Nubifragio su Salerno, strade allagate e traffico in tilt

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
37
Stampa
maltempo_1_ottobre_2015Come previsto intorno alle 10 di questa mattina un violento nubifragio si è abbattuto su Salerno. Strade allagate in pochi minuti, tombini saltati, garage e locali terranei invasi dall’acqua e traffico in tilt. Numerose le telefonate ai Vigili del Fuoco alle prese con interventi in città ed in provincia per fronteggiare le avverse condizioni meteo. Black out in alcune zone di Salerno che hanno subito il distacco dell’energia elettrica mentre numerosi sottopassi si sono subito allagati. I caschi rossi sono stati chiamati ad intervenire anche in via Scuola Eleatica nella zona orientale per il distacco di intonaco del frontalino di un balcone di un palazzo. 

A causare i maggiori danni nel Salernitano sono stati i tombini intasati che non sono riusciti, così, a far defluire l’acqua nelle fogne sottostanti. A Salerno problemi soprattutto nella zona orientale. Un violento acquazzone anche in serata ha causato disagi un po’ ovunque in città dove le strade sono piene d’acqua e i tombini non riescono ad assorbire la pioggia. Anche il livello del fiume Irno si è visibilmente alzato.

Il comune più colpito dal maltempo in provincia di Salerno  è stato  quello di Scafati: allagati scantinati, negozi e anche alcune abitazioni. Le stesse strade sono state invase dalla pioggia tanto che i mezzi di soccorso hanno avuto non pochi problemi a raggiungere i luoghi di intervento. Decine, infatti, le segnalazioni ai Vigili del Fuoco giunte da tutta la provincia. In mattinata una delle zone più colpite era stata Mercato San Severino, ma dopo qualche ora il problema è rientrato.

 

 

E mentre continua a piovere esplode la polemica sollevata 24 ore prima da Celano e Adinolfi, consiglieri comunali di opposizione che chiedevano un provvedimento del sindaco per la chiusura delle scuole rimaste aperte nonostante gli avvisi di criticità emessi dalla Protezione Civile. Sulla base dei fenomeni previsti, il Dipartimento ha parlato di secondo livello di allerta su una scala fatta di tre. Temporali, anche di forte intensità, interessano tutta la provincia di Salerno.

La Sala operativa della Protezione civile raccomanda ai sindaci di attuare le misure di prevenzione dei rischi naturali connessi al dissesto idrogeologico, in relazione sia a fenomeni geologici, come le frane, sia idraulici, come alluvioni ed allagamenti. A Sarno, ad esempio, il sindaco Canfora ha ordinato la chiusura delle scuole. La perturbazione nord africana che sta colpendo l’Italia, in particolare le regioni meridionali come la Campania, dovrebbe andare via nella giornata di domenica lasciando spazio dal pomeriggio a schiarite parziali. Tregua che proseguirà fino a mercoledì. Da giovedì sono previste nuove perturbazioni forti sulla Campania.

maltempo_2_ottobre_2015

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

37 COMMENTI

  1. Per l’amico delle 19,00,da come ho capito sei tu che lo senti il monologo del Governatore, a dire la verità io lo sento la domenica,ma tu che lo segui dimmi se dice verità o falsità, se poi vuoi fare il quaquaraquà,chiamandomi cafone sentendoti realizzato ,allora ti invito a guardarti allo specchio,altro che defecare,il vomito ti fara’ felice

  2. La tua “forma mentis” è di una presunzione che non conosce limiti perchè affermi cose che non conosci e per di più con l’aria di una che non ha neanche i titoli per parlare.
    Sulle luci d’artista secondo me hai letto, tanto per fare un esempio, un articolo sulla legge di Ohm e pensi di esserti laureata in ingegneria elettrica.
    Risparmiati queste uscite in futuro che ne esce malissimo.

  3. E` stato aumentato di 50.000 euro lo stipendio annuo del direttore artistico del teatro Verdi ( De Luca è amante della lirica?) e non si trovano i soldi ( sembrerebbe solo 100.000 euro) per mettere in sicurezza le caditoie…E’ questo il risultato del ventennio De Luca? Riflettiamo salernitani…riflettiamo!

  4. X 13.11, non ho letto alcun articolo è vita pratica, durante l’evento “artistico/turistico” dove vivi?
    In quel periodo ci sono dei cali di tensione e non sono l’unica cittadina ad aerlo notato, fai un pó di indagini prima di ergerti a sapientone e sputare sentenze. L’ho detto anche in altre occasioni basta guardarsi intorno per arrivare a conclusioni palesi, il fatto é che lei come gli allummati deluchiani non volete vedere e non volete che gli altri vedano e denuncino.
    Bisogna dire che a Salerno va tutto bene, salvare le apparenze, come una bella donna che si trucca, si improfuma, ma non si è lavata!

  5. X Rita delle 08:15
    Non è proprio il caso di fraintendere il mio commento.
    Io alludevo alle responsabilità di coloro che continuano ad attribuire ai lavori eseguiti alla foce del Fusandola possibili disastrose conseguenze, a seguito di piogge torrenziali.
    Mi sembra invece che, in questa e anche in altre recenti occasioni, allagamenti e disagi si sono verificati in tutt’altre zone della città.
    Allora, non rimanga “indifferente alle storture e ai disastri” veri ed evidenti e non indugi a fare processi alle intenzioni di chissà chi.

  6. X Savini dellle 17.50, ho capito perfettamente il suo commento, le ripeto che la deviazione é un ulteriore danno al territorio salernitano.
    Fu proprio il Fusandola che unendosi al Rafastia nell’alluvione del 1954 portó morte e distruzione a Salerno.
    Siamo fortunati che a Salerno non si sono avute le piogge abbondanti e torrenziali di diverse ore come nelle altre cittá italiane, le ribadisco conviene sfidare ancora la sorte o mettere in sicurezza il territorio e le persone?

  7. X Rita di ieri – ore 21:21
    Il richiamo all’alluvione del 1954 dimostra che il Fusandola, con o senza la deviazione della foce, esonderebbe comunque in presenza di piogge torrenziali, come quelle che si abbatterono su Salerno in quelle terribili ore.
    Quanto sopra per sottolineare che i lavori eseguiti di recente sul corso del torrente nei pressi della Piazza della libertà sarebbero ininfluenti in caso di un nubifragio eccezionale e gli eventuali disastrosi danni andrebbero ricercati e attribuiti casomai alla conformazione a monte e alla mancanza di adeguati spazi per dare sfogo a masse d’acqua di grossissima entità.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.