carte o per generici giochi da tavolo.

Deviazione del canale di scarico a cielo aperto. La fascia dell’arenile interessata dalla riqualificazione è costituita attualmente da una lingua sottile di spiaggia, poco fruibile anche a causa della presenza dello scolo fognario a vista.
Il progetto prevede una diversa configurazione planimetrica dello scolo fognario a cielo aperto esistente, al fine di recuperare tutto lo spazio della spiaggia, rendendo fruibile anche la porzione di arenile impegnata dal canale.

Rete Wireless. L’Arenile di Santa Teresa è stato concepito come un possibile nuovo punto di aggregazione di giovani che desiderano trascorrere in compagnia di amici momenti di svago e ricreazione sia durante le ore diurne che serali. Per tale motivo l’intera area è servita da “access point”, in grado di permette una molteplice connessione alla rete internet.

Totem Multimediale. La vicinanza del sito dell’Arenile di S. Teresa alla stazione marittima ha suggerito la possibilità di installare un servizio pubblico per i turisti che dalla Stazione, accederanno alla città transitando in vicinanza dell’arenile. Per questo motivo si è pensato di installare un totem multimediale o punto informativo. Il computer all’interno del totem Multimediale, sarà protetto da strutture tali da renderne impossibile la rimozione o la modifica delle impostazioni. Inoltre le strutture sono robuste e impermeabili, così da rendere sicuro l’uso anche in ambienti esterni. Il totem previsto nel progetto è dotato di schermo touch screen. Il totem multimediale potrà contenere ogni sorta d’informazioni riguardanti per esempio l’ubicazione di monumenti e musei presenti in città, o per l’eventuale prenotazione on-line di ristoranti o per conoscere la disponibilità di posti letto in alberghi o bed & breakfast. Tutte le informazioni saranno in varie lingue.

Sistema di Video Sorveglianza. Tutti gli impianti previsti nel progetto saranno monitorati da un sistema di TVCC in grado di indurre il dovuto rispetto degli utenti verso le cose comuni. L’impianto di TVCC prevede quattro telecamere ad alta risoluzione connesse 24 ore via internet in rete e monitorate e registrate dal servizio di sicurezza del Comune di Salerno. Il totem multimediale previsto potrà visualizzare, periodicamente, l’immagine delle telecamere rafforzando la responsabilità degli utenti al rispetto delle cose comuni.

Il sistema del verde. L’impianto del verde più prossimo alla spiaggia prevede prevalentemente l’utilizzo di essenze autoctone, che più facilmente si inseriscono nel contesto ambientale e richiedono ridotta manutenzione e sopportano molto bene l’elevata azione di sostanze saline. Il primo gradone a quota 3,30 sarà contrassegnato da un colonnato di 18 Washingtonia Robusta con fusto da 50/70 cm. e altezza 12/14 metri. Nell’area dei servizi saranno piantumate rose rampicanti a foglia caduca, con forte crescita e copertura nel periodo primaverile-estivo.

Illuminazione con Pali Mobili Telescopici. Nell’arenile di S. Teresa da diversi anni specialmente al tramonto, molti giovani svolgono diverse attività sportive a livello non agonistico come calcio e bech-volley. L’arenile, purtroppo, non ha mai posseduto un impianto di illuminazione tale da garantire una completa e soddisfacente attività a causa della scarsissima illuminazione dei proiettori su pali di fortuna. Si è sentita quindi l’esigenza di installare un impianto di illuminazione mobile per migliorare le dotazioni infrastrutturali e tecnologiche. Saranno predisposte due torri faro da trasportare in loco attraverso un apposito accesso all’arenile dalla strada pubblica. Le torri avranno 4 proiettori da 440 W cd. con lampade a ioduri metallici.

Dotazioni per lo Sport e per il Tempo Libero. L’arenile consente di poter praticare alcuni sport tipici da spiaggia: il BEACH-SOCCER (calcetto da spiaggia) e il BEACH-VOLLEY (pallavolo da spiaggia). La spiaggia sarà dotata di un impianto completo e regolamentare di beach-volley e di beach-soccer. Gli impianti sono completamente smontabili. Una riflessione a parte merita il “tempo libero”. Oltre all’area servizi e alle alberature poste a “colonnato” da un punto di vista dell’impostazione progettuale si è preferito lasciare libera da cose e da arredi ridondanti e superflui l’area dell’assito. L’impalcato di teak è già di per se un’attrezzatura per il tempo libero. Tutto l’intervento con il sistema d’illuminazione, il verde e i servizi rende godibile e fruibile la spiaggia, che per sua collocazione è da intendere di per se quale attrezzatura urbana per bagnarsi a mare, passeggiare, sostare, guardare e contemplare.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

15 COMMENTI

  1. Non trovo commenti di Italia Nostra, Figli di delle Chiancarelle e seguaci del ”comico”. Peccato, chissà loro che progetto di riqualificazione ed abbellimento della zona avevano o………. forse no!!!!!

  2. speriamo che non sia il seguito del solarium di piazza della concordia? anche qui era previsto un progetto mondiale quasi simile, poi ridotto ad orinatoio per extracomunitari.

  3. Quanto durerà il tutto, vista la progenie che frequenta quella spiaggia? In quanto tempo tutto finirà come per il “noto” solarium di Piazza della Concordia?

  4. SINDACO (per sempre),
    ma chi ve lo fa fare, lasciate a questi INGRATI e TRADITORI, pure la spiaggia a posto per farsi il bagnetto d’estate?! Non si meritano niente, lasciate tutto in sospeso vanno da soli a sistemarsi la spiaggia

  5. Eh certo se vi opponete a qualsiasi riqualificazione che non sia ciò che preferite, è normale che un’azienda che vuole investire dei soldi poi si ritrovi a combattere con il Tar e quant’altro, si stufi e se ne vada altrove.

  6. VIVIAMO IN UN PAESE DOVE APPALTARE I LAVORI E CONCLUDERLI è VERAMENTE UN’ IMPRESA, IL COMUNE NON C’ENTRA NULLA, DOMANDA? MA CHI VIENE AD INVESTIRE IN QUESTO PAESE DI PULCINELLA?

  7. Siamo in campagna elettorale e tutto è permesso. Peccato che la spiaggia sia solo una striscia di terra battuta e che ci sia un divieto permanente di balneazione con cartello messo dal comune ma che i vigili si guardano bene dal far rispettare.
    P.S. ma il giornalista scrive sotto dettatura ?

  8. per il prossimo 21 settembre chi fara’ l’annuncio di fine lavoro e inaugurazione? Enzo Napoli?
    (meglio dire ennesime inaugurazioni di lavori senza fine, i cantieri aperti da amministrazione de luca).

  9. Ma siamo sicuri che chi scrive questi articoli sia giornalista? Per me é uno dei vecchi di Montoro a caccia di iene!

  10. Certo non l’abbelliscono per gli utenti che ha avuto finora,ma credo sia destinata ad altri.Certamente è a contorno dei servizi destinati al Crescent.Comunque spero che quell’opera Mostruosa venga tirata giù al più presto.

  11. Vogliamo che che ci vada Tu ad inaugurare la Spiaggia! e però ci sono pure tantissimi cantieri che sono stati chiusi

  12. …ma il contratto d’appalto tra il comune di salerno e gli amici costruttori, non prevedeva la fine dei lavori per il 25.04.2014???

    ….effettivamente dovremmo spedirvi tutti, niuno escluso, da un buon oculista….

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.