L.Severino: de Magistris, storia giudiziaria che non finisce

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
de_magistris_napoliUna “storia lunga”, che soprattutto “dal punto di vista giudiziario non finisce”. Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, parla così della questione della legge Severino, dopo l’orientamento della Procura generale della Cassazione secondo cui è il giudice ordinario e non il Tar a doversi esprimere sulla sospensione.

De Magistris parla di “partita aperta” e sottolinea la “certezza che, per quanto riguarda la mia storia, diversa da quella di De Luca e Berlusconi, la vicenda si definirà, come io sono assolutamente convinto, con una riforma nel processo d’appello”.

“È lì – dice – che si gioca, per quanto mi riguarda, la partita definitiva”. Il sindaco spiega di non aver letto quanto scritto dalla Procura generale della Cassazione perché “impegnato h 24 a fare il sindaco di Napoli”. Resta ferma la sua posizione nei confronti della norma che “va rivista sul piano costituzionale, va modificata, ma per me non cambia nulla”.

“E poi sono così affascinato dall’idea di vivere una vita precaria, dal punto di vista lavorativo ed esistenziale che non mi turba più nulla. Questo é un Paese che va alla rovescia”. “Io vengo processato per aver fatto inchieste sulla corruzione, sul malaffare e sulla ‘ndrangheta – evidenzia – addirittura condannato in primo grado perché ho osato cercare di capire quanto marcio ci fosse nelle istituzioni e nel Parlamento del nostro Paese”. “Un Paese – prosegue – dove legalità e giustizia non coincidono più, ma è la storia, dalla più grande a quelle più piccole di oggi che è intrisa di vicende veramente vergognose”.

“Ma vado fiero per non aver mai perso la serenità, la strada della giustizia, della battaglia quotidiana, dello stare dalla parte dei più deboli e sapendo che ti fanno cadere ogni tanto – afferma – Il problema però non è cadere, ma rialzarsi e io mi sono sempre rialzato e come me quelli che hanno ideali forti si alzano sempre”. “Una persona forte non è quella che vince, ma quella che si rialza sempre e da questo punto di vista io non mollerò mai”.

“Sono un bersaglio mobile da vent’anni, ma quando si sceglie un certo tipo di vita si conoscono pericolo e ostacoli”. Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, parlando della questione della Legge Severino, dopo la decisione della Procura generale della Cassazione secondo cui è il giudice ordinario e non il Tar a doversi esprimere sulla sospensione. “Ciò che conta è essere consapevoli della strada che si percorre – ha affermato – Io sono sempre più carico perché più giorni passano più vedo crescere l’impegno e l’umanità a Napoli, questo il mio obiettivo e non altro”.

Il sindaco spiega che per lui “non cambia nulla: sono un uomo che si è sempre messo in gioco e non teme nulla”. “Quando cercano di abbattermi io soffro, ma mi rialzo – ha sottolineato – perché penso che ho sempre seguito la strada dell’onestà, della vicinanza alle persone normali che dovrebbero essere i rappresentanti del nostro Paese”. “Spesso invece a rappresentarci – ha aggiunto – ci sono le persone meno normali e più deviate”. “Queste sono vicende che non finiranno – ha concluso – e quindi è inutile fare la cronaca minuto per minuto”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.