La Salernitana fa il colpaccio: a Cesena questa volta è Bagadur al 94′!

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
14
Stampa
Cesena_Salernitana_5_gruppo_bisTermina con una vittoria al 94’ per la Salernitana il posticipo della giornata di serie B. Bagadur di testa,quando sembrava fissato l’1-1, riaccende la fiamma della speranza per la Salernitana, battendo Gomis da due passi e regalando alla squadra granata il primo colpo esterno della stagione. Salernitana che si riprende ciò che l’Entella aveva scippato all’Arechi martedi sera. Eppure sino all’inzuccata del croato scuola Fiorentina sembrava l’ ennesima occasione sciupata dalla Salernitana al Manuzzi di Cesena. I romagnoli, in vantaggio al 19’ del primo tempo con un rigore totalmente inventato da Baracani che vede un fallo di mano di Bagadur fuori area all’interno dei 16 metri.

Dal dischetto Ciano porta in vantaggio i padroni di casa che subiscono il ritorno dei granata dieci minuti dopo con Coda che di testa indirizza verso la porta ma il già ammonito Caldara ci mette il braccio e l’arbitro fiorentino restituisce il favore e fischia il penalty espellendo il difensore di Drago. Coda realizza con freddezza andando in doppia cifra. Ma la superiorità numerica non viene sfruttata dalla squadra campana che soffre nel finale di tempo. Nella ripresa la partita si spezzetta e per entrambe prevale la paura di perdere. Menichini si gioca il rientro dell’esterno Nalini e nell’ultimo quarto d’ora inserisce anche Donnarumma passando al 3-4-3 ma tranne un occasione sciupata da Bus e qualche spizzata di Coda c’è poco da registrare sino al 90’ e quando sembrava tutto fatto Bagadur fa esplodere i 150 tifosi giunti da Salerno che da oggi iniziano a crederci come tanti altri restati in città incollati al televisore.

Salernitana dunque in campo a Cesena a caccia del colpo da tre punti per rifiatare in classifica e dare il via alla rimonta salvezza. Menichini conferma le indiscrezioni della vigilia: Bus in coppia con Coda con Donnarumma in panchina pronto ad entrare a gara in corso e con una speciale maschera protettiva. Odjer e Moro in mezzo al campo con Zito e Gatto ai lati. In difesa Bagadur e Bernardini controlleranno Djuric ed i temibili attaccanti romagnoli. Colombo e Rossi sono gli esterni di difesa. Drago deve rinunciare all’ex Ragusa fermato da un attacco influenzale. In campo Falco al fianco di Djuric con Ciano dietro le punte.

LA PARTITA.  Alle 20.30 Baracani di Firenze, dinanzi ad una cornice modesta di pubblico da l’inizio delle ostilità. Salernitana che parte con vivacità al 7′ Zito pesca in area Coda su calcio di punizione, il colpo di testa dell’attaccante è troppo debole per impensierire Gomis. Dopo una conclusione romagnola di Ciano respinta da Terracciano con Djuric poco lesto per il tap-in è Bus a tentare fortuna in area locale ma la difesa libera. Al quarto d’ora è sempre Bus (ottimo impatto sul match) a lanciare la ripartenza innescando Zito fermato fallosamente ma per il direttore di gara è tutto regolare.

Cesena_Salernitana_8_tifosi_trasferta_bisAl 16’ il primo giallo del match è per il bianconero Caldara per gioco falloso. Il Cesena tenta qualche sortita sterile con i soliti Ciano e Djuric ma al 18’ un lancio per quest’ultimo viene intercettato con la mano da Bagadur fuori dell’area granata: ammonizione e rigore fantasma per i padroni di casa che Ciano trasforma nonostante l’intuito di Terracciano. Partita che si fa dura per i granata che avevano tenuto il campo con personalità nei primi minuti. Al 20’ ennesima tegola per gli uomini di Menichini: Colombo accusa un colpo ed esordio per Tuia in serie B dopo un lungo infortunio.

Al 28’ colpo di scena: traversone del solito Zito e colpo di testa di Coda in area cesenate con Caldara che salta con il braccio alzato toccando la sfera, rigore e giallo per il bianconero che già ammonito viene espulso. Dagli undici metri Coda batte con freddezza Gomis e ristabilisce il pari. Partita che cambia di dinamica con gli ospiti con l’uomo in più ma gli uomini di Drago tentano una rabbiosa reazione con una mischia pericolosa in area salernitana che si salva non senza qualche affanno. Sul capovolgimento di fronte ancora il rinvigorito Coda tenta la botta ma Gomis non si lascia sorprendere. Cesena nervoso con Perico che falcia Zito e termina sul taccuino del fiscalissimo Baracani.

Al 35’ ancora cross di Zito dalla sinistra, con Coda che prova il colpo di testa in tuffo, lasciato tutto solo sul secondo palo e incredibilmente spedisce la palla sul fondo. Drago inserisce Lucchini per Falco cambiando il modulo al Cesena. Il solito Ciano ci prova dalla distanza di sinistro ma il tiro dell’ex Crotone è alto. Gioca bene il Cesena nei minuti finali della prima frazione, malgrado l’inferiorità numerica. Gli uomini di Drago continuano ad attaccare, con la Salernitana che si difende anche con le maniere forti e cosi anche il neo entrato Tuia termina sul taccuino dell’arbitro. Termina così un primo tempo intenso e deciso da qualche strafalcione di Baracani.

Cesena_Salernitana_4_esultanza_gruppo_bisSECONDO TEMPO. Comincia il secondo tempo con il Cesena sempre in avanti e sempre con l’indemoniato Ciano. Tegola per Drago costretto a sostituire il neo entrato Lucchini per un colpo al volto con Magnusson. La partita inizia a diventare cattiva. Al 12’ ritorno in campo per Andrea Nalini nella Salernitana dopo più di un anno: l’esterno rileva uno stanco Gatto. Al 16’ cross al bacio di Sensi dalla destra e Kessie di testa da due passi sciupa il raddoppio. Dopo un minuto ci prova Odjer dalla distanza ma il ghanese spara in curva.

Al 23’ la partita si riscalda, Rossi subisce un fallo non ravvisato dall’arbitro e rimane a terra, il pubblico lo fischia e lui manda a quel paese la tribuna e Baracani lo ammonisce. Al 27’ un colpo di testa di Coda non provoca problemi per Gomis mentre sulla ripartenza Bagadur con il corpo salva su Kone da due metri. Alla mezz’ora Sensi e Zito se le danno a centrocampo e Baracani li ammonisce ad entrambi.

Menichini si gioca l’ultima chance inserendo Donnarumma per Zito e passando di fatto al 3-4-3, ma tranne un occasione sciupata da Bus al 40’ c’è poco da registrare, anzi è il Cesena nel finale a sfiorare il raddoppio con Kone ma Terracciano respinge egregiamente. Nell’ultimo giro di lancette l’imprevedibile: Donnarumma si invola e viene scalciato quasi al limite: punizione granata e palla dentro di Nalini che pesca Bagadur che prende l’ascensore e batte Gomis di testa regalando alla squadra di Lotito il primo sussulto esterno della stagione quando ormai nessuno ci credeva più. Ed ora forse comincia un altro campionato per la Salernitana, sperando che non sia troppo tardi.

TABELLINO CESENA -SALERNITANA 1-2

Cesena (4-3-1-2): Gomis; Perico, Capelli, Caldara, Renzetti; Kone, Sensi, Kessie; Ciano (40′ st Dalmonte); Falco (37′ st Lucchini) (7′ st Magnusson), Djuric. A disposizione: Agliardi, Fontanesi, Valzania, Severini, Falasco,, Rosseti. Allenatore: Drago.

Salernitana (4-4-2): Terracciano; Colombo (24′ pt Tuia), Bernardini, Bagadur, Franco; Gatto (12′ st Nalini), Moro, Odjer, Zito (32′ st Donnarumma); Coda, Bus. A disposizione: Strakosha, Empereur, Pollace, Bovo, Pestrin, Tounkara. Allenatore: Menichini.

Arbitro: Leonardo Baracani di Firenze

Assistenti: Matteo Bottegoni della sezione di Terni e da Emanuele Prenna della sezione di Molfetta

IV uomo: Luigi Rossi di Rovigo.

Reti: 19′ pt Ciano (rig), 27′ pt Coda (rig), 49′ st Bagadur

Note: Ammoniti: Caldara, Bagadur, Perico, Tuia, Rossi, Zito, Sensi, Kone

Espulso: 26′ pt Caldara (doppio giallo)

Calci d’angolo: Cesena: 8 – Salernitana: 4

Recupero: 2′ pt – 4′ st

Spettatori: 12280

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

14 COMMENTI

  1. Battiamo Vicenza Livorno lanciano e latina e possiamo farcela anche senza play out…in troppi nella provincia nord hanno ballato sulla nostra tomba ….ma siamo ancora vivi!!! Forza Salernitana regalaci la salvezza

  2. Questa squadra lotta….lotta fino alla fine e Menichini la sta facendo funzionare…ce la possiamo fare…perchè questa vittoria da una notevole forza mentale!

  3. Una richiesta ai capi ultra della curva Sud ….. Maxi coreografia inizio partita ….. per il Vichingo: sopra finora si è tifato poco, ritornate ad incitare i granata come i vecchi tempi
    Per tutti: ritornate allo stadio….dobbiamo essere almeno ventimila !!!

  4. Sempre nei tuoi pensieri eh, petino bello! A monitorare costantemente i commenti di una squadra per la quale non fai il tifo 🙂 Lo sai come si chiama questa cosa in psicologia? Complesso di inferiorità. Ci leggiamo dopo la vittoria con il Lanciano. Mi raccomando, io cercherò di non mancare, tanto lo sappiamo che tu sarai PUNTUALISSIMO!

  5. La tua squadra è anche la mia squadra, la differenza è che io sono realista e pronto ad ammettere che trattasi di una squadra senza capo né coda!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.