Danneggiata la macchina di uno degli infermieri che ha denunciato la parentopoli nella sanità campana

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
“Se qualcuno pensa di fermare la nostra battaglia per la legalità e per avere assunzioni regolari nella sanità campana con minacce e, peggio ancora, atti di violenza come questi si sbaglia, perché non ci faremo intimidire e andremo avanti nel denunciare quel che non ci convince”.
Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione sanità, dando notizia di un atto di intimidazione nei confronti di Fabio Gentile, presidente del Movimento infermieri campani e professioni sanitarie, al quale ha espresso piena solidarietà.
“Stamattina, alla fine del suo turno di lavoro nell’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta, Fabio ha trovato la sua auto danneggiata” ha aggiunto Borrelli precisando che “hanno rotto un finestrino e ammaccato la carrozzeria in più punti, probabilmente con calci”.
“Noi vogliamo andare avanti, però le forze dell’ordine devono garantire la sicurezza di chi tenta di far rispettare la legge nella sanità campana” ha aggiunto Borrelli per il quale “i rappresentanti del Micps che mi hanno aiutato a preparare il dossier che sta creando tanto scalpore devono essere sicuri di poter lavorare e vivere con la necessaria tranquillità e per questo chiediamo che vengano individuati e denunciati i responsabili, ricorrendo magari alle telecamere di sorveglianza che ci sono in zona”.
“La nostra battaglia per la legalità sta già dando i primi risultati come dimostra l’annullamento del bando per l’assunzione a tempo determinato di infermieri nell’azienda ospedaliera dei colli su cui avevamo acceso i riflettori anche con un’interrogazione consiliare perché aveva dei criteri di selezione che premiavano solo coloro che avevano lavorato in quegli stessi ospedali creando, nei fatti, una inaccettabile corsia preferenziale” ha concluso Borrelli.
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. mi sono sempre chiesto come mai negli ospedali pubblici ci fossero così tanti parenti… forse è un gene di famiglia essere predestinati a lavorare in ospedale. Ma jatvenn ke fate ridere l’italia è un paese non adatto alla gente per bene

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.