Bollini ed il coraggio di osare, il destino dei granata è nelle sue mani

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
bari_salernitana26Non sono bastate 17 partite per capire ambizioni, velleità e valore di una Salernitana che gioca bene, strappa applausi ma non raccoglie punti. Bari è solo l’ultima tappa di un cammino ad ostacoli. I pugliesi hanno vinto con due tiri in porta ma ai punti avrebbe meritato la Salernitana per gioco, palle gol create, pali colpiti e decisioni arbitrali a sfavore. Il problema è che di riffe o di raffe siamo a -4 dal termine del girone d’andata. La Salernitana ha appena un punto in più di quella di Torrente della passata stagione e rischia, se non cambia marcia di chiudere di poco sopra quota 20 toccata dal mister di Cetara nell’ultima di andata.




La trasferta di Frosinone, il Carpi all’Arechi e poi Avellino ed infine il Perugia. Quattro gare che potranno dire tanto su obiettivi, potenzialità ed anche mercato. Bollini ha dalla sua l’entusiasmo ma dovrà essere bravo a far svoltare la Salernitana ad apportare i giusti correttivi, soprattutto in difesa dove si ripetono sempre gli stessi errori soprattutto su palle inattive. E’ arrivato il momento delle scelte. Il neo mister deve decidere con che modulo giocare e soprattutto l’atteggiamento. Se vuole fare una partita d’attacco non può rinunciare a Donnarumma se vuole difendersi ha bisogno di un altro modulo e di altri interpreti, soprattutto a centrocampo.

Poi a Bollini toccherà il vero esame, quello del mercato. Dovrà dire la sua senza se e senza ma. Dovrà stilare con il direttore e la proprietà una lista di nomi per rinforzare una squadra che pur avendo qualità presenta lacune da colmare e reparti da puntellare. Proprio la difesa continua a rappresentare un tallone d’Achille e la scelta di Luiz Felipe per mancanza di alternative a Vitale non è un problema di poco conto. C’è poi uno spogliatoio da ricostruire e crepe da chiudere. Tutto in poco tempo. E’ vero che c’è un girone intero da disputare più altre 4 gare prima della fase discendente ma c’è anche il rischio di precipitare sul fondo della classifica da dove non è affatto facile risalire.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.