Elezioni: l’annuncio di Renzi: «Mi candido in Campania»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa
Da diversi mesi che Matteo Renzi ai suoi spiegava l’intenzione di candidarsi al Senato, proprio dove ha perso la battaglia del 4 dicembre con il referendum che ne promuoveva l’abolizione.

Ieri sera, durante una delle tante presentazioni per pubblicizzare il suo libro, Matteo Renzi ha annunciato di voler candidarsi in Toscana per sedersi sulle sculture di Palazzo Madama. Lo scrive il quotidiano Le Cronache

“Mi candidero ad Arezzo”, ha detto. L’orientamento e ‘quello di candidarsi anche in Lombardia e in Campania , visto che la legge elettorale lo permette. Ma il passo avanti del segretario Dem fa anche da ‘apripista’, nella strategia a cui sta pensando da tempo. Ovvero quella di schierare il grande demo al senato una caccia di preferenze. Non è il momento di polemiche e ‘arrivato il momento di andare a caccia di voti, ripete l’ex premier nel suo ragionamento.

C’e ‘chi all’interno del partito del Nazareno punta proprio sull’esito delle votazioni siciliane per cercare di metterlo in difficolta’ ma Renzi ribadisce che chi rema contro ‘fa il gioco di Grillo e del Centrodestra’. Nel Pd in diversi puntano su Gentiloni premier anche dopo il voto delle politiche ma l’ex presidente del Consiglio non intende alimentare voci divisive nei confronti dell’attuale premier.

Il refrain e ‘quello di fare gioco di squadra, di lavorare al fianco di Gentiloni sulla legge di stabilita’ senza intenzione di rottura. “Si puntera ‘sul lavoro, sui giovani e sulle incentivi alle imprese”, spiega un ministro renziano che, a dispetto delle manovre in corso per cambiare la legge elettorale, ritiene che difficilmente si arriverà ad una modifica delle attuali sistemi.

Motivi politici ma anche tecnici, visto che la maggioranza dovrebbe “cancellare” il voto che ridefinisce i collegi nel Trentino Alto Adige. Meglio dunque, il ragionamento che va ripetendo Renzi ai suoi, concentrati sulle prossime urne. Con l’occhio gia ‘alle politiche: l’orientamento del segretario Pd e’ quello di mettere molti esponenti della societa ‘civile tra i capilisti alla Camera e di allineare per la corsa al Senato il grande Dem, i ministri e chi avra’ bisogno di una deroga per candidarsi.

Fonte Le Cronache

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. Il bombaminkia, ha appena siglato un accordo in Sicilia con l’inviso e considerato perdente Crocetta (governatore uscente che, da statuto e regolamento PD per gli enti locali, era il candidato naturale, prima di , eventualmente, far svolgere le primarie) a cui, per farsi da parte, e’ stata offerta una candidatura blindata con l’ elezione garantita al Senato.
    Il tutto per favorire una piu’ realistica e tanto agognata vittoria di un’altro candidato che rilancerebbe il PD a livello nazionale.
    Poi sta’ macchietta di Rignano se ne esce ed informa il Paese che per lui le prossime regionali in Sicilia non hanno valenza e peso per gli scenari nazionali.
    In soldoni, il rottamatore se ne fotte altamente delle regole, che anche lui ha contribuito a dare al suo partito e della maniera di come vincere (perché la notte sogna solo e comunque di vincere)
    Se vince, ovviamente, sara’ stato solo merito suo e rivendichera’ la sua leadership di cui il il Paese avra’, senza alcun tipo di alternativa, necessariamente bisogno…e se perde…..in fondo, si sara’ semplicemente trattato di una poco importante tornata elettorale che lascera’ il tempo che trova.
    A lui interessa solo tornare a Palazzo Chigi e poiche’ ci ha dimostrato ampiamente di essere un vanesio contaballe arrivista a capo di in partito di chiacchieroni che pensa solo ad occupare poltrone in barba ai reali problemi degli italianini …. a noi, in Campania, intessera’ solo bocciare lui e tutto il Pd.
    Benvenuto in Campania

  2. Devono andare a lavorare nelle terre o i muratori cosi vedono cosa sono i sacrifici per andare avanti.Via..

  3. certo qui c’è l’amico sua maestà che gli ha promesso voti (ci siamo dimenticati il 70% di voti al sindaco che oggi sembra nessuno lo ha votato?) il figlio alla segreteria del PD nazionale, i conti tornano.

  4. Come sono contento…. erano mesi che mi rotolavo per terra non vedendo l’ora di ritornare a maneggiare una scheda elettorale e poter votare PD ed il suo segretario..

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.