Epatite c: possibile curare tutti in modo ‘sostenibile’

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
embrioni_salerno_scambio_analisi_medici_virus“Grazie a un’attenta programmazione annuale, trattare tutti i malati di epatite c con una riduzione dei costi pari a ben 12.500 ciascuno, è possibile. In buona sostanza il sistema resta in equilibrio e la cura non solo è sostenibile ma comporta vantaggi economici”. Ad annunciare i risultati di un recente studio, pubblicato sulla rivista G&RHTA, è stato Francesco Saverio Mennini, Direttore del Centro EEHTA del Ceis, Università di Roma Tor Vergata, in occasione del I Forum Parlamentare HCV “Epatite C: curare tutti i pazienti in modo sostenibile è possibile”, svoltosi oggi in Senato. In base all’analisi, condotta insieme ad EpaC onlus, nell’ipotesi in cui si dovessero trattare 40.000 pazienti ogni anno, al 2020, aggiunge Mennini, “avremmo una spesa complessiva al di sotto dei 2 miliardi ogni anno, con una spesa media per paziente trattato di circa 11.000 euro”. Considerando che, grazie all’efficacia dei nuovi trattamenti si verificherà, a partire dal 2018, una riduzione dei costi pari a 12.500 euro a paziente, “la spesa sembra essere ampiamente sostenibile”.

Attraverso una programmazione pluriennale, quindi, si potrebbero curare anche gli oltre 100.000 pazienti di epatite C fino ad ora esclusi dal trattamento innovativo, “senza alcuna discriminazione”, sottolinea Ivan Gardini, presidente di EpaC onlus. Per farlo però è indispensabile il rifinanziamento del fondo destinato ai farmaci innovativi. “La politica – aggiunge -deve aiutarci rifinanziando il fondo anche per i prossimi anni” ma anche “bisogna anche renderlo indipendente dal fondo previsto per la spesa ospedaliera al fine di utilizzare il 100% delle risorse vincolate esclusivamente per l’acquisto di farmaci innovativi”. Chi prima e chi dopo, ha concluso “tutti devono avere accesso ai farmaci. Che non venga più detto a nessuno ‘tu non puoi essere curato’, perché è anticostituzionale”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.