Unesco: l’Italia candida la pizza napoletana a patrimonio umanità

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Pizza_forno“L’Arte dei pizzaiuoli napoletani” sarà l’unica candidatura italiana nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’umanità Unesco. A confermarlo la Commissione di valutazione nazionale per l’Unesco, riunitasi oggi a Roma. Votata all’unanimità e sostenuta da quasi 850mila firme, la decisione dimostra come la pizza sia il patrimonio culturale immateriale più rappresentativo del nostro Paese. Anche AmbienteQuotidiano è stato da sempre attivo promotore della campagna pizza Unesco, considerata dall’ex Ministro dell’Agricoltura Pecoraro Scanio una “tappa importante”:

«È con grande soddisfazione  – dichiara Alfonso Pecoraro Scanio, promotore della campagna #pizzaUnesco – che ho accolto questo importante voto. Ringrazio gli oltre 850.000 firmatari della petizione, tutte le associazioni che hanno aderito e in particolare la Commissione Italiana Unesco e tutti i ministeri che hanno espresso un voto unanime per questa candidatura. Ora serve il massimo impegno per ottenere l’iscrizione nel registro mondiale e la tutela di questa tradizione che riguarda uno dei  prodotti più noti al mondo. Il rischio era che arrivassero prima gli americani visto che la prossima settimana a Las Vegas lanceranno il sostegno alla pizza “New York style”. Farsi rubare anche la pizza perché siamo capaci di litigare fra noi come mentecatti sarebbe stato un paradosso».

Una vittoria che ha avuto l’appoggio di diverse nazioni, ha proseguito il presidente della Fondazione UniVerde Pecoraro Scanio, se si considera la provenienza di una considerevole parte di adesioni: 100mila dal Giappone, 50mila arrivate ieri dall’Argentina, altre 50mila da San Paolo del Brasile: «In questo weekend si raccoglieranno altre firme nei mille mercati di Campagna Amica Coldiretti e in quasi mille pizzerie in Italia e nel mondo».

La prossima tappa della campagna mondiale #pizzaUnesco sarà a Parigi il 14 marzo dalle 18:30 per la consegna ufficiale alla sede mondiale Unesco, in Place de Fontenoy, del primo milione di firme raccolte dalla petizione. In questa occasione Pecoraro Scanio presenterà “l’Arte dei pizzaiuoli napoletani” agli oltre centro ambasciatori presenti a Parigi e consegnerà un milione di firme con il presidente della Coldiretti e quello dell’APN, Associazione pizzaiuoli napoletani. La candidatura sarà valutata dall’Unesco nel 2017.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Si si a pizza napoletana con la farina di grano del Canada, l’olio di oliva tunisino, il pomodoro egiziano la mozzarella casertana/battipagliese, il sale dalle saliere siciliane…..jamm che forse a vasilicona dell’area vesuviana (in italiano basilico, ma nella lingua napoletana greca/bizantina la B viene pronunciata V, come pure la G diventa V esempio Pagare diventa à Pavà)………simm e napule paesà——staseraa battiamo pure il Chievo e per differenza reti torniamo al primo posto tieeee e domani forza fascio-cileno Pinilla gonfiaaaa la reteeeee Pinilla gonfiaaaa la reteeeeee batti la Juventùs!…no censura

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.