Giornate FAI di Primavera a Baronissi. Visite guidate alla Villa Romana e al convento

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Baronissi_MunicipioWeekend con monumenti aperti a Baronissi, nell’ambito delle “Giornate Fai di primavera”, in programma sabato 21 e domenica 22 marzo. Tra le tante “perle” che il territorio salernitano offre, quest’anno il Fai ha voluto dare rilievo a quelle custodite nella Valle dell’Irno. Cinque gli itinerari proposti: sabato 21 marzo, dalle ore 10.00 alle 12.00, in programma la visita guidata al Convento della Santissima Trinità, a cura di frate Mimmo Dolgetta. Tra i siti scelti dal Fai c’è anche ilmuseo Frac – Fondo regionale di arte contemporanea, che ospita la mostra “Nei margini del lirismo astratto” di Nino Tricarico, e la Villa romana di Sava. Per entrambi i siti, sono previste visite guidate a cura di Archeologandointour ogni trenta minuti, dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.00. Per gli amanti del trekking, in collaborazione con il Cai, domenica 22 marzo escursione sul monte Bastiglia con partenza da Orignano (prenotazione obbligatoria e assicurazione con Cai Salerno – info@caisalerno.it – cell. 349 4027623).

Palazzo di Città ospiterà, invece, un’importante mostra dedicata ai mestieri della Valle dell’Irno tra ’800 e ‘900 con particolare riguardo all’arte della lavorazione della lana. La mostra offre uno spaccato molto interessante di una delle tradizioni più importanti del territorio di Baronissi, dai tempi delle gualchirie / quàcchiere alle prime industrie di pettinati, coperte, panni monacali e militari. La mostra espone per la prima volta le testimonianze raccolte dagli eredi dello storico lanificio Michele Napoli e Figli, che operò a Baronissi dalla fine del ‘700 al 1964. Nell’Aula Consiliare del Comune sono in esposizione fotografie, tra cui quelle dei documenti rinvenuti presso l’Archivio di Stato e la Camera di Commercio di Salerno, le Onorificenze conferite al Lanificio, oggetti relativi alla lavorazione, come un telaio a mano in legno e alcune spolette metalliche per telai meccanici, il timbro della Fabbrica di Berritte sarde G.Mari e oggetti d’uso come il torchio. Nel weekend, dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.00, in programma visite guidate ogni 30 minuti a cura di Umberto Landi e Maria Dorotea Napoli.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.