Salernitana, difesa da presepe ad Avellino: primo tempo lupi avanti 2-0

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
10
Stampa
av_sa3Termina con l’Avellino in vantaggio 2-0 il primo tempo del derby tra biancoverdi e Salernitana. Prima frazione avara di emozioni con le due squadre bloccate dai rispettivi tatticismi. Portieri praticamente inoperosi ed equilibrio rotto al 17’ da Jidayi che sfrutta un calcio piazzato e di testa porta in vantaggio i lupi. Tegola per Novellino che perde per infortunio prima Asmah e poi Gonzalez, al loro posto Perrotta e Donkor. Ammoniti Ronaldo, Busellato, Rosina e Mantovani tra i granata e Donkor e Belloni tra i padroni di casa. Impalpabile il primo tempo di Joao Silva. Nel finale di tempo altro giallo a Mantovani che viene espulso. Nel recupero con la Salernitana in bambola Ardemagni raddoppia. Ripresa drammatica per i granata anche in dieci uomini.

Sotto l’albero di Natale Avellino e Salernitana trovano dunque il derby. Una partita che mette in palio tre punti ma anche il trampolino di lancio per superare le rispettive crisi di gioco e soprattutto risultati. Due squadre in debito di punti che hanno già virato sul piano tecnico: Novellino è subentrato a Toscano, Bollini ha preso il posto di Sannino dopo le dimissioni. I granata si presentano in Irpinia orfani senza Coda e Bernardini squalificati,con parecchi elementi della rosa ancora debilitati per i postumi di un brutto virus influenzale che ha colpito la squadra in settimana. Inoltre ancora indisponibile Odjer.

Il trainer granata conferma comunque il tridente d’attacco con Joao Silva (uno dei tanti ex) nelle vesti di vice-Coda, Rosina e Improta sugli esterni. Forse bocciatura definitiva per Donnarumma che si accomoda nuovamente in panchina. In difesa forfait dell’ultim’ora di Schiavi e Bollini lancia Mantovani al fianco di Tuia con Perico e Vitale esterni. Mediana nelle mani anzi nei piedi di Ronaldo che sarà affiancato da Busellato e Della Rocca. L’altro ex Zito parte dalla panchina. Sugli spalti colpo d’occhio importante. Sold-out il settore ospiti con 800 tifosi granata che non fanno mancare il loro calore alla Salernitana dal primo all’ultimo minuto dando ieri al Volpe un piccolo assaggio del loro calore.

Avellino in cerca della vittoria della svolta di una stagione complicata dai risultati del campo e dalle vicende processuali per un illecito di qualche anno fa. Novellino che si gioca la credibilità della piazza schiererà come al solito con un 4-4-2 che assicura equilibrio nelle due fasi di gioco. Davanti a Frattali spazio a Gonzalez, Djimsiti, Jidayi e Asmah; a centrocampo D’Angelo ed Omeonga a far gioco e legna, con i grimaldelli Verde e Belloni sugli esterni. La coppia d’attacco è formata da Castaldo ed Ardemagni. Arbitra Abisso di Palermo.

AVELLINO – SALERNITANA 2-0 (primo tempo)


AVELLINO (4-4-2): Frattali; Gonzalez, Djimsiti, Jidayi, Asmah; Verde, Omeonga, D’Angelo, Belloni; Castaldo, Ardemagni. A disp. Radunovic, Donkor, Lasik, Perrotta, Paghera, Crecco, Soumarè, Camara, Mokulu. All: Walter Novellino
SALERNITANA (4-3-3): Terracciano; Perico, Mantovani, Tuia, Vitale; Busellato, Ronaldo, Della Rocca; Rosina, Joao Silva, Improta. A disp. Liverani, Iliadis, Luiz Felipe, Franco, Laverone, Garofalo, Zito, Caccavallo, Donnarumma. All: Alberto Bollini
ARBITRO: Sig. Rosario Abisso di Palermo (Bottegoni/Margani) IV uomo: Di Paolo.

Reti: 17′ Jidayi, 49′ Ardemagni

Espulso 47′ Mantovani

LA GIORNATA IN SERIE B. Si disputa oggi la ventesima giornata del campionato di serie B. A Carpi arriva il Verona di Pecchia mentre al matusa si sfidano il Frosinone e il Benevento. Due sfide dal sapore di serie A. La Spal cerca punti importanti in casa contro la Ternana di Carbone, mentre l’Entella va a caccia del riscatto contro il Novara. L’Ascoli ospita il Bari mente il Brescia sfida davanti al proprio pubblico la Pro Vercelli. In coda punti pesantissimi in palio nella sfida tra Cesena e Trapani in programma al Manuzzi, mentre il Cittadella sarà di scena a Vicenza.

IL PROGRAMMA:

Pisa-Spezia (ore 12:30)
Spal-Ternana;
Entella-Novara;
AscoliBari;
Avellino-Salernitana;
Brescia-Pro Vercelli;
Carpi-Verona;
Cesena-Trapani;
Frosinone-Benevento;
Perugia-Latina e
Vicenza-Cittadella

LA CLASSIFICA: Verona 37, Frosinone 35, Benevento 33 (-1), Spal 32, Cittadella 31, Carpi 31, Perugia 29, Bari 27, Entella e Spezia 26, Novara 25, Brescia e Ascoli 23, Salernitana, Latina, Pro Vercelli e Vicenza 21, Pisa e Ternana 20, Cesena 19, Avellino
17, Trapani 12.

AGGIORNAMENTI TWITTER USSALERNITANA1919

 


Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

10 COMMENTI

  1. ma secondo quale criterio è stato scaricato Sannino per questo che in 4 partite ne ha perse 3 , vergognoso!!! e la colpa è anche nostra

  2. Il problema è sempre quello ahimè,non hanno gli attributi(per non essere volgare).Questo è il vero problema,perchè la squadra c’è,però come mancassero gli stimoli e in più siamo anche,anzi direi molto sfortunati,per non parlare degli arbitri.

  3. Squadra inguardabile con una difesa vergognosa che prende gol fotocopia su palle da fermo.Comunque con un allenatore esperto come Menichini facevamo un campionato tranquillo, invece con questo soffriremo peggio dell’anno scorso.

  4. Ho progetto ben preciso e lo espongo chiaramente e fermamente. Prendiamo giovani di salerno, tesseriamoli e facciamo meno figuaracce. Ricordo tornei meravigliosi dove semplici ragazzi erano migliori degli attuali mercenari. Metterei sulla panchina un giovane Salernitano, come allenatore, Orlando Santoro ma Lotito non puo provarti sulla panchina, con la tua vecchia squadra dell’ itc Antonio Genovesi? Sicuramente si vince e sicuramente ci sarà cuore e calcio migliore.

  5. Con Lotito sarà sempre così.Deve vendere . Meglio ripartire con un’altra società anche se da serie minori . Peggio di Lotito secondo non possono fare.

  6. TRE SCONFITTE SU QUATTRO PARTITE!…quasi un record nazionale per una sostituzione di mister allenatore……ridateci SUBITO Menichini!….BD

  7. Ci accapigliamo su sannino, menichini e bollini….oramai siamo assuefatti alla svravacatura degli allenatori imposti da fabiani e lotito. L’unico allenatore “normale” (Gregucci) che abbiamo avuto in questi 5 anni è stato mandato via perchè aveva personalità e non accettava imposizioni dal DS. Ma allora avete capito il marcio dove sta? Tutti vanno via ma lui resta con i soliti problemi di squadre allestite solo per i business suoi e del patron. VERGOGNATEVI. Non ne possiamo più.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.