I fatti del giorno: mercoledì 7 ottobre 2015

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
 Rassegna_fatti  ISIS, PINOTTI: SU EVENTUALE IMPIEGO TORNADO DECIDE GOVERNO
   GRILLO E SEL CONTRARI. MATTARELLA, UNITI CONTRO TERRORISMO
”Le scelte verranno assunte collegialmente dal governo”, che
le comunichera’ al Parlamento. Il ministro della Difesa Roberta
Pinotti torna sull’ipotesi di impiego dei Tornado contro l’Isis
in Iraq. Per Beppe Grillo “è un’azione di guerra e dovrebbe
essere approvata dal Parlamento”. Mattarella: ”Contro il
terrorismo fondamentalista necessaria collaborazione di tutti”.
—.
   NATO: VIOLAZIONE RUSSA SPAZIO AEREO TURCO NON INCIDENTE
   MOSCA: LAVORIAMO A COOPERAZIONE AEREA CON USA CONTRO ISIS
La violazione dello spazio aereo turco da parte della Russia
“non è stato un incidente”, cosi’ il segretario generale della
Nato Jens Stoltenberg. La Turchia: alcuni nostri caccia puntati
lunedi’ da un “Mig-29 non identificato”. Mosca:lavoriamo a una
cooperazione aerea con Washington contro l’Isis.
—.
   FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE RIALZA PREVISIONI PER ITALIA
   PIL 2015 +0,8%, 2016 +1,3%.’PUO’ FARE MEGLIO DELLA GERMANIA’
Il Fondo Monetario Internazionale rialza le previsioni del pil
per l’Italia a +0,8% nel 2015 e +1,3% nel 2016 e dice che ”puo’
fare meglio della Germania’. Per Renzi ”l’Italia è tornata”.
—.
   CONTRABBANDIERI MATERIALE NUCLEARE HANNO CERCATO ISIS
   MERCATO NERO IN EUROPA EST, OFFERTO CESIO RADIOATTIVO
Contrabbandieri con legami in Russia hanno messo in atto nei
mesi scorsi un mercato nero di materiale nucleare nell’Europa
dell’est. In febbraio un trafficante offri’ cesio radioattivo
cercando specificamente un acquirente dell’Isis.
—.
    SENATO, SI’ ARTICOLO 10, RESISTENZA PASSIVA OPPOSIZIONI
    CINQUE STELLE CONTRO GRASSO: COME ARBITRO MORENO. POI SCUSE
Si’ all’articolo 10 e “resistenza passiva” delle opposizioni.
Sono le novità della giornata sulla riforma di Palazzo Madama. I
Cinque Stelle attaccano Grasso paragonandolo all’arbitro Moreno.
—.
   SACERDOTE DI TRENTO, IO LA PEDOFILIA POSSO CAPIRLA
   DIOCESI TRENTO GLI REVOCA INCARICHI E FACOLTA’ PREDICAZIONE
“Io la pedofilia posso capirla, l’omosessualità penso sia una
malattia”. Cosi’ il sacerdote di Trento don Gino Flaim. La
diocesi gli revoca gli incarichi e “la facoltà di predicazione”.
—.
   PROCURA DI ROMA APRE FASCICOLO SU SPESE SINDACO MARINO
   PRIMO CITTADINO RIBADISCE, NEL 2023 ANDRO’ IN AUSTRALIA
La procura di Roma apre un fascicolo sulle spese di
rappresentanza del sindaco di Roma Ignazio Marino. ”Non moriro’
politico” ribadisce Marino, ”nel 2023 andro’ in Australia”.
—.
    CORTE GIUSTIZIA UE BLOCCA TRASFERIMENTO DATI EUROPEI IN USA
    NON A SICURO DOPO DATAGATE. SI‘ A RICORSO STUDENTE AUSTRIACO
La Corte di giustizia Ue di Lussemburgo blocca il trasferimento
dei dati personali degli europei sui server negli Usa, in primo
luogo su Facebook, perche’ non al sicuro dopo il Datagate.
Accettato il ricorso di uno studente austriaco in legge. (Fonte ANSA).
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.