Programma flussi d’ingresso per il 2016 lavoratori non comunitari per lavoro stagionale

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Caporalato_Agricoltiura_bracciantiE’ in corso di pubblicazione il  Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 14 dicembre 2015 concernente la programmazione transitoria dei flussi d’ingresso  per l’anno 2016  dei lavoratori  non comunitari per lavoro stagionale e non stagionale nel territorio nazionale.

Sui siti internet del Ministero dell’Interno (www.interno.gov.it)  e del  Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (www.lavoro.gov.it) verrà comunicata l’avvenuta pubblicazione del predetto decreto sulla Gazzetta Ufficiale.

Le domande potranno essere presentate esclusivamente attraverso il sistema telematico, accedendo al sito internet del Ministero dell’Interno. Le procedure di registrazione degli utenti, la compilazione dei moduli e l’invio delle istanze sono sostanzialmente identiche a quelle già sperimentate per i precedenti decreti flussi.

L’applicativo per la  precompilazione dei moduli  di domanda sarà reso disponibile nei giorni previsti per le diverse tipologie di lavoro,  mentre le domande stesse  potranno essere inviate soltanto successivamente dalle ore 9,00 del settimo  o del quindicesimo giorno (a seconda della tipologia lavorativa) successivo alla data di pubblicazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri  nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

In ogni caso, le domande potranno essere presentate fino al 31 dicembre 2016.

Per quanto riguarda , in particolare, gli ingressi per motivi di lavoro subordinato stagionale, potranno essere inviate le istanze relative a lavoratori non comunitari appartenenti alle seguenti nazionalità: Albania, Algeria, Bosnia-Herzegovina, Corea (Repubblica di Corea), Costa d’Avorio, Egitto, Etiopia, Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, Filippine, Gambia, Ghana, Giappone, India, Kosovo, Marocco, Mauritius, Moldavia, Montenegro, Niger, Nigeria, Pakistan, Senegal, Serbia, Sri Lanka, Sudan, Ucraina, Tunisia.

Nell’ambito delle quote stabilite per i lavoratori subordinati stagionali, è confermata,  comunque, la possibilità di presentazione di domande a favore di lavoratori appartenenti a nazionalità non comprese nel succitato elenco che siano già entrati in Italia per lavoro stagionale negli anni precedenti.

Le quote, previste dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 14 dicembre 2015, destinate ai  lavoratori  non comunitari stagionali e non stagionali, saranno ripartite a cura del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali alla Direzione Territoriale del Lavoro sulla base delle effettive domande che perverranno allo Sportello Unico per l’Immigrazione, nonché del fabbisogno scaturito dalle consultazioni a livello locale anche con la Regione, le parti sociali e le organizzazioni sindacali.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.