Mister Sannino alla ricerca di una cura per la ‘pareggite’

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
salernitana_vicenza_32Reduce da quattro risultati utili consecutivi, di cui tre pareggi (a Brescia, con l’Entella e ad Ascoli) ed una sola vittoria (il 9 ottobre contro il Benevento), la Salernitana continua a muovere la classifica, ma continua ad essere pericolosamente vicina alle zone a rischio. Rispetto allo scorso anno la squadra granata ha appena 2 punti in più e con la media punti attuale (12 punti in 10 gare, 1.2 di media per incontro) finirebbe la stagione con 45/46 punti, rischiando di essere risucchiata nuovamente nella lotta per evitare la retrocessione (magari tramite i playout). Per invertire la rotta, per cambiare passo e puntare con decisione al lato sinistro della classifica, la squadra di Lotito e Mezzaroma deve trovare un rimedio alla “pareggite” per centrare qualche vittoria in più.




In trasferta Bernardini e soci non hanno mai vinto, tutte le squadre da centro classifica in più possono vantare almeno un successo esterno. Anche in casa, dove finora la Salernitana ha ottenuto 3 vittorie, 5 pareggi e 2 sconfitte, i granata possono fare di più e, anzi, devono trasformare l’Arechi in un fortino, con l’aiuto del pubblico amico. Possibilmente già a partire da sabato. La Salernitana proverà a vendicare l’eliminazione dalla Coppa Italia patita in estate ad opera del Pisa e, se ottenesse i 3 punti, potrebbe anche scavalcare in classifica i toscani (che al momento sono in vantaggio di 2 lunghezze).

Per la terza gara in sette giorni, mister Sannino dovrebbe ulteriormente far ruotare gli uomini a sua disposizione: ad Ascoli hanno riposato Rosina, Odjer e Marchi, tutti e tre dovrebbero essere rilanciati sabato pomeriggio. Contro il Pisa la Salernitana potrebbe, nell’ottica di un turnover moderato, proporre Tuia sul centro-destra (per concedere un po’ di riposo a Perico), Odjer e Busellato a coprire le spalle di Rosina, che potrebbe agire (un po’ da mezzala e un po’ da fantasista) tra le linee, un po’ più indietro rispetto a Coda e Caccavallo, entrambi in odore di riconferma (con Donnarumma e Joao Silva destinati ancora a partire tra le riserve). Della Rocca, dunque, potrebbe scivolare in panchina, al pari di Zito (che resta in ballottaggio con Vitale per un posto a sinistra). A destra, invece, Improta parte ancora in vantaggio rispetto a Laverone.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.