Mense scolastiche: sciopera il personale di Sala Consilina

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
mensa_scolasticaLe lavoratrici impegnate sull’appalto di refezione delle scuole di Sala Consilina hanno più di un motivo per aderire allo sciopero nazionale che si terrà il 5 febbraio prossimo. Infatti, oltre a condividere con gli altri 50.000 addetti del settore della Ristorazione Collettiva (refezione in appalto di asili nido, scuole, ospedali, case di riposo, mense aziendali e intraziendali, ecc. …) l’assenza da ormai 32 mesi di un Contratto Collettivo Nazionale, per il cui rinnovo non è stato possibile raggiungere alcun accordo, le lavoratrici lamentano situazioni particolari di un appalto molto travagliato e complesso, specie negli ultimi anni.

In merito al rinnovo del CCNL, le richieste avanzate dalla parte datoriale sono chiare: una riduzione del costo del lavoro, la revisione peggiorativa della clausola sociale che garantisce il mantenimento del personale nei cambi di appalto, un abbassamento delle tutele collettive ed individuali, aumenti retributivi irrisori. La Filcams Cgil, insieme alle altre Organizzazioni Sindacali nazionali, ha dichiarato la propria indisponibilità ad intervenire sugli istituti contrattuali nei termini proposti delle associazioni datoriali perché il risultato porterebbe ad un sostanziale ed ingiustificato arretramento della condizione delle lavoratrici e dei lavoratori e li priverebbe della legittima tutela del potere d’acquisto dei loro salari.

A fronte dell’impossibilità di proseguire nelle trattative e per sostenere la vertenza aperta da ormai 32 mesi, è stato proclamato lo SCIOPERO NAZIONALE per il 5 febbraio 2016 per l’INTERA GIORNATA LAVORATIVA.

Le lavoratrici del servizio refezione scolastica di Sala Consilina il giorno 5 febbraio incroceranno le braccia anche per protestare per il mancato pagamento di ben tre mensilità arretrate a partire dallo scorso mese di novembre, e per esprimere le forti preoccupazioni che accompagnano l’attuale fase di cambio appalto, benchè grazie all’opera della FILCAMS-CGIL di Salerno e la disponibilità dell’Amminitrazione Comunale di Sala Consilina il bando preveda le clausole di salvaguardia per le tutele occupazionali e reddituali del personale attualmente in forza. Per le mense scolastiche di Sala Consilina lo sciopero del 5 febbraio sarà solo la prima giornata di mobilitazione in vista della definitiva risoluzione delle criticità economiche e non che riguardano le lavoratrici.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.