Canfora: «Province in dissesto finanziario se non arrivano soldi da Governo»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
“Una buona e una cattiva notizia. La buona notizia è che il Governo centrale ha finalmente azzerato il taglio alle Province di 650 milioni di euro. Ma certo non si risolve la situazione di grave emergenza e resta l’impossibilità di riuscire a garantire la continuità dei servizi essenziali e la sicurezza dei cittadini.

Per porre fine a questa emergenza servono risorse per 900 milioni di euro. E questa è la cattiva notizia perché se entro fine marzo il Governo Gentiloni non dovesse stanziare tale somma, le Province si troverebbero in una situazione di dissesto finanziario”. Lo ha detto oggi il Presidente della Provincia, Giuseppe Canfora, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Sant’Agostino.

“Persino la Corte dei Conti – ha dichiarato Canfora – intervenendo alla Commissione bicamerale per il federalismo fiscale ha usato parole durissime, affermando che i tagli sulle Province sono stati irragionevoli, e che le risorse a diposizione per i servizi sono del tutto insufficienti.

L’ennesima attestazione che i Presidenti delle Province, per senso di responsabilità e perché in quanto Sindaci sentono fortissimo il legame con le comunità amministrate, hanno fatto l’impossibile in condizioni drammatiche pur di garantire i servizi essenziali. Il Governo ci ha assicurato che il decreto legge che chiediamo arriverà a breve e che si aprirà un tavolo di concertazione sulle norme da predisporre. Noi non possiamo che ribadire la necessità di ulteriori risorse, esclusivamente per la manutenzione e messa in sicurezza delle strade provinciali, delle scuole e dell’ambiente”.

E sulla dichiarazione del presidente Canfora netta la considerazione della Cgil FP di Salerno affidata ad un comunicato del segretario Angelo De Angelis

“Restiamo estremamente perplessi nell’apprendere dagli Organi di Stampa che il Presidente della Provincia Canfora ha tenuto  una Conferenza Stampa a Palazzo Sant’Agostino sulla situazione economico-finanziaria delle province.

… Tre anni fa una legge ordinaria, la legge Delrio, approvata sotto Governo e Maggioranza parlamentare PD, partito cui aderisce il Presidente Canfora, maldestramente tentava di eliminare le Province dalla Costituzione ancor prima che la proposta di modifica costituzionale fosse legittimata dal popolo italiano che infatti ha detto NO;

… Più di due anni fa la legge di stabilità per il 2015 nelle Province faceva razzìe di risorse umane e finanziarie con il benestare di tutto il PD, determinando il dissesto di tutti gli Enti provincia, la sofferenza di tanti lavoratori della Provincia, delle Partecipate e dell’indotto, lo smembramento di funzioni fondamentali, il quasi azzeramento dei servizi resi, il “masso di Aquara” che è ancora lì a tagliare in due una Provincia, triste simbolo del malgoverno PD che ha distrutto un Ente che creava servizi ed economia.

… Perchè il Presidente Canfora non è intervenuto con il Suo Partito quando le strade crollavano, i soffitti delle scuole cadevano, la manutenzione semplice, ordinaria delle strade, veniva a mancare insieme con la sicurezza di studenti e cittadini, il contenzioso lievitava, la Polizia provinciale veniva smantellata creando un vuoto nella vigilanza ambientale?

…Perché quando i lavoratori gridavano con forza che bisognava fermare quello scempio il Presidente Canfora, e con Lui tutti i sindaci di questa straziata Provincia, non si è messo in testa ai cortei insieme con i Suoi dipendenti, facendo addirittura togliere lo striscione informativo per i cittadini dal balcone del Palazzo?

… Ci spieghi il perché della contraddizione in termini per cui mentre appoggiava convintamente il Si al referendum abrogativi della Provincia, dava l’assist a una campagna elettorale scandalosa che in Provincia di Salerno ha visto una lotta al potere interna ai Partiti ben poco rispettosa dei cittadini privati del voto?

… Qual era l’interesse a governare un Ente così malmesso sotto il profilo istituzionale e finanziario?

Perché ancora oggi a Palazzo Sant’ Agostino, si continuano giochi contro i lavoratori anche con spostamenti continui da un Settore all’altro apparentemente senza una visione globale, provando nuove diverse soluzioni organizzative senza considerare che senza risorse umane e finanziarie non si va da nessuna parte?

“E perché il Presidente Canfora, con tutti i Sindaci a partire da quelli PD, invece di convocare una Conferenza Stampa nel chiuso del Palazzo che per quanto bella non può riportare risultati concreti non si fa proponente e portavoce di una “Marcia su Roma” contro il Suo Partito per una rivendicazione seria e concreta che risolva realmente i problemi che esclusivamente il PD ha causato alle Province?

 …  il Presidente Canfora ci rispondesse…”

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Ma le province non erano state abolite? Questo Canfora lo hanno votato i cittadini?
    Ah no? Se lo sono votati da soli quelli della casta? Ma non si vergognano questi misertabili che hanno affamato il popolo?
    Andassero a lavorare questi parassiti che la misura è colma e la gente non ne può più.
    Sono vergognosi all’ennesima potenza, per esempio lo avete sentito Cicchitto, intervistato a riguardo della proposta del M5S di equiparare le pensioni dei parlamentari a quelle dei cittadini? Un obbrobrio ed un arrampicarsi sugli specchi che veniva la voglia di pèrenderlo a calci a quel massone

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.