Truffe milionarie all’Inps, i Carabinieri arrestano 8 persone nel salernitano

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
carabinieri_bicentenario_2014_26Nelle prime ore della mattina, in provincia di Salerno, i Carabinieri del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore e della locale Sezione di Polizia Giudiziaria hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari – emessa dal GIP presso il Tribunale di Nocera Inferiore , su richiesta di quella Procura della Repubblica, nei confronti di 8 indagati, tra cui un funzionario pubblico, tutti ritenuti responsabili di “associazione per delinquere finalizzata a una pluralità di truffe aggravate ai danni dello Stato e per il conseguimento di erogazioni pubbliche” e il citato funzionario anche di “corruzione”, “rivelazione di segreti d’ufficio” e “falsità materiale commessa dal PU in atti pubblici”.

Nell’ambito della stessa operazione sono in corso di esecuzione:

–        2 misure interdittive di sospensione dall’esercizio del pubblico ufficio per la durata di 12 mesi nei confronti di altri 2 funzionari pubblici, indagati per i medesimi reati;

–        un decreto di sequestro preventivo di somme di denaro, beni mobili e immobili, conti e depositi bancari, riconducibili ai destinatari dei citati provvedimenti e ad altre 6 persone, per un valore complessivo di circa 37 milioni di euro.

I provvedimenti scaturiscono da una complessa indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore e condotta dai Carabinieri della Sezione Operativa del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore e dallo locale Sezione di Polizia Giudiziaria, che ha consentito di accertare le responsabilità di decine di indagati (tra cui imprenditori, professionisti e funzionari pubblici), per la costituzione di numerose aziende e rapporti di lavori fittizi al fine di conseguire indebite erogazioni previdenziali e assistenziali dall’INPS, con ingente danno erariale.

GUARDA IL VIDEO

Si tratta di un nuovo filone investigativo della maxi inchiesta denominata “MASTROLINDO”, che finora ha portato all’esecuzione di 36 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di imprenditori e professionisti nonchè al sequestro preventivo di beni per un valore complessivo di oltre 100 milioni di euro. L’attività investigativa, svolta con il supporto di attività tecniche, ha consentito di accertare le responsabilità di 44 indagati (tra cui imprenditori professionisti e funzionari Inps e della Direzione Territoriale del Lavoro di Salerno), in ordine alla costituzione di 18 aziende inesistenti ubicate nell’Agro Nocerino Sarnese ed operanti nel settore terziario (ditte di pulizie) e oltre 6.800 rapporti di lavori “fittizi” al fine di conseguire indebite erogazioni previdenziali e assistenziali dall’Inps (tra cui indennità di disoccupazione, maternità e malattia). Il danno erariale si aggira intorno ai 37 milioni di euro.

Questo nuovo filone investigativo ha permesso di documentare anche la complicità dei menzionati funzionari pubblici, i quali hanno avuto un ruolo determinante nella commissione delle attività illecite, favorendo la trattazione delle pratiche in argomento e omettendo i controlli di competenza. Inoltre per il funzionario INPS colpito da provvedimento restrittivo, è stato possibile anche riasalire al “compenso” percepito in cambio delle condotte illecite: 500 euro per ogni pratica di maternità e 150 euro per ogni pratica di disoccupazione.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. All’ Inps di Salerno non volevano retribuirmi l’assegno familiare per due figli a carico nonostante mi spettasse. Poi un funzionario del’ Inps di Salerno si frega i soldi dei contribuenti che schifezz !!!!!

  2. spero che si arrivi ai dirigenti che hanno permesso questa vergogna e che poi siano cacciati a pedate e incarcerati o che restituiscano il malloppo

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.