In coda per ore, aspettando di poter ritirare la pensione. Disavventura a Cava

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Pensioni_anzianiIn coda per ore, aspettando di poter ritirare la pensione. E’ successo anche a Cava de’ Tirreni nei giorni scorsi. A ogni inizio del mese si ripete il disservizio per anziani e non presso alcuni degli uffici postali della provincia di Salerno, dove non c’è un numero adeguato di posti a sedere, i contanti sufficienti per pagare le pensioni e soprattutto in molti uffici mancano le macchinette elimina-code e le sedie per attendere il proprio turno.

Nonostante le proteste dei mesi scorsi e gli impegni presi dalla dirigenza salernitana di Poste Italiane, nulla è cambiato e allora la Fnp Cisl Salerno torna a far sentire la sua voce dopo l’ennesimo episodio. Lo scopo è quello di denunciare un problema ormai annoso e di sollecitare soluzioni, per evitare che quanto accaduto a Cava de’ Tirreni non si ripeta più.

«Qui si continua a ignorare totalmente le lamentele, i disagi dei cittadini per il cattivo funzionamento di alcune sedi postali della città capoluogo e in provincia come a Cava de’ Tirreni»denuncia Giovanni Dell’Isola, segretario della Fnp Cisl Salerno. «File interminabili in alcuni periodi del mese, che rappresentano un notevole disservizio per la popolazione e un vero calvario per gli anziani che durante i giorni di pagamento delle pensioni sono costretti a restare in piedi per ore».

Il sindacato per questo rilancia la necessità di installare i distributori di numeri in tutte le sedi per smaltire meglio le code e le attese. «Le numerose richieste presentate dalla Fnp Cisl Salerno per il potenziamento degli uffici e dell’organico, oltre che il prolungamento dell’orario anche al pomeriggio e installazione di un sistema di elimina-code e di adeguati posti a sedere per attendere il proprio turno.

E’ necessario avere anche i soldi necessari per far fronte al pagamento delle pensioni», aggiunge Dell’Isola, «devono trovare concreta soluzione. Purtroppo ad oggi non è cambiato nulla, nonostante le numerose denunce e sollecitazioni del sindacato pensionati della Cisl. Continuano le file interminabili, vero supplizio per gli anziani. E in questa settimana, con l’arrivo delle festivitànatalizie, si rischia il collasso e l’accentuazione delle difficoltàche per gli anziani, in alcuni casi, diventano ostacoli insormontabili»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Difficile aprire un conto corrente postale e farsela accreditare…

    E pure questi pensionati presumibilmente erano a lavoro quando eravamo già in piena rivoluzione digitale.

    E sold, sott a mattunell!

  2. Vorrei dire che il problema è dovuto a mancanza di soldi, di liquidità, sia via moneta, sia a livello interbancario. Uno stato biscazziere in una regione di sciacalli …

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.