Tribunale accoglie ricorso De Luca, resta presidente

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
45
Stampa
de_luca_regione_campania_2015-(3)Il Tribunale civile di Napoli ha accolto il ricorso di Vincenzo De Luca per la sospensione degli effetti della legge Severino. Il governatore della Campania potrà continuare ad esercitare la sua funzione di presidente. La prima sezione del tribunale civile, presieduta da Umberto Antico, ha accolto le richieste dei legali di De Luca, avvocati Lorenzo Lentini e Antonio Brancaccio. Il Tribunale ha trasmesso gli atti alla Consulta per le valutazioni sulla legittimità costituzionale della legge Severino.

La sospensione, che era stata disposta in applicazione della legge Severino con un decreto del presidente del Consiglio, era già stata congelata con un provvedimento d’urgenza ex articolo 700 del 2 luglio scorso dal giudice Gabriele Cioffi. Ora il Tribunale civile, in composizione collegiale, ha confermato tale decisione. Il Tribunale civile, come è spiegato nel provvedimento depositato oggi, ha accolto ”provvisoriamente la domanda cautelare” sospendendo gli effetti della legge Severino.

Ciò ”fino alla ripresa del giudizio cautelare successiva alla definizione delle questioni di legittimità costituzionale”, sottolinea il Tribunale civile di Napoli. Pertanto la causa civile è stata sospesa e gli atti sono stati trasmessi alla Corte costituzionale e solo in seguito quindi alla decisione della consulta il procedimento civile potrà eventualmente ripartire.

“Esprimo grande soddisfazione per la decisione del Tribunale di Napoli, che ha confermato la sospensione del decreto adottato dal presidente del Consiglio ai sensi della legge Severino.” Questo il commento affidato ad una nota del Governatore regionale Vincenzo De Luca. “La grande sensibilità giuridica del collegio partenopeo ha ampliato i temi di dubbia costituzionalità rimessi al vaglio della Corte. Una bella pagina di giustizia a tutto merito della magistratura napoletana, cui rendo onore”, conclude il presidente.

La sospensione di Vincenzo De Luca dalla carica di presidente della giunta regionale della Campania ”comporterebbe la lesione irreversibile del suo diritto soggettivo all’elettorato passiva, posto il limite temporale del mandato elettivo”. Lo scrivono i giudici della prima sezione civile del Tribunale di Napoli (presidente Umberto Antico, giudici Raffaele Sdino e Anna Scognamiglio) nelle motivazioni dell’ordinanza depositata oggi con cui confermano il ”congelamento” della sospensione dalla carica di De Luca in base alla legge Severino e trasmettono gli atti alla Corte Costituzionale sospendendo il procedimento in attesa della decisione della Consulta. ”L’applicazione della sospensione, nell’elevato dubbio di legittimità costituzionale delle norme sopra indicate – spiega il Tribunale – comprimendo l’esercizio dell’elettorato passivo e del libero svolgimento del mandato elettorale, comporterebbe un danno non riparabile né risarcibile”. ”Si impone pertanto – concludono i giudici – in attesa della decisione della Corte Costituzionale, la sospensione cautelativa del provvedimento sospensivo del Presidente del Consiglio dei ministri (Il decreto che aveva disposto la sospensione di De Luca in applicazione della ‘Severino’, ndr) con previsione della prosecuzione del presente giudizio cautelare alla prima camera di consiglio successiva alla pronuncia della Corte”.
Nell’ordinanza il Tribunale dichiara non manifestamente infondate una serie di questioni di legittimità costituzionali: per la sospensione in seguito a una condanna non definitiva e ”perché manca il riferimento a sentenza definitiva di condanna per delitti non colposi successiva alla candidatura o affidamento della carica, eccedendo i limiti della delega”; per la applicazione retroattiva della legge; nonché per una ”disparità di trattamento” rispetto ai parlamentari nazionali e europei ai fini dell’incandidabilità, laddove non prevede, ai fini della sospensione dalla carica, una soglia di pena superiore ai due anni.
(ANSA).
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

45 COMMENTI

  1. x salernitano doc originale, a quale rita stai parlando?
    l’ebbrezza del momento non ti fa distinguere la vera dalla falsa!
    Grazie dell’invito, ma non ho bisogno di venire al tuo lido e usufruire della tua cabina, la mia memoria è ben rinfrescata, di sciocchezze veramente ne leggo tantissime nei commenti e me ne frego ampiamente di chi mi attacca e del ridicolo/a che si diverte a scrivere scemenze usando il mio nome.
    La mia idea la scriverò sempre, siamo in democrazia no? avete votate democraticamente il vostro presidente, io democraticamente esprimo il mio pensiero!
    Rispondo a coloro che come te si ergono a darmi lezioni e dicono delle grandi inesattezze e cavolate, mi fate anche tanto ridere…….

  2. X RITA

    Io le lezioni le posso dare, primo perchè sono un coerente con il mio pensiero e secondo perchè le leggi le conosco. Lei mi sembra che confonde il fattore giuridico con il pensiero politico.

    Parla di scappatoie davanti alla legge ma quali? Evidentemente la legge lo permette e quindi non c’è nulla di illegittimo.

    Sorprende, poi, che questo risveglio di coscienza sull’etica dei politici le sia nata da quando De Luca è Governatore o sindaco di Salerno.

    E sorprende ancora come sia incolleritasul fatto che De Luca usi gli avvocati della regione per difendersi. Mi può spiegare, però, perchè Caldoro lo può fare e De Luca no???? Oppure perchè non abbaia come sta facendo con l’attuale Governatore????

  3. stai zitta….fate miglior figura….siete buoni solo a fare sabotaggio e a gettare fango….mangiatevi la pizza, e non dimenticate il …..malox. Siete la rovina dell’Italia, con ill vs moralismo d’accatto e la linea politica dettata da un lestofante leghista e un assassino…bella pareglia!

  4. Abbiate pazienza ma io sono la vera Rita non fatevi prendere per fessi da quello che si diverte.
    Io posso anche venire al tuo lido l’importante e che dopo mi fai fare un bagno in piscina così possiamo prenderci un aperitivo con oliva mentre ti spiego l’origine del mondo. Io di sciocchezze ne leggo tante ma poichè sono stata più volte candidata al premio Nobel sono sicura di quello che dico. Credetemi.
    La mia idea la scriverò sempre almeno vi faccio fare due risate. Avete votato il vostro presidente ma sotto sotto piace anche a me vicienz s’funtan. E poi fatemi parlare perchè ho qualità che voi nemmeno immaginate.
    Rispondo alle vostre cavolate solo per il gusto di dire delle cavolate ancora più grandi. Questa competizione non potete reggerla.

  5. Marcos2 et similia: il problema è che voi stessi vi contraddicete e avete memoria corta! solo fermandomi all’ultimo commento, scrivi:
    “Evidentemente la legge lo permette e quindi non c’è nulla di illegittimo”
    e poi,
    “perchè Caldoro lo può fare e De Luca no?”

    benissimo!!! allora, per la prima parte dimenticate che il principio è UGUALE per il condannato Berlusconi, ma per voi B. è sempre “un caso a parte”, diverso dal condannato De Luca.
    (e non tirate fuori il discorso del 3 grado, perchè per B. eravate lì ad abbaiare opportunità MORALE per un semplice INDAGATO nel fare politica, anche quando appunto era solo indagato..!)

    Direte “B. si è fatto le leggi”.. ebbene, se le ha fatte le ha potute fare “a norma di legge”!! votate LEGALMENTE dal Parlamento, il quale negli anni successivi avrebbe potuto annularle o modificarle e non lo ha fatto. E allo STESSO modo ci sono stati giudici che POI hanno deciso liberamente (per chi ci crede).

    sul secondo punto, benissimo uguale!! stai implicitamente dandoti la zappa sui piedi affermando Caldoro=DeLuca!

    coerenza.. se credete in un’idea applicatela sempre, non solo quando vi conviene.

  6. Berlusconi si faceva fare leggi incostituzionali e le cose per cui é indagato hanno prove dietro. Con De Luca invece la famosa macchina del fango si é messa all opera.Per farla breve questa é la risposta , per farla lunga prova a leggerti qualcuno delle decine di libri(o vatti a rileggere qualche post vecchio ) riguardo l argomento ed informati da solo invece di fatti imboccare .

  7. X Enzo

    Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire

    1) Che Caldoro si sia fatto difendere dagli avvocati della Regione è grave, stessa cosa per De Luca. Ma la domanda era ed è: perchè l’nsurrezione arriva solo quando lo fa De Luca???

    2) Berlusconi è un condannato definitivo, per cui ha avuto tutti i gradi di giudizio per difendersi. Perchè lui si e De Luca e altri no?.

  8. Intanto al Tar c’è chi è stato ammanettato. Nulla da dire? Oppure c’è, come penso io, un parente dei chiancarielli?

  9. Mentre lei pontifica stando comodamente seduta a casa sua insieme ai suoi amici del M5S De Luca sta per sbaraccare il campo dei nomadi di Giugliano. Non ho mai visto i suoi amici del M5S occuparsi dei campi nomadi. La verità è che voi siete ormai fuori dalla realtà, cresciuti e pasciuti davanti al PC sapete fare solo le chiacchiere.

  10. Io non pontifico, i fatti a Salerno parlano da soli e di De Luca non mi fido e non credo, non vedo alcun futuro o cambiamento nel suo modo di fare politica!
    Poi, sbaracca il campo nomadi a Giugliano, ha trovato una soluzione alternativa per i nomadi?

  11. Cara Rita il detto chi non fa no sbaglia è la matrice primaria dela diffusione a macchina d’olio di nullafacenti, invidiosi e mai contenti esattamente come te.
    La ggggente come te preferisce non fare e stare a guardare, per poi criticare, avere da ridire, non essere mai soddisfatta di nulla.
    È troppo facile osservare malignamente stando seduti davanti ad un PC. Ma salite sul palco, tuttologi illusi, e mostrateci le vostre recondite peculiarità, di cui tanto vi vantate ma che tenete furbescamente per voi.

  12. Lasciatela stare! per lei è un passare il tempo in qualcosa che le rempie la vita e fa bene al suo equilibrio psicologico, la dimostrazione è che sta sempre a scrivere ogni giorno la sue ”genialate” su ogni argomento, ci fa ridere e sorridere, qualche volta ci fa anche sbellicare, in fondo è completamente inoffensiva e incocludente, e non ne azzecca mai una, neanche per sbaglio. e poi… è anche comica e ci fa divertire.

  13. “i fatti a Salerno parlano da soli” con questa frase hai letteralmente raschiato il fondo della tuo modo di ragionare. Se non sei più capace di argomentare tiri fuori il concetto astratto dei “fatti” che ovviamente solo tu sai leggerli ed interpretarli questi “Fatti”.
    Quelli che tu chiami “fatti” sono i cittadini salernitani che per l’ennesima volta hanno votato De Luca e lo hanno portato in regione. Questi sono i fatti!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.