I fatti del giorno: domenica 12 marzo 2017

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
NAPOLI, GUERRIGLIA URBANA PER SALVINI, 3 ARRESTI E 3 DENUNCE
SCONTRI TRA FORZE DELL’ORDINE E MANIFESTANTI, LANCI MOLOTOV

”De Magistris dovrebbe dimettersi invece mi accusa di essere un
nazifascista”. Cosi’ in serata il leader della Lega Matteo
Salvini dopo gli incidenti che hanno devastato ieri Fuorigrotta
a Napoli. Tre persone arrestate e tre denunciate in stato di
liberta’: questo il bilancio degli scontri tra forze dell’ordine
e manifestanti anti Salvini nei pressi della Mostra d’Oltremare,
dove era in programma una convention con il leader della Lega,
con lanci di molotov e sassi da parte di giovani incappucciati e
con gli agenti, in assetto anti sommossa, che hanno risposto con
i lacrimogeni e con una carica. Il via agli scontri quando un
gruppo di manifestanti incappucciati si e’ staccato dal corteo e
ha accerchiato le forze dell’ordine alle spalle. Si sono vissuti
momenti di vera e propria guerriglia urbana.
—.

RENZI SPOSTA ASSE A SINISTRA, PD MOTORE CAMBIAMENTO ITALIA
PISAPIA, INDICATE ALLEANZE. ORFINI, NON ALLEATI CON ALFANO

Matteo Renzi sposta l’asse un po’ piu’ a sinistra e rivendica
l’ambizione di un Pd che sia motore del ”cambiamento
dell’Italia”, perche’ sia ”piu’ giusta e piu’ forte”. ”Noi
siamo il Partito democratico e non torniamo indietro ma vogliamo
guardare avanti”, dice Maurizio Martina, che affianca Renzi
nella corsa per il congresso: ”Diversi e uniti e’ possibile”.
Da Roma, nelle stesse ore, arriva la ‘chiamata’ di Giuliano
Pisapia, che chiede al Pd di indicare le alleanze, scegliere il
campo di gioco. E’ chiaro, replica Matteo Orfini, che il Pd non
puo’ allearsi con Alfano e con un partito che si chiama ”Nuovo
centrodestra”. Ma dal palco Dario Franceschini ricorda che la
realta’ impone di guardare al centro.
—.

CLOCHARD ARSO VIVO A PALERMO, ASSASSINO CONFESSA OMICIDIO
MOTIVI PASSIONALI, OMICIDA TEMEVA CLOCHARD INSIDIASSE MOGLIE

Ha confessato di aver agito per motivi passionali Giuseppe
Pecoraro, il benzinaio di 45 anni che a Palermo ha ucciso il
clochard Marcello Cimino, anch’egli 45/enne, morto arso vivo.
”Pensava che Cimino gli insidiasse la moglie”, riferisce il
capo della squadra mobile Rodolfo Ruperti. Tra i due c’era stata
una lite qualche giorno prima. Il film dell’agguato e la scena
dell’omicidio sono state immortalate da una telecamera di
videosorveglianza.
—.

MINISTRA TURCA FAMIGLIA SCORTATA DA OLANDA VERSO GERMANIA
SVOLTA IN NOTTATA DOPO GIORNATA ALTA TENSIONE TURCHIA-EUROPA

La ministra turca della famiglia Fatma Betul Sayan Kaya e’ stata
scortata in nottata dalle autorita’ olandesi verso il confine
con la Germania in una maniera che, secondo la stessa ministra,
”calpesta tutti i valori democratici e umani”. Ha cosi’ avuto
epilogo durante la notte una giornata di tensione alle stelle
tra Turchia ed Europa. L’Olanda aveva vietato il diritto di
atterraggio al volo di Stato del ministro degli Esteri turco,
Mevlut Cavusoglu, atteso a Rotterdam per un comizio a favore del
referendum costituzionale in programma il 16 aprile in Turchia.
Poche ore dopo era stato impedito alla sua collega della
famiglia, Fatma Betül Sayan Kay, di raggiungere il consolato
della stessa citta’ olandese. Secondo il governo de L’Aja non
c’erano le condizioni per garantire la sicurezza. Immediata la
reazione del presidente turco Erdogan che ha definito gli
olandesi ”residui nazisti e fascisti”.
—.

RITROVATA A MOSUL FOSSA COMUNE CON 500 CADAVERI VITTIME ISIS
SONO PRIGIONIERI CIVILI UCCISI DA JIHADISTI IN 2014

A Mosul, ultimo bastione dell’Isis nel nord dell’Iraq, e’ stata
ritrovata una fossa comune con circa 500 cadaveri nei pressi
della prigione di Badush, a nord-ovest della citta’ ormai quasi
assediata dalle truppe di Baghdad e da milizie sciite
filo-iraniane. Proprio queste milizie hanno dato la notizia del
ritrovamento, precisando che si tratta di ”prigionieri civili”
del carcere di Badush uccisi dai jihadisti nel 2014. Nel giugno
di quell’anno l’Isis uccise – secondo Human Rights Watch – circa
600 prigionieri sciiti.
—.

GENOA-SAMP 0-1, A BLUCERCHIATI ANCHE SECONDO DERBY STAGIONE
FOGNINI BATTE TSONGA A INDIAN WELLS. RUGBY, ITALIA ANCORA KO

Un gol di Muriel decide il derby della Lanterna numero 114 e
regala alla Sampdoria di Giampaolo una vittoria per 1-0 sul
Genoa dopo il successo anche nella stracittadina di andata. Era
dal 1960 che i blucerchiati non vincevano entrambi i derby. Nel
tennis impresa di Fabio Fognini che nei 32/mi a Indian Wells
batte in tre set il francese Tsonga, numero 7 del tabellone e 8
mondiale. Nel Sei Nazioni di rugby l’Italia soccombe alla
Francia, che vince a Roma per 40-18. Quarto ko e Italia verso il
”cucchiaio di legno”, torneo all’Inghilterra. (Fonte ANSA).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.