Salerno: spiaggia Marina d’Arechi, Cammarota porta il caso in Commissione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
“Da notizie pervenute da varie fonti emerge che il Comune di Salerno avrebbe concesso l’autorizzazione alla spiaggia a favore di Marina d’Arechi, poi però bocciata dalla Sovrintendenza. Andremo fino in fondo”.  Lo dichiara in una nota il Presidente della Commissione Trasparenza avv. Antonio Cammarota, il quale comunica che “a seguito di alcune segnalazioni, da qualche giorno la Commissione è al lavoro sull’intera vicenda Marina d’Arechi, dalla mancata realizzazione del Ponte di Calatrava, interesse pubblico su cui si reggerebbe il titolo al Porto, alla vicenda spiaggia, sorta secondo alcuni anche per la mancata realizzazione del Ponte”.

La Commissione sta acquisendo tutta la documentazione e ha già calendarizzato i lavori, ma “ciò che balza subito agli occhi” – afferma il Presidente Cammarota – “è l’ipotesi, tutta da verificare, di dare titolo per una spiaggia a chi, con la propria inadempienza, vi avrebbe dato causa”. 

“Naturalmente” – conclude Cammarota – “lavoreremo senza caccia alle streghe o pregiudizi di sorta, ci mancherebbe, nel rispetto dell’interesse privato ma ancor di più, come compete, di quello pubblico, per far luce su una vicenda che va assolutamente chiarita e  per cui abbiamo convocato d’urgenza l’arch. Pelosio e l’assessore De Maio per la prossima settimana”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. E’ assurdo che si consenta a chi avrebbe dovuto realizzare un progetto che prevede un porto isola collegato al litorale con due ponti che dovrebbero consentire la circolazione delle acque marine nel canale creato, di creare, invece, una vera e propria diga che oltre a trasformare, in maniera anomala, la costa, ha provocato la creazione di una spiaggia enorme, non prevista. Si è consentito, addirittura, con una concessione ufficiale, l’utilizzo della spiaggia stessa con la creazione di un vero e proprio stabilimento balneare con tanto di ombrelloni, gazebo e cabine. Chi era preposto ai controlli? Chi avrebbe dovuto impedire uno scandalo del genere? L’Amministrazione Comunale fa finta di niente senza che la Magistratura intervenga. Probabilmente un esposto alla Procura “potrebbe” risolvere, in maniera appropriata, il problema.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.